CORSERA PRIMARIE PD DUELLO TV RENZI BERSANI SFIDA MINUETTO DA LIBRO CUORE

ROMA 29 NOVEMBRE 2012 CORSERA.IT

MATTEO RENZI START-UP A FIRENZE,CINCISCHIA CON L'INGLESE,ARIA ALLA TONY BLAIR,MA POCHE IDEE.PIERLUIGI BERSANI UNA PILLOLA SOPORIFERA,RECITA IL RUOLO DEL VECCHIO ZIO SAM.MEGLIO DI BRUNO VESPA PER IL PORTA A PORTA DELLA SERA.

IL DUELLO TV TRA PIERLUIGI BERSANI E MATTEO RENZI E' DA LIBRO CUORE.LA SFIDA CHE DOVEVA FAR EMERGERE IL  VINCITORE DELLE PRIMARIE DEL PD,SI RISOLVE IN UN MINUETTO DA LIBRO CUORE.PIERLUIGI BERSANI AVEVA LO SGUARDO ABBASSATO,MATTEO RENZI LO INCALZAVA GUARDANDOLO FISSO.MATTEO REZI LO SPAURACCHIO DEL PD,ANZI,IL DEMOLITORE,IL ROTTAMATORE DELLA VECCHIA NOMENCLATURA DEI DSNOSAURI.NEL CORSO DELLA SFIDA TV,I DUE SI FANNO MOLTI COMPLIMENTI,MA IL DUELLO MEDIATICO PER VINCERE LE PRIMARIE,DEVE FRONTEGGIARE LA CRISI DEL ...

PAESE,LA DISOCCUPAZIONE,QUELLE TEMATICHE SOCIALI A CUI I DUELLANTI SI RIFERISCONO E CHE INTENDEREBBERO RISOLVERE.MA NON HO SENTITO IDEE NUOVE,SOLTANTO CHIACCHIARE SUL DA FARSI,SULLE NECESSITA' IMPELLENTI.PROGETTI,ATTEGGIAMENTI DA ASSUMERE CON I LEADER EUROPEI SULLA CRISI DELL'EURO.LA CRISI D'ITALIA ERA UNA PARODIA PER I DUELLANTI,IL QUADRO GENERALE NEL QUALE INSERIRSI,MA NESSUNO DEI DUE HA PORTATO ALLA LUCE UNA RICETTA,UN PROGETTO STRATEGICO COMPLESSIVO DA PROPORRE COME PROGRAMMA DEL PROSSIMO GOVERNO TARGATO PD.IN EVIDENZA LO SCENARIO DEL FUTURO E' ASISTENZIALISMO,COME NELLA TRADIZIONE DELLA SINISTRA ITALIANA,ALCUN ACCENNO A QUANTO L'ITALIA DEVE REALIZZARE PER VINCERE LA SFIDA DEI MERCATI A LIVELLO GLOBALE.EPPURE SAREBBE SEMPLICE,DOBBIAMO USCIRE DAI CONFINI NAZIONALI,PROMUOVERE L'EXPORT,ANZI INSEDIARE LE NOSTRE BASI COMMERCIALI NEI PAESI EMERGENTI,IL MERCATO DOMESTICO NON E' PIU' SUFFICIENTE.L'ITALIA DEVE INTERNAZIONALIZZARSI SE VUOLE COMPETERE E LA RICERCA,L'ISTRUZONE E LA FORMAZIONE DEVE SVOLGERSI ANCHE ALL'ESTERO PER I NOSTRI GIOVANI.SONO I GIOVANI CHE DEVONO ESSERE SPINTI FUORI DAI CONFINI DEL PAESE ALTRIMENTI NON CRESCERANNO E NON MATURERANNO.

MA PER MATTEO RENZI,E' FIRENZE CHE DEVE DIVENTARE BACINO PER LE START-UP.NON CAPISCO CHE COSA VOGLIA DIRE.E' LA POLITICA CHE SI MUOVE,COME UN PITONE CERCA DI CAMBIARE PELLE,MA ALL'INTERNO E' LA STESSA FLACCIDA POLTIGLIA,CHE OGGI INVEISCE CONTROIL VECCHIO E DOMANI,SI TRASFORMA NEL MAIALE AL COMANDO DEL PIROSCAFO.ERA ORWELL MI RICORDO.

PER QUANTRO RIGUARDA PIERLUIGI BERSANI HO VISTO UNA PERSONA AFFABILE,UN INTERLOCUTORE ASTUTO,AVVEZZO A STARE SUL PALCOSCENICO,MA VUOLE FARE LO ZIO SAM,INSOMMA,DARE TRANQUILLITA' ALL'ITALIA,CHE DEL RESTO OGGI NON GUASTEREBBE,DOPO ANNI DI CLAMORE MEDIATICO E FOLLIE DEL BUNGA BUNGA.MA NO CREDO CHE POSSA BASTARE,ANZI IL PERICOLO E' L'ATROFIZZAZIONE DEL SISTEMA.

SERVE UNA SPINTA,UNA MICCIA CHE RIACCENDE I MOTORI DELL'ITALIA.PIERLUIGI BERSANI E' UNA PILLOLA SOPORIFERA.FA DORMIRE,POTREBBE CONDURRE PORTA A PORTA.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti