CORSERA CIA SEXYGATE L'AMANTIDE RELIGIOSA GENERALE DAVID PETRAEUS PAULA BROADWELL

NEW YORK 11 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

scrivi a redazione@corsera.it

SCANDALO CIA SEXYGATE.GENERALE DAVID PETRAEUS,PAULA BROADWELL.L'AMANTIDE RELIGIOSA,UNA TORPIDA STORIA DI UN GENERALE,UN'AMANTE,UNA TERAZ DONNA,I SEGRETI DELL'IMPERO MILITARE AMERICANO.SI INFIAMMA L'AMERICA SULLO SCANDALO PIU' DIROMPENTE DAI TEMPI DEL WATERGATE.

AGI) - New York, 11 nov. - Sempre piu' giallo il caso Petraeus-Broadwell. C'e' una seconda donna nell'affaire che ha portato alle dimissioni del capo della Cia. Sul suo nome l'Fbi mantiene il riserbo. E' stata la paura delle minacce ricevute dall'amante del generale a indurla a rivolgersi ai federali e dare il via allo scandalo. Paula Broadwell, la biografa e amante del generale eroe della guerra di Afghanistan, scrive il Washington Post riferendo le confidenze di tre investigatori, le indirizzo' infatti diverse mail intimidatorie, percependola come un ostacolo alla relazione tra lei e colui che Barack Obama ha voluto a capo della piu' famosa agenzia di ...

intelligence del mondo. Una volta ricevuta la denuncia, l'Fbi risali' al mittente delle mail e poi, con relativa facilita', all'account personale di Petraeus, per accorgersi prima della relazione extraconiugale del generale e poi di una possibile violazione del quadro di sicurezza in cui un alto ufficiale dello Stato e' obbligato a muoversi. Le indagini sono partite da diverse settimane ma solo quindici giorni fa Petraeus e' stato interrogato. Nonostante non gli fosse stato imputato alcun reato, martedi' scorso il generale si vide consigliare da James Clapper, direttore del National intelligence, di rassegnare le dimissioni perche' era "la cosa giusta da fare".
  Intanto e' giallo anche sul ruolo del marito di Paula. La lettera sulla rubrica del New York Times, The Ethicist, attribuita al marito di Paula Broadwell, "non riguarda il generale Petraeus". Il direttore di New York Times Magazine, Hugo Lindgren, ha in un tweet precisato la presunta origine della missiva inviata Chuck Klosterman di un uomo la cui moglie aveva un love affair con un dirigente di governo. La lettera era stata ieri attribuita a Scott Broadwell, marito di Paula biografa nonche' amante dell'ex direttore della Cia, ed era stata letta come la possibilita' che il marito fosse al corrente della relazione dei due. "La lettera non riguarda Petraeus secondo i nostri controlli", ha twittato Lindgren. La missiva era anonima e aveva ricevuto regolare risposta dall'autore della rubrica Klosterman. (AGI) .
 
Commenta questo articolo

Tutti i commenti