CORSERA BALLOTTAGGIO PRIMARIE PD MATTEO RENZI MIGLIAIA DI ELETTORI NON HANNO POTUTO VOTARE PROTESTE AL NUMERO VERDE DEL CORSERA.IT

ROMA 2 DICEMBRE 2012 CORSERA.IT IN DIRETTA DAL CORSERA.IT IL BALLOTTAGGIO DEL CENTRO SINISTRA.

IL GRANDE ENTUSIASMO LEGATO ALAL CANDIDATURA DI MATTEO RENZI HA TRAVOLTO OGNI REGOLA,PARAMETRO,PALETTO,BARRIERA.I CITTADINI ITALIANI SI SONO ENTUSIASMATI E COME UNO TSUNAMI TRAVOLGONO IL VECCHIO.L'ITALIA RISORGE.ROMA RISORGE!

SCRIVI A REDAZIONE@CORSERA.IT SE NON TI HANNO FATTO VOTARE CONTATTACI 068086058

CORSERA.IT ELETTORI DEL PDL CHE VOLEVANO VOTARE MATTEO RENZI,SFIDUCIATI DAL CENTRO DESTRA,CREDONO IN MATTEO RENZI.ORMAI E' ORA DI CAMBIARE,L'ONDA DELLA VOLONTA' POPOLARE STA FINENDO DI DEMOLIRE QUELLO CHE RIMANE DEI VECCHI PARTITI.A ROMA LA LISTA CIVICA ROMA RISORGE COMINCIA AD ORGANIZZARCI,CHIAMACI PER ORGANIZZARE LE PROSSIME MARCE,INCONTRI,RADUNI A SOSTEGNO DI MATTEO RENZI.

BALLOTTAGGIO SFIDA PIERLUIGI BERSANI MATTEO RENZI.AL NUMERO VERDE DEL CORSERA.IT 068086058 SONO ARRVATE DECINE DI TELEFONATE DI ELETTORI CHE NON SONO RIUSCITI A VOTARE,RESPINTI AI SEGGI ELETTORALI.MATTEO RENZI TRAVOLGE PERILUIGI BERSANI,LA....

PROTESTA DEI CITTADINI INSORGE,CONTRO LE REGOLE ASFITTICHE DEL BALLOTTAGIO.MATTEO RENZI HA TRAVOLTO LA VECCHIA NOMENCLATURA DEL PARTITO DEMOCRATICO,TUTTI VOGLIONO UN RINNOVAMENTO DEI RAPPRESENTNATI DEL APRTITO.MATTEO RENZI HA ROTTO QUESTO TABU',LA SUA SFIDA HA LANCIATO IN ORBITA UN PARTITO ITALIANO.

 

 

File meno lunghe, votanti in calo e nuove polemiche. Per il centrosinistra è il giorno del ballottaggio. Si vota in oltre 9 mila seggi allestiti in tutta Italia. L’affluenza - secondo il comitato organizzatore - alle 12:00 è di un milione di elettori. Alle 13:30 di domenica scorsa avevano votato un milione e 300mila elettori. 

 

LA GIORNATA DEI CANDIDATI  

I due candidati hanno già votato presso i propri collegi: Firenze (Renzi) e Piacenza (Bersani). Il sindaco del capoluogo Toscano, dove si registrano polemiche, ha “dribblato” i giornalisti anticipando l’arrivo al seggio alle 9.15 rispetto al programma ufficiale diffuso ieri sera che prevedeva il voto solo in pomeriggio. Se lo sfidante di Bersani prosegue sulla linea del fair play - cedendo ancora solo a piccole punte polemiche sul mancato allargamento della platea del corpo elettorale - altrettanto non fa il suo comitato toscano che denuncia irregolarità nelle operazioni di voto.  

 

I RENZIANI: “IRREGOLARITA’ NEL VOTO”. I GARANTI: TUTTE REGOLARE  

«Dall’apertura dei seggi fino ad ora - spiega Nicola Danti, responsabile dei comitati per Renzi in Toscana - persistono casi gravissimi, che mettono a rischio la validità del voto in numerosissimi seggi». Chiedendo «al coordinamento toscano delle primarie di intervenire immediatamente per ripristinare condizioni minime di legalità in tutta la regione», Danti al momento si limita a «denunciare una situazione intollerabile di disorganizzazione» augurandosi «che non si tratti di altro». Ma le operazioni di voto, in tutta Italia, assicura il presidente del collegio dei Garanti, Luigi Berlinguer, quasi a voler spegnere sul nascere ogni polemica, «si stanno svolgendo regolarmente e in modo fluido e sereno». Berlinguer ha poi voluto ringraziare il «lavoro instancabile e intelligente di più di centomila volontari. Dai 9232 seggi non vengono segnalati problemi di particolare rilievo». 

 

Ecco gli aggiornamenti in diretta del d-day del centrosinistra  

 

16.27 - Verifica sulle segnalazioni di Renzi  

In un quadro generale di regolare svolgimento delle operazioni di voto in tutta Italia, dal comitato Renzi sono pervenute al coordinamento nazionale una decina di segnalazioni su alcuni casi specifici, sui quali il coordinamento ha avviato le opportune verifiche al fine di assicurare la regolare continuità del voto. Lo precisa una nota dell’Ufficio stampa delle primarie del centrosinistra Italia.BeneComune. 

 

16.04 - I renziani: affluenza in netto calo per colpa delle regole  

«Attenzione, affluenza in netto calo, come ovvio viste le regole. Se ritorniamo tutti a votare, vinciamo. Forza! Proviamoci, è fattibile». Questo il testo di una mail inviata oggi dal comitato “Adesso Partecipo” per Matteo Renzi ad un gran numero di destinatari.  

 

15.53 - Reggi: l’affluenza in calo ci può favorire  

«Renzi ha annullato la partita di calcetto per riaprire la partita per candidarci alla guida del Paese. Il calo dell’affluenza ci può favorire». È quanto ha affermato in diretta a Tgcom24 da Roberto Reggi, coordinatore della campagna elettorale di Matteo Renzi. «Ci sono stati alcuni problemi in giro - ha aggiunto Reggi - e la mancata registrazione ha creato qualche disguido in alcuni seggi. Ci sono meno elettori e questo trend si sta confermando dappertutto. Quelli che si sono iscritti al secondo turno e poi bocciati sono circa 180 mila. Ci sono però anche molti che sono andati al primo turno e non al secondo. Noi crediamo che l’invito al voto sia stato colto dalla parte dei renziani consolidandoci. Pensiamo anche che chi ha votato al primo turno e non al secondo ha fatto mancare un voto a Bersani». 

 

15.45 - Bersani: “Giornata di festa”  

«Oggi sarà una giornata di festa per la democrazia. Grazie a tutti i volontari che la stanno rendendo possibile». Lo scrive su Twitter il segretario del Pd Pier Luigi Bersani.  

 

15.15 - L’affondo del rottamatore sui respinti  

«È pazzesco che 10 mila persone non possono votare qui a Firenze». Così, secondo quanto riferito all’Adnkronos, si è espresso il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, parlando con due elettrici mentre si trovava in fila per votare al seggio allestito in piazza dei Ciompi. Nel capoluogo toscano, infatti, sono state 10 mila le domande di nuova registrazione per partecipare al ballottaggio, ma di queste ne sono state accettate soltanto 10. In mattinata oltre 50 persone che si erano presentate in due seggi fiorentini per votare, mostrando l’e-mail di richiesta al sito www.domenicavoto.it, sono state respinte. 

 

14.50 - Affluenza in calo, salta il calcetto di Renzi  

Niente partita di calcetto, questo pomeriggio, per Matteo Renzi. Lo comunica il comitato del sindaco. La partita era prevista per le 16. Secondo quanto si apprende, Renzi avrebbe comunicato il cambio di programma ai suoi collaboratori via sms, spiegando che, vista l’affluenza in calo, preferisce andare alla sede del suo comitato. 

 

14.23 - I comitati di Bersani: in Toscana tutto regolare  

«Da quello che ci risulta in Toscana al di là di qualche problema organizzativo non dipendente dagli uffici elettorali, le operazioni di voto si stanno svolgendo nel massimo della serenità e della regolarità. Non va quindi alimentato un clima di sospetto non attinente alla realtà dei fatti in un giorno così importante». Lo affermano il deputato Luca Sani e il consigliere regionale Ivan Ferrucci, del coordinamento regionale dei Comitati Bersani, replicano alle accuse sulle presunte irregolarità asserite dal Comitato Renzi in Toscana. 

«Anzi - aggiungono Sani e Ferrucci - ringraziamo ancora una volta tutti gli elettori del centrosinistra che si stanno recando a votare e un grazie lo rivolgiamo ancora una volta ai tanti volontari che in maniera gratuita e disinteressata stanno consentendo lo svolgimento di queste primarie nell’interesse di tutti. Andiamo avanti così senza creare polemiche e poi tutti insieme questa sera festeggeremo il candidato del centrosinistra per vincere battaglia vera che ci aspetta tra qualche mese». 

 

13.38 - Alle 12 un milione di elettori  

Il coordinamento nazionale della primarie comunica che «alle ore 12.00 di oggi hanno votato un milione di elettori». Il 25 dicembre, sottolinea la nota, «alle 13.30 il dato dell’affluenza era di un milione e trecento mila elettori del centro sinistra». Il dato, sottolinea la nota, «dimostra, ancora una volta, una straordinaria partecipazione che si sta svolgendo in modo sereno e regolare». 

 

13.30 - Prodi: “E’ stata una battaglia vera”  

I dibattiti sono «un gioco delle parti, abbastanza normale. Si diceva che in Italia non ci sono alternative nei partiti. Qui c’è stata una vera battaglia, di personalità e anche di visioni del paese. È la democrazia, ragazzi». Così la pensa l’ex premier Romano Prodi, che ne ha parlato dopo aver votato al seggio di via Orfeo a Bologna, accompagnato dalla moglie Flavia e dalla portavoce e deputata del Pd Sandra Zampa. «Tenete conto - ha aggiunto rivolgendosi ai cronisti che gli avevano domandato cosa ne pensasse dei dibattiti degli ultimi giorni sulle regole, e se bisognava favorire un po’ di più l’accesso alle urne dei nuovi iscritti - che questo è un esperimento nuovo, qualche problema di regolamentazione c’è sempre. Pensate alla tragedia delle primarie del centrodestra francese, è successa l’ira di Dio. Proprio perché questi nuovi procedimenti, queste nuove prassi devono consolidarsi». Il “Professore” ha detto quindi di augurarsi, rispetto alle discussioni «che non sia dato ad esse un’importanza superiore a quello che non hanno». E ha fatto l’esempio del «commercio internazionale» dove «qualche lite c’è sempre. Speriamo che continui ad andar bene fino a stasera». 

 

13.28 - Problemi a Firenze  

Il Pd metropolitano di Firenze sta preparando con i suoi avvocati una denuncia per truffa e una richiesta danni in sede civile contro la ditta che era incaricata di digitalizzare completamente l’albo degli elettori aventi diritto a votare al ballottaggio odierno delle primarie del centrosinistra. Lo si apprende dalla segreteria metropolitana del Pd, dopo che in molti seggi fiorentini ci sono stati disguidi per la mancata disponibilità degli elenchi elettorali su supporto informatico. Le operazioni di voto si stanno svolgendo comunque grazie agli elenchi elettorali usati domenica scorsa e ai registri cartacei con i nominativi degli avanti diritto. La ditta è toscana ed era stata incaricata di completare questo lavoro informatico entro i tempi utili per organizzare i seggi che hanno aperto questa mattina alle 8. 

 

13.11 - A Trieste “terzo tempo”  

Renziani e bersaniani si troveranno assieme stasera, in una birreria di Trieste, per un «terzo tempo» di amicizia dopo la chiusura del ballottaggio delle Primarie. Lo annuncia su Facebook il segretario provinciale del Pd, Francesco Russo, sostenitore del segretario nazionale, che ha accolto la proposta di Aureo Muzzi, promotore di Matteo Renzi. «È una specie di “terzo tempo” - scrive Russo - come quello del rugby, sport duro ma sempre leale. È lo stile con cui abbiamo lavorato e ci siamo confrontati a Trieste in queste settimane, cercando di ricordare sempre che l’obiettivo era il bene del Pd e degli italiani».  

 

12.59 - Ritardi in Toscana  

In diversi seggi di Firenze, qualche disguido organizzativo ha provocato il ritardo nell’avvio del voto per il ballottaggio delle primarie del centrosinistra. I problemi sono stati legati, in particolare, ai ritardi nella digitalizzazione informatica degli elenchi degli elettori. E così è accaduto che - è il caso del circolo fiorentino Andreoni - è stato dato avvio al voto senza il registro: la gente in coda stava iniziando a protestare perché voleva votare e poi andarsene. 

 

12.33 - Vendola: “Ho votato Bersani”  

«Ho votato Pier Luigi Bersani perché al centro delle sue parole ci sono due concetti che si incrociano e sono decisivi per affrontare la crisi del nostro tempo: lavoro e morale». Lo ha detto il leader di Sel e presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, che questa mattina, insieme con il suo compagno Ed, ha votato per le primarie del centrosinistra poco dopo le 11.30 nel seggio di Terlizzi. «Il lavoro come diritto fondamentale della nostra democrazia - ha aggiunto - e non c’è moralità pubblica che non parta dai diritti sociali, di libertà e dai diritti civili». «Per questo ho votato Bersani - ha concluso - lavoro e morale».  

 

12.30 - Berlinguer: voto regolare in tutta Italia  

«Le operazioni di voto si stanno svolgendo regolarmente e in modo fluido e sereno in tutta Italia, grazie al lavoro instancabile e intelligente di più di centomila volontari». Lo afferma Luigi Berlinguer, presidente del Collegio dei Garanti. «Dai 9232 seggi - prosegue Berlinguer - non vengono segnalati problemi di particolare rilievo. Un ringraziamento ai candidati e ai loro sostenitori che stanno contribuendo alla regolarità e tranquillità del voto. Ricordo - conclude - che si può votare fino alle ore 20.00 di questa stasera». 

 

12.20 - I renziani: a rischi la validità del voto in Toscana  

«Dall’apertura dei seggi fino ad ora persistono in Toscana casi gravissimi, che mettono a rischio la validità del voto in numerosissimi seggi». Lo afferma in una nota Nicola Danti , responsabile dei comitati per Renzi in Toscana, chiedendo «al coordinamento toscano delle primarie di intervenire immediatamente per ripristinare condizioni minime di legalità in tutta la regione». «Per ora denunciamo una situazione intollerabile di disorganizzazione, speriamo - conclude Danti - che non si tratti di altro». «In molti seggi fiorentini - spiega Danti - mancano i registri del primo turno, nel comune di Fivizzano sono stati impropriamente trattenuti i cedolini del 25 novembre e consegnati nuovi oggi, a Grosseto vengono segnalati numerosi casi di doppi elenchi».  

 

11.40 - Bersani: “Renzi gioca a calcetto? Io tranquillo”  

Ai cronisti che lo hanno incalzato, nonostante il suo desiderio di non parlare, Pierluigi Bersani dopo il voto per le primarie di centrosinistra, una risposta l’ha data. Stuzzicato dalla domanda: «Matteo Renzi per rilassarsi oggi pomeriggio gioca a calcetto, lei che fara?», il segretario del Pd ha risposto: «Ma io son bel tranquillo, non sono mica teso». Bersani è arrivato al seggio nella ex sede della Circoscrizione 2 accompagnato dalla moglie, Daniela Ferrari, e dalle due figlie, Margherita ed Elisa. Il segretario secondo quanto si è appreso dovrebbe restare per il pranzo con la famiglia a Piacenza e poi rientrare a Roma per attendere lo spoglio.  

 

11.05 - Vota Bersani  

Commenta questo articolo

Tutti i commenti