CORSERA ALLUVIONE ALBINIA L'ALBA DI FANGO L'ALBA DEI MORTI SEPOLTI DAL LAGO ASSASSINO

ALBINIA 14 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

ALLUVIONE ALBINIA,PONTE DI SAN DONATO.L'ALBA DEI MORTI SEPOLTI NEL FANGO E' SALITA A CINQUE IL NUMERO DELLE VITTIME DELLE INONDAZIONI E DELL'ALLUVIONE CHE HA COLPITO LA TOSCANA E IN SPECIAL MODO IL GROSSETANO.E' STATA QUELLA DI OGGI 14 NOVEMBRE DEL 2012 UN'ALBA FREDDA,UMIDA,STRIATA ALL'ORIZZONTE DAI PRIMI LAMPI DI SOLE,SULLO SCENARIO LIVIDO,QUASI LUNARE,DI UNA TERRA INGOIATA DALLE ACQUE,RIGIDA A SE STESSA,CHE RACCONTA OGGI SOLTANTO DISTRUZIONE,RABBIA,DOLORE.E' TUTTO QUELLO CHE RIMANE....QUESTA POPOLAZIONE,DESOLAZIONE,BUIO,AFFLIZIONE ESTREMA.LA LORO TERRA,LE COLTIVAZIONI,LE SERRE CON LA FRUTTA E LA VERDURA,GLI ANIMALI,SONO SCOMPARSI,INGHIOTTITI DALL'ACQUA,DALLA TEMPESTA,DAL NUBIFRAGIO,DA UN'ALLUVIONE CHE HA IL SAPORE DI UNA BEFFA,PERCHE' QUESTI SONO TERRITORI ABBANDONATI A SE STESSI.... 

,ABBANDONATI ALL'INCURIA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.

E' QUESTA L'ALBA DEI MORTI VIVENTI,L'ALBA DI CITTADINI ITALIANI IMMERSI DALL'ACQUA,CIRCONDATI DAL MARE DI FANGO COME FOSSE UN FILM DI FANTASCIENZA.MA NON E' COSI',L'ALBA E' FREDDA DA INGHIOTTIRE,DURA COME LE PIETRE,DURA COME IL TERRORE,LA PAURA,L'INCUBO DI GIORNI E GIORNI SENZA LUCE E ACQUA.LA POPOLAZIONE DI ALBINIA E' RIDOTTA ALLO STREMO,NON HA VIA DI SCAMPO,NON PUO' ANDARE IN NESSUN DOVE.L'ACQUA PARALIZZA OGNI MOVIMENTO,CIRCONDA LE CASE,HA UCCISO E INGHIOTTITO NEL SUO VENTRE UMIDO E MOLLICIO CENTINAIA DI ANIMALI,PECORE,MUCCHE,POLLAME.HA RISUCCHIATO LO STOMACO DELLA GENTENELLE VISCERE DELLA TERRA,COME IL VIAGIGO INFERNALE,UN GIRONE DANTESCO,PER GENTE CHE NON HA COMMESSO PECCATI,MA SOLTANTO LAVORATO DURAMENTE TUTTA LA VITA.LA TERRA SEPOLTA DELLA TOSCANA,L TERRA SEPOLTA DI ALBINIA,LA TERRA CHE SEPPELLISCE I VIVI,CHE STRAPPA LA VITA AL LENTO INCEDERE DEL QUOTIDIANO.E' UNìALBA FREDDA DI MORTE QUELLA CHE RISVEGLIA I CITTADINI DI ALBINIA,UN'ALBA DURA COME LA PIETRA,UN'ALBA CHE HA FERMATO IL SUO OROLOGIO AL PASSATO,CHE NON GUARDA AL FUTURO,CHE LENTAMENTE SI SPEGNE. 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti