CORSERA REGIONE LAZIO PDL FRANCO FIORITO SUV OSTRICHE E CHAMPAGNE

ROMA 18 SETTEMBRE 2012 CORSERA.IT

LE FAUCI DEL PDL,LE FAUCI DI FRANCO FIORITO,LE FAUCI DEGLI AMICI DEGLI AMICI,DA BALDUCCI A CARDUCCI,IL PARTITO DELLA SANTANCHE' DIVORA OSTRICHE E CHAMPAGNE,SUV E VIAGGI A RAMAZZINO.IL PARTITO DELLA VERGOGNA,IL PARTITO DELLO SCANDALO.

LO SCANDALO PDL ALLA REGIONE LAZIO,PER INTERPRETAZIONE DEL CAPOGRUPPO FRANCO FIORITO,E' L'ENNESIMA BURLA DEL SISTEMA POLITICO AL CONTRIBUENTE ITALIANO.UNA BURLA APAPRECCHIATA NEL CIRCO EQUESTRE DELLA REGIONE LAZIO DELLA SIGNORA RENATA POLVERINI,CHE IN FORTE RITARDO CORRE AI RIPARI,MENTRE LA BARCA AFFONDA.LA POLITICA ITALIANA HA TOCCATO IL FONDO,E IL PDL E' UN SISTEMA POLITICO DESTINATO A SOCCOMBERE UNA VOLTA PER SEMPRE.IL PARTITO DI SILVIO BERLUSCONI HA PORTATO L'ITALIA SULL'ORLO ...

DEL BARATRO,PER SOMMA INETTITUDINE ANCHE DEL SUO EX MINISTRO DEL TESORO GIULIO TREMONTI.LA SUA POLITICA HA ALIMENTATO LOBBY DI POTERE E AFFARI MILIONARI PER I SUOI AFFILIATI,DA BALDUCCI A CARDUCCI,QUESTI MOSTRI HANNO DIVORATO LE RISORSE PUBBLICHE,GRAZIE ALLA MALAGESTIO DEI POLITICI.FA ORRORE IL DISCORSO DELLA RENATA POLVERINI,ORRORE LA SUA CONFESSIONE PUBBLICA,ORRORE IL DISCORSO CHE CERCA DI SALVARE LA BARCA CHE AFFONDA,ORRORE LA GIORGIA MELONI,ORRORE IL CARROZZONE DEI RUFFIANI DI SILVIO BERLUSCONI.ALMENO MATTEO RENZI NEL PD,HA DIMOSTRATO CHE ESISTE LA DEMOCRAZIA A SINISTRA,CHE ESISTE LA POSSIBILITA' DI URLARE CONTRO IL CAPO O I CAPI,COME PEIRLUIGI BERSANI E MASSIMO D'ALEMA.VERA DEMOCRAZIA,VERO SCONTRO POLITICO.

LO SCANDALO DELLA REGIONE LAZIO E DEL CAPOGRUPPO PDL FRANCO FIORITO HA ORMAI FATTO TRACIMARE L'ACQUA DALLA SOPPORTAZIONE DEL CONTRIBUENTE ITALIANO,VESSATO DAL GOVERNO DI MARIO MONTI,COSTRETTO A PAGARE E VEDERE I SUOI SOLDI FINIRE IN OSTRICHE E CHAMPAGNE.

O superiamo questo scoglio o siamo come la Concordia e ci sfracelliamo». È andata all'attacco la governatrice Renata Polverini durante la seduta straordinaria del consiglio regionale convocata in seguito all'inchiesta sull'ex capogruppo Franco Fiorito, indagato per peculato dalla procura di Roma per la gestione dei fondi attribuiti al gruppo (nel mirno degli inquirenti anche autobonifici sospetti operati da Fiorito su conti personali per circa 800mila euro).

«La mia strada è questa: o va avanti o finisce. Se qualcuno pensa di usarmi per procrastinare la situazione ha capito male: o si supera o si va a casa oggi. Ho deciso di venire qui per chiedere scusa a nome di tutti quanti noi ai cittadini del Lazio per quello che hanno dovuto leggere in questi giorni e ascoltare su ciò che si è consumato all'interno di questa istituzione».

Commenta questo articolo

Tutti i commenti