VITTORIO SGARBI SQUATTRINATO PIETISCE UNA COMPARSATA IN TV ODIANDO BONOLIS.

New York 18.1.2009(corsera.it)

E' stato una star della televisione,divenne famoso quando in diretta dal Maurizio Costanzo show annunciava di voler uccidere un critico d'arte a lui inviso.Il Cavaliere Silvio Berlusconi lo ha usato come manlio per demolire gli esponenti DS e chiunque gli si avvicinasse a tiro.Una parabola quella di Vittorio Sgarbi che ha toccato anche la politica fino a diventarne esponente di punta di Forza Italia.Ma L'enorme egocentrismo del profilattico più famoso d'Italia adesso cerca dimora ovunque in TV pur di raggranellare qualche quattrino.Ma la realtà è che il mondo televisivo si è dimenticato di lui e forse molto lo deve a quel suo carattere irascibile e all' egocentrismo sfrenato che ha osato sfidare il Cavaliere.Il partito dei Belli,le sue esagerazioni che potevano avere senso e forma se racchiuse nell'ambito della personalità frustrata di un critico d'arte semisconosciuto di una cittadina di provincia,adesso tentato di rimanere a galla nel caos del successo mediatico.Ma non sempre è facile e forse la stella di Sgarbi abbandonata dal Cavaliere si sta eclissando.L'eclissi è poi devastante perchè oltre alla dimenticanza unisce la povertà.Ma forse quella di cui deve avere maggiore paura Vittorio Sgarbi è la povertà del suo animo e la dannazione alla quale si è ridotto per vanità e narcisismo.

Corriere della sera. MILANO — Sgarbi alla «Fattoria» per due milioni di euro? Ma se il proprietario di Mediaset è pure il proprietario del Milan, i conti non tornano... «Per due milioni di euro faccio il contadino nel reality», ha detto Vittorio Sgarbi a Libero. Ha spiegato il sindaco di Salemi: «Il mio agente sta trattando con tutti per il mio contratto di sopravvivenza. I soldi mi servono per pagare i debiti. Per quella cifra vado ovunque: Isole, Talpe, Fattorie, che me ne importa».

Più che ad una trattativa, però, siamo di fronte ad un'autocandidatura, trapela da Mediaset. Tocca a Endemol (che produce il programma) proporre la rosa di nomi come possibili concorrenti del reality di Canale 5 condotto da Paola Perego a partire da fine febbraio. Poi si deciderà. Ora ovvio, questa autocandidatura, verrà soppesata. Ma la cifra sembra decisamente fuori budget. Roba da sceicchi, roba da Mansour bin Zayed, quello che vuole Kaká.

Si può fare un raffronto: a «Ballando con le stelle», lo show condotto su Raiuno da Milly Carlucci su Raiuno, l'ingaggio dei concorrenti dovrebbe essere al di sotto dei 100 mila euro per le dieci puntate. Unica eccezione per Emanuele Filiberto e Valentina Vezzali, che guadagnerebbero di più. Ma arrivare a due milioni... «Vado in qualsiasi boiata tv — ha detto Sgarbi —, basta che mi paghino bene, faccio un po' il pirla e mi godo una specie di vacanza». Ha aggiunto: «Da Milly Carlucci ho fatto dieci punti in più della media. Insomma, quei soldi li danno a Bonolis che è privo di ogni valore ed ogni virtù, ogni volta che lo vedo mi viene il mal di pancia. Perché io non dovrei pretenderli?». (r. fra.)

Commenta questo articolo

Tutti i commenti