CORSERA SCANDALO UITS UN BATMAN DI TROPPO ERNFRIED OBRIST IL PRESIDENTE SI DEVE DIMETTERE

ROMA 8 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

CONI CONNECTION SCRIVI A redazione@corsera.it

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO DAL PRESIDENTE TSN CASCINA DR.PAOLO CUCURACHI.

GENTILISSIMI,

IN RIFERIMENTO ALL'ARTICOLO CHE MI HA COINVOLTO PERSONALMENTE,GRADIREI OVE FOSSE POSSIBILE,SI FACESSE LA SEGUENTE RETTIFICA:

HO LETTO IL VOSTRO ARTICOLO E CREDO CHE CI SIA STATO UN FRAINTENDIMENTO;LA MIA INTENZIONE NON ERA QUELLA CHE TRASPARE DALLA NOTIZIA,BENSI' ERA QUELLA DI DARE IMPULSO AFFINCHE' VENGA CHIARITA LA POSIZIONE DEL PRESIDENTE NAZIONALE UITS ING.ERNFRIED OBRIST....

 

Gentilissimi

 

      In riferimento all’articolo che mi ha coinvolto personalmente, gradirei ove fosse possibile, si facesse la seguente rettifica.

      “””ho letto il vostro articolo e credo ci sia stato un fraintendimento; la mia intenzione non era quella che traspare dalla notizia, bensì era quella di dare impulso affinché venga chiarita la posizione del Presidente Nazionale UITS Obrist.

         Nella mia doppia veste di elettore dell’attuale dirigenza e di presidente di Sezione TSN, sono veramente indignato di tutto quello che, vero o falso che sia, sta succedendo nell’UITS ed intorno alla figura del Presidente Nazionale.

         Noi Presidenti di Sezione lavoriamo in mezzo a mille difficoltà sia di ordine finanziario che burocratico, abbiamo sulle nostre spalle grossissime responsabilità di carattere penale e civile (abbiamo il giusto obbligo di rispettare e far rispettare all’interno nelle nostre strutture il TULPS e tutte le leggi che ci riguardano), tutto questo lo facciamo a titolo gratuito e di volontariato. 

         Premesso quanto sopra, il mio pensiero è che il Presidente Nazionale che si veda attaccato in un modo così massiccio da denunzie, esposti e quant’altro di poco edificante per la Federazione che rappresenta, ha davanti a se due sole strade da seguire e non ne può né deve percorrerne altre:
1) Nell’ipotesi che tutto ciò sia da lui classificato come falso,  ha l’obbligo civile e morale, soprattutto nei confronti di noi che lo abbiamo votato, di rivolgersi alla Magistratura per vedere puniti tutti coloro che lo denigrano e diffamano ingiustamente.

2) Nell’ipotesi che la sua coscienza gli dica che sia tutto o in parte vero, non deve far altro che un bel passo indietro e presentare le proprie dimissioni.

           Allo stesso modo noi presidenti ci dobbiamo sentire responsabili di quanto sta accadendo in quanto le accuse rivolte al nostro Presidente Nazionale sono gravissime e dobbiamo essere pronti e uniti a respingerle se sono false e ad agire in conseguenza se sono vere.

   Questo in definitiva è la mia opinione ed il senso che volevo dare al mio intervento in corsera.it “””

Ringrazio e con stima porgo cordiali saluti

                 Paolo Cucurachi (presidente tsn Cascina)

Commenta questo articolo

Tutti i commenti