ROMA CELEBRAZIONI SHOAH LETTERA APERTA A GIORGIO NAPOLITANO FERMO MATTEO CORSINI MIR PRECLUSO IL DIRITTO TUTELATO DALL'ART. 21 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA

ROMA 28 GENNAIO 2013 CORSERA.IT

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO E PER CONOSCENZA AL PRESIDENTE DELL'ATAC ROBERTO GRAPPELLI, AL SINDACO DI ROMA GIANNI ALEMANNO,AL QUESTORE DI ROMA FULVIO DELLA ROCCA,AI GIORNALI,AI PARTITI,AI CITTADINI ITALIANI.

MI DOMANDO SE DISTRIBUIRE COPIA DI UN ARTICOLO SULLA CELEBRAZIONE DELLA SHOAH,ANCORA OGGI IN ITALIA COSTITUISCE MOTIVO PER UN FERMO DI POLIZIA.

RICORDO A TUTTI CHE QUESTA MATTINA INTORNO ALLE ORE 11.00,SONO STATO FERMATO E CONDOTTO AL COMMISSARIATO DI POLIZIA DI SAN GIOVANNI,PER AVER DISTRIBUITO ALCUNE COPIE DI UN MIO ARTICOLO,AD ALCUNI CONOSCENTI E PASSANTI,RELATIVO ALLE CELEBRAZIONI DELLA SHOAH."CORSERA LE CELEBRAZIONI DELLA SHOAH IL GENOCIDIO DI UN POPOLO CHE NON DOBBIAMO MAI DIMENTICARE."

IN SEGUITO AL FERMO DEL COMMISSARIATO DI POLIZIA AVVENUTO IN MIO DANNO NEL CORSO DELLA MATTINA DEL 28 GENNAIO 2013 PRESSO IL SOTTOPASSO DELLA METROPOLITANA DELLA STAZIONE DI PIAZZA DEI RE DI ROMA,TENGO A PRECISARE CHE MI E' STATO PRECLUSO CON ATTEGGIAMENTI VESSATORI E MINACCIOSI,IL DIRITTO TUTELATO DALL'ART.21 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL MIO PENSIERO.COMPORTAMENTO TANTO PIU' CENSURABILE,PERCHE' AVVENUTO NEL CORSO DELLA CAMPAGNA POLITICA IN ATTO PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE REGIONALI,IN CUI PARTECIPO COME CANDIDATO NEL COLLEGIO DI ROMA PER IL MIR MODERATI ITALIANI IN RIVOLUZIONE DEL PROFESSOR GIANPIERO SAMORI'.LE CIRCOSTANZE DI FATTO NON POTEVANO DARE ADITO ALLA REAZIONI ECCESSIVE E MALEDUCATE DEI VIGILANTI ARMATI DELL'ATAC E DEGLI AGENTI DI POLIZIA DI STATO.

ROBERTO BENIGNI E LA COSTITITUZIONE A CHE SERCE LEGGERLA IN TELEVISIONE SE POI NESSUNO RISPETTA I SUOI PRINCIPI FONDAMENTALI?

Commenta questo articolo

Tutti i commenti