CORSERA GRANDI INCHIESTE FONDAZIONE ITALIANI NEL MONDO SILVIO BERLUSCONI SERGIO DE GREGORIO CORRUZIONE FINANZIAMENTO ILLECITO AI PARTITI

Roma 28 Febbraio 2013 Corsera.it di Renato Corsini

Berlusconi – De Gregorio. La corruzione corre sul filo delle indagini dei PM Vincenzo Piscitelli e John Woodcock della Procura della Repubblica di Napoli.L’innominato di Arcore e l’ex senatore Sergio De Gregorio hanno ricevuto gli avvisi di garanzia con l’accusa di corruzione e finanziamento illecito dei partiti.Il reato si sarebbe consumato con la cessione di 3 milioni di euro al De Gregorio tramite la Fondazione Italiani nel Mondo e il socio d’affari Valter Lavitola ex direttore del quotidiano L’Avanti.  Era già nota l’inchiesta dei PM napoletani su De Gregorio e Lavitola. Il fatto nuovo è il coinvolgimento della Dda i sostituti procuratori Francesco Curcio, Alessandro Milita e Fabrizio Vanorio. Corsera magazine si è occupato dei rapporti dell’ex senatore con l’innominato con una serie di articoli premonitori degli esiti a cui sono giunte le indagini dei magistrati. In particolare la denuncia sulla Fondazione alla Procura della Repubblica di Roma pubblicata il 3 ottobre 2012 con il titolo “ Corsera Lavitola Sergio De Gregorio un milione di euro da Silvio Berlusconi”. Susseguentemente...

l’articolo 25 ottobre 2012 con il titolo “Corsera Finmeccanica lo sporco affarismo del sistema Berlusconi”. Già in precedenza Corsera Magazine si era occupato dell’ex senatore all’epoca della nascita della fondazione sollevando dubbi sulle reali finalità istitutive con un articolo 2 settembre 2009 intitolato “ Fondazione Italiani nel Mondo. La pubblicazione del manifesto dei cinque parlamentari. Pubblicità ingannevole e copertura di altre finalità”.

Nella fase finale della XVI Legislatura i PM napoletani Piscitelli e Woodcock nell’ambito della medesima inchiesta sui fondi pervenuti al quotidiano L’Avanti nella fattispecie di finanziamenti per l’editoria e sulla dazione di  1 milione di euro all’ex senatore propedeutico per la trasformazione Dell’Associazione italiani nel mondo nella forma giuridica di Fondazione, avevano chiesto l’arresto di De Gregorio. Il Parlamento la respinse. Ora però i nodi sono tornati al pettine. L’attenzione di Corsera Magazine sulle vicende politiche dell’ex senatore e in  particolare sulla sua Fondazione è rilevabile dalla pubblicazione di altri articoli.

“Italia Iran via Teheran. La misteriosa storia dei servizi segreti italiani”. ( 15 luglio 2009 ). “ Fondazione Italiani nel Mondo i soldi arrivano dal decreto mille proroghe”

( 2 febbraio 2009 ). “ Fondazione Italiani nel Mondo. Il PDL fa quadrato sul senatore Nicola Di Girolamo. Il quinto nome della Fondazione coperta dal silenzio del governo. Fuori i nomi e gli scopi ancora occulti” (5 febbraio 2009 ). “ Fondazione Italiani nel Mondo. La nuova loggia massonica di Berlusconi. Lo zampino di Licio Gelli e di dell’Utri. Roma tappezzata di manifesti” (23 dicembre 2008 ). “ Fondazione Italiani nel Mondo il sapore antico delle logge massoniche” ( 20 ..2009 ).

 

Dalle recenti elezioni politiche per gli italiani residenti all’estero sono usciti 5 deputati per il PD e 1 per il PDL. Per il Senato  4 senatori per il PD e nessuno per il PDL. Spariti i cinque parlamentari della Fondazione Italiani nel mondo.

Renato Corsini.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti