CORSERA NAPOLI ATTENTATO ALLA DEMOCRAZIA SERGIO DE GREGORIO SMENTISCE BERLUSCONI I PM NON MI COSTRINSERO A PARLARE

Roma 1 Marzo 2013 Corsera.it

 

Fondazione italiani nel mondo.La grande inchiesta del Corsera.it rimbalza sulle prime pagine di tutti i giornali.il Senatore Sergio De Gregorio smentisce Silvio Berlusconi  sull'interpretazione dei fatti data da Berlusconi in mattinata. Il leader del Pdl, indagato dai pm partenopei con l'accusa di aver corrotto il senatore, aveva infatti detto: «De Gregorio ha parlato per paura di finire in cella». L'ex Idv, invece, in una nota replica secco: «La scelta di sottopormi ad interrogatorio è stata il frutto di una mia libera determinazione». Romano Prodi, commentando questa vicenda al Tg1, ha detto: «Se le cose stanno così, si tratta di un vero attentato alla democrazia».

MILANO - Torna ad infuocarsi la battaglia fra Silvio Berlusconi e la giustizia. E su più fronti in contemporanea. Venerdì mattina a Milano, nel processo di appello del caso Mediaset, per il Cavaliere è stata chiesta una condanna a quattro anni. Ma è in serata che è arrivata la seconda sorpresa per l'ex premier, sul fronte dell'inchiesta di Napoli questa volta. Il senatore Sergio De Gregorio ha infatti smentito l'interpretazione dei fatti data da Berlusconi in mattinata. Il leader del Pdl, indagato dai pm partenopei con l'accusa di aver corrotto il senatore, aveva infatti detto: «De Gregorio ha parlato per paura di finire in cella». L'ex Idv, invece, in una nota replica secco: «La scelta di sottopormi ad interrogatorio è stata il frutto di una mia libera determinazione». Romano Prodi, commentando questa vicenda al Tg1, ha detto: «Se le cose stanno così, si tratta di un vero attentato alla democrazia».

 

IL CASO DE GREGORIO E LA SMENTITA - Berlusconi da Milano aveva voluto commentare con i giornalisti l'inchiesta della Procura di Napoli che lo vede indagato con l'accusa di aver pagato il senatore De Gregorio, eletto nelle fila dell'Idv, per passare con il centrodestra e togliere così il sostegno al governo Prodi. Il Cavaliere si è detto convinto che il senatore ha dichiarato di aver ricevuto tre milioni di euro perché «i magistrati gli hanno detto: "O ci dici qualcosa su Berlusconi o vai in galera", e lui che ha paura del carcere ha parlato». Per l'ex premier si tratta di una «barbarie» compiuta dalla magistratura che avrebbe costretto De Gregorio a parlare, dichiarando una cosa che secondo Berlusconi non è comunque mai avvenuta. Di segno completamente opposto però la nota del senatore, arrivata in serata: «In relazione a notizie di stampa dalle quali si apprende che sarei stato "costretto dai pm" a rendere dichiarazioni accusatorie contro l'onorevole Berlusconi, mi corre l'obbligo di precisare che la mia scelta di sottopormi ad interrogatorio è stata il frutto di una mia libera determinazione».

Commenta questo articolo

Tutti i commenti