CORSERA ELEZIONI POLITICHE 2013 DIEGO RIGHINI MIR VEZZALI BOMBASSEI SECHI LO SCONCERTANTE CLUB POLITICO DI MARIO MONTI
Roma 9 Gennaio 2013 CORSERA.IT
Trovo sconcertante che Vezzali, Bombassei e Sechi oggi decidano di candidarsi con Mario Monti per opportunismo, chi ha seguito le dichiarazioni dei tre personaggi durante il 2012, le ha viste tutte contro le tasse, le iniquità e la dipendenza dalla finanza internazionale di Mario Monti, ora invece si schierano contro il loro bersaglio.
“Il governo ha scritto una pagina pazzesca sull’Imu – ha detto a Ballarò il 4 aprile 2012 il direttore del Tempo, Mario Sechi – perché noi abbiamo le fondazioni bancarie che sono esentate dal pagamento della nuova imposta sugli immobili.Voglio sottolineare che le fondazioni bancarie (vicine a Monti) nel 2008 hanno staccato dividendi, cedole e utili per un miliardo e quattrocento milioni di euro. E questi non devono pagare l’IMU mentre il pensionato sì? Lo trovo inaccettabile.”
"Più che i salari
, che può darsi siano un pò più bassi (del resto d'Europa, ndr), il problema è il costo del lavoro che è molto più alto». Così il vicepresidente di Confindustria, Alberto Bombassei, ha criticato il 20 dicembre 2011 sul Sole 24 ore le dichiarazioni del ministro del lavoro Elsa Fornero.
Secondo me non c'é più dignità quando una persona si contraddice per raggiungere una poltrona comoda mentre a raccontato fino a pochi giorni prima che Mario Monti rappresentava il potere privilegiato contro il ceto medio e le imprese.
Li invito a rinunciare alla candidatura per dignità personale.

Diego Righini
Commenta questo articolo

Tutti i commenti