Coppie gay, Oliari (GayLib): “Casini dimostra palesi limiti di conoscenza della questione. La coalizione montiana pensa solo all’economia”

Roma 27 Gennaio 2013 Corsera.it

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera del nostro amico Enrico Oliari,che ringraziamo per la dedizione profusa a difesa dei diritti dei cittadini italiani.Siamo vicini alle sue istanze,per quel poco che possiamo fare.

L'editore del Corsera.it Matteo Corsini

“Capisco che per la coalizione di Monti esistano solo economia e spread e che in nome dell’apostolica benedizione anche i partiti minori, come Futuro e Libertà, abbiano tradito quell’ombra di laicismo che avevano, ma Casini oggi sui gay sta dimostrando palesi limiti di conoscenza di un problema che riguarda milioni di italiani”. Ad affermarlo è Enrico Oliari, presidente di GayLib (gay di centrodestra), il quale spiega che “è vero, ci sono altre forme per riconoscere le coppie dello stesso sesso, nei loro diritti e nei loro doveri; tuttavia se è vero, come lui dice, che non tutti gli omosessuali vogliono sposarsi, altresì è vero che non tutti gli eterosessuali vogliono contrarre matrimonio, salvo loro averne la possibilità e quindi la libertà di scelta. Casini dovrebbe piuttosto chiedersi come mai l’Italia è l’ultimo paese dell’Europa occidentale a non aver legiferato in materia, cosa che ci pone persino dopo paesi del Terzo mondo”. “In merito ai registri comunali delle unioni civili, disattesi dalla comunità gay – ha continuato il presidente di GayLib – faccio notare a Pierferdinando Casini che tali iniziative non hanno il minimo risvolto ne’ dal punto di vista giuridico, ne’ da quello pratico: perché noi, coppie gay, dovremmo metterci in coda all’anagrafe… per iscriverci al nulla?”. Oliari ha poi spiegato che “anche quello dell’adozione è un falso problema, dal momento che in Italia neppure le coppie eterosessuali hanno diritto di adottare, poiché lo Stato tutela il diritto del minore, mentre le coppie sono idonee o meno all’adozione a seconda di quanto stabilisce il giudice”. “La realtà è – ha concluso Oliari – che la coalizione montiana tutta  è insensibile ai diritti civili delle persone omoaffettive, nonostante questi rappresentino la cartina di tornasole che dimostra la reale capacità di considerare tutti gli aspetti di un popolo, non solo quelli economici”.

Enrico Oliari

Inserisci il testo della notizia
Commenta questo articolo

Tutti i commenti