CORSERA ALBINIA INONDAZIONE ALLUVIONE LA CITTA E LE BARE DI FANGO

ALBINIA 17 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

ALBINIA LA CITTA' MORTA IN UNA NOTTE,DIVENUTA CITTA' DEL FANGO,CON LE SUE BARE,LA DISTRUZIONE,IL LAGO IMMENSO DI SANGUE CHE RACCHIUDE LE SUE VITTIME.E' IL NUOVO GIORNO DI UN'EPOCA INTERROTTA,DI UN TEMPO CJHE SI E' SPEZZATO,DI UN MOMENTO AGGHIACCIANTE,DI UN DESTINO NEFASTO.L'ALLUVIONE CHE HA COLPITO ALBINIA E L'INONDAZIONE DEL SUO TERRITORIO ASSOMIGLIA PIU' AD UN RACCONTO LEGGENDARIO CHE ALLA REALTA',PERCHE' LA SOMMA DEI FOTOGRAMMI DEL DISASTRO E' MOLTO PEGGIO DI QUALSIASI FANTASIA.

ALBINIA E' CIRCONDATA DA UN LAGO DI ACQUA,SOMMERSA,FINITA,DISPERATA,SENZA LUCE PER IL FUTURO.TUTTO E' ANDATO DISTRUTTO,LE COLTURE,LE SERRE,GLI ANIMALI UCCISI.E' UN DISASTRO AMBIENTALE DI PROPORZIONI BIBLICHE.E MENTRE PIANO PIANO L'ACQUA SI ASCIUGA,RIMANE QUEL SENSO DI DESOLAZIONE E DI IMPOTENZA,LE LACRIME ASCIUGATE SUL VISO,GLI OCCHI CHE GUARDANO OGNI DOVE PER CAPIRE CHE COSA SIA VERAMENTE ACADUTO,SE E' ANCORA UN SOGNO,UN BRUITTISSIMO SOGNO,OPPURE QUALCOSA CON CUI DOVERSI CIMENTARE NEI PROSSIMI MESI,FORSE ANNI.ALBINIA LA CITTA' DEL FANGO,LA CITTA' DELLA DISPERAZIONE.

SE PROVIAMO A VEDERE NOI STESSI TRA QUELLE CASE E QUELLE STRADE,DOVREMMO PROVARE COMPASSIONE,MA SOPRATUTTO RABBIA,PER TUTTO QUELLO CHE NON SI E' FATTO PER TUTELARE QUESTO TERRITORIO NEL CORSO DEGLI ANNI.RABBIA E FANGO,TRISTEZZA E DISPERZIONE.N ON C'E' ALTRO DA QUESTE PARTI,SE NON LE TELECAMERE DELLE TELEVISONI CHE PRENDONO ATTO DEL DISASTRO,FANNO LEGGENDA UN FATTO DI CRONACA.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti