CORSERA REGIONE LAZIO "A PEZZI DI MERDA RIDATECE I SORDI"

ROMA 19 SETTEMBRE 2012 CORSERA.IT

REGIONE LAZIO PDL,IL PARTITO DELLA VERGOGNA E DEI MAGNONI DI STATO.GESTIONE RACCAPRICCIANTE.LA POLVERINI E L'INTERA GIUNTA DEVONO DIMETTERSI ALL'ISTANTE.IL POPOLO ROMANO ATTONITO DIFRONTE A QUESTA URLA IN CORO " A PEZZI DI MERDA RIDATECE I SORDI".

SCANDALO REGIONE LAZIO.RENATA POLVERINI,BRUTTA DI SUO,HA SPESO 75MILA EURO PER IL FOTOGRAFO PERSONALE,COME VERONICA CAPPELLARO CHE NE HA SPESI ALTRI MILLE.RENATA POLVERINI ELICOTTERO PER ANDARE ALLA SAGRA DEL PEPERONCINO A RIETI.ALLA REGIONE LAZIO UN ESERCITO DI MAGNONI A SBAFO DEI CONTRIBUENTI,CENTINAIA DI CONTRATTI DI CONSULENZA,MILIONI DI EURO SPESI PER I...

VITALIZI.RENATA PLVERINI ASSUME ANCHE GABRIELLA PELUSO,MOGLIE DEL SEGRETARIO DELL'UGL SALVATORE RONGHI,CON UN CONTRATTO DA DIRIGENTE PER 122 MILA EURO L'ANNO.LA GESTIONE DI RENATA POLVERINI E' DAVVERO DISGUSTOSA,IL PDL PARTITO DELLA VERGOGNA,DELLO SCANDALO,DELLO SPRECO DEI SOLDI DEI CITTADINI ROMANI.

 

ROMA - Le foto, alla Regione Lazio, costano care. Non solo quelle della consigliera Veronica Cappellaro, che ha usato mille euro dei fondi Pdl per un book in uno studio del centro di Roma. Ma anche quelle della presidente Renata Polverini che, da inizio legislatura, non ha badato a spese: tra le delibere di assunzione della sua giunta, infatti, c'è anche quella di Edmondo Zanini, fotografo della presidente, che costa alla Regione 75 mila euro l'anno. Zanini la segue da sempre e, quando Polverini viene eletta, entra a far parte del suo staff come «responsabile comunicazione e grandi eventi».

 

consiglio regionale (auto blu, commissioni, fondi ai partiti, rimborsi, monogruppi: manovra da 20 milioni circa) e la Polverini incassa anche il sostegno di Silvio Berlusconi: «Mi ha detto - racconta il governatore - che non c'entravo niente con questa vicenda e che dovevo andare avanti. Anche Alfano e Casini sono stati con me in questa battaglia». Non è che va all'Udc? «Fantapolitica».

 

Ma ora, ridotte le spese dell'assemblea, l'attenzione passa su quelle della giunta. Quella del fotografo non è l'unica assunzione che ha fatto discutere. A ottobre 2011, Gabriella Peluso viene chiamata a guidare la «Verifica dell'attuazione delle politiche regionali e del programma di governo»: contratto da dirigente, costo 122 mila euro l'anno. La Peluso è la compagna di Salvatore Ronghi, potentissimo segretario generale della Regione a 189 mila euro l'anno, uno del gruppo ex Ugl, di cui fanno parte anche il capo di gabinetto Giovanni Zoroddu e l'assessore al Bilancio Stefano Cetica.

di loro e Ronghi, insieme a Cetica, è lo stratega di «Città nuove», la fondazione della presidente che punta a diventare un partito. Cetica, invece, è il braccio della Polverini nell'azione amministrativa. Passa tutto da lui, decisioni politiche e finanziarie.

 

Se l'assessore dà «parere negativo», la proposta di legge (lo hanno ricordato i Radicali, citando una serie di tagli che volevano introdurre) viene cassata. Altrimenti, si va avanti. Come nel caso dei fondi dati direttamente ai partiti, norma voluta dalle forze politiche, approvata in consiglio, ma col «lasciapassare» della giunta. Anche i vitalizi agli assessori esterni sono transitati nelle mani di Cetica, su indicazione della Polverini. Prima non c'erano, adesso sì. E visto che, nell'esecutivo regionale, gli assessori (14) sono tutti esterni, quei vitalizi costeranno ai contribuenti circa un milione lordo l'anno per circa un trentennio.

Frutto della mancata presentazione della lista Pdl alle elezioni 2010: chi doveva entrare in consiglio regionale è stato «risarcito» prima entrando in giunta e poi col vitalizio. Basta una legislatura, per portarsi a casa circa 3 mila euro al mese. Tutta la giunta, pensione a parte, costa 5 milioni l'anno: se gli assessori fossero «interni», cioè eletti in consiglio regionale, si risparmierebbe oltre un milione. Senza contare i circa 270 contratti stipulati, tra consulenti e collaboratori a tempo determinato. Dirigenti, portaborse, segretarie, addetti stampa. Ogni assessore ha diritto a uno staff di dieci persone, ma - con lo «spacchettamento» di contratti full time - si arriva al numero di 189 persone.

Il record ce l'ha Gabriella Sentinelli (Istruzione), con 17 persone nello staff. In mezzo, c'è un po' di tutto: qualche volto noto (l'ex calciatrice Carolina Morace), l'ex estremista di destra Adriano Tilgher, parenti di assessori regionali o del Comune di Roma, la compagna dell'ex sottosegretario al Mibac Francesco Giro. È vero che auto blu e di servizio sono state ridotte, ma restano sempre un bel numero, 68. Mentre le società regionali si sono allargate a dismisura: a «Lazio Service», nel 2010 (a cavallo tra le giunte di centrosinistra e centrodestra) sono entrati 200 dipendenti in più, toccando quota 1.300.

Per andare in elicottero alla sagra del peperoncino di Rieti, la Polverini disse di non aver utilizzato soldi pubblici: era un passaggio, della ditta che forniva i mezzi alla Protezione civile

 

La Polverini si fida quasi esclusivamente

 

La giunta, ieri, ha ratificato i tagli per il
Commenta questo articolo

Tutti i commenti