ROMA ELEZIONI COMUNALI MATTEO CORSINI ROMA RISORGE IO IL SINDACO FANTASMA VIA VENETO TORNERA' AL CENTRO DEL MONDO NON IL COVO DELLA N'DRANGHETA

ROMA 9 MAGGIO 2013 CORSERA.IT

ROMA ELEZIONI COMUNALI MATTEO CORSINI ROMA RISORGE E' INCREDIBILE CHE DOPO LA RIAMMISSONE DELLA NOSTRA LISTA CIVICA ROMA RISORGE I QUOTIDIANI ROMANI CENSURINO LA NOTIZIA E PARLIAMO DE IL MESSAGGERO LA REPUBBLICA IL TEMPO LA STAMPA E LE TELEVISIONI TUTTE.HANNO PAURA DI MATTEO CORSINI EREDE DEL GRA,NIPOTE DEI COSTRUTTORI ROMANI,EDITORE DEL CORSERA.IT,FIGLIO DEL GIORNALISTA RENATO CORSINI,PAURA DELLE 700 INCHIESTE GIORNALISTICHE CHE HANNO MESSO SPESSO E VOLENTIERI IN GINOCCHIO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.PAURA DI CONFRONTARSI IN TV,TANTO SONO BRUTTI E CON IDEE MEDIOCRI.PAURA DI LASCIARE CHE I CITTADINI SI RIPRENDANO LA GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA.MA DICIAMO LORO CHE DOVRANNO ARRENDERSI,DOVRANNO AFFRONTARMI,PERCHE' CREDIAMO NELLA NOSTRA CITTA',CREDIAMO NEL RIGORE,NELLA SICUREZZA SUL TERRITORIO,CREDIAMO AD UNA POLIZIA MUNICIPALE EFFICIENTE E DOTATA DI QUEI MEZZI CHE LE CONSENTANO DI OPERARE.CREDIAMO CHE TUTTO SI PUO' FARE MEGLIO,CHE GLI IMMOBILI DEL COMUNE PORTINO SOLDI NELLE CASSE DELLA CITTA',CHE GLI INNESTI DELLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA VADANO RECISI DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.CREDIAMO CHE VIA VENETO TORNI AD ESSERE IL CENTRO DEL MONDO E NON IL NIDO DOVE HA ATTECCHITO LA N'DRANGHETA.

SE VOGLIAMO CAMBIARE DOBBIAMO FRONTEGGIARE LA CAMORRA,LA MAFIA E LA N'DRANGHETA CON DECISIONE,DOBBIAMO FRONTEGGIARE LA CRIMINALITA',IN CITTA' SERVE UN SINDACO DI FERRO,SENZA COMPROMESSI,DISPOSTO A DIFENDERE IL SUO TERRITORIO,COME IO CREDO NEL MIO,PER LA MIA FAMIGLIA,GLI AMICI,PER TUTTI VOI,PER LA MIA CITTA'.

MATTEO CORSINI IL SINDACO FANTASMA

pubblichiamo un altro articolo che non riporta la lista Roma Riosrge

Di Carlotta Sabatino- I dati sulle prossime elezioni comunali di Roma che emergono dall’ultimo sondaggio realizzato da Spincon e pubblicato su Notapolitica.it , fanno emergere un quadro in forte cambiamento.

Quello che si va a delineare secondo Spincon è un “testa a testa” tra il sindaco uscente Gianni Alemanno , candidato per il centrodestra, e Ignazio Marino candidato per il centrosinistra.

In testa, anche se in calo rispetto all’ultima rilevazione dello stesso istituto (28 aprile), c’è sempre Ignazio Marino che raccoglie il 34,3% dei consensi (-0,5% rispetto al 28 aprile).

L’attuale primo cittadino, Gianni Alemanno, è invece dato in rimonta e rispetto all’ultima rilevazione registra un +3,4%. Per i dati diffusi oggi Alemanno è al 33,4%. Il distacco tra i due candidati si è notevolmente ridotto arrivando ad uno scarno 0,9%. 

Da tenere sempre sotto osservazione per la partita al Campidoglio anche Marcello De Vito, candidato 5stelle, e Alfio Marchini.

Marcello De Vito ad oggi si attesterebbe al 15,6%, seguendo il trend in negativo del suo Movimento il grillino perde il 3,3% rispetto all’ultimo sondaggio. Alfio Marchini invece viene dato in crescita e con uno +0,8% raggiunge la quota del 12%.

Staccati  i candidati minori: Sandro Medici (Sinistra radicale, Sinistra per Roma, Liberare Roma e Partito Pirata), Alessandro Bianchi (Progetto Roma), Simone De Stefano (Casa Pound e Militia Christi), Angelo Novellino (Italia Reale), Stefano Tersigni (Roma Capitale è tua) Giovanni Palladino (Popolari liberi e forti), Gerardo Valentini (Movimento Cantiere Italia), Edoardo De Blasio (Partito liberale Italiano), Luca Romagnoli (Fiamma Tricolore), Fabrizio Verduchi (Italia Cristiana), Valerio De Masi (Partito Italia Nuova), Gianguido Salenitch (Forza Nuova), che tutti insieme raggiungono il 4,7%.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti