ROMA MARTEDI' 21 MAGGIO 2013 SONDAGGI ELEZIONI COMUNALI SILVIO BERLUSCONI CUPIDIGIA E BRAMOSIA DEL VECCHIO RE DEL BUNGA BUNGA

Roma Martedi' 21 Maggio 2013 Corsera.it

Finiti gli internazionali di tennis a Roma si gioca un'altra partita all'ultimo sangue,un doppio tra i candidati Sindaco di Roma Alfio marchini e Matteo Corsini romani de Roma e i candidati sindaci barbari Gianni Alemanno di Bari e Ignazio Marino di Genova.Chi vincera' tra i quattro protagonisti della scena politica della capitale?

Silvio Berlusconi intende chiudere la campagna elettorale per il congedo di Gianni Alemanno,sul far del tramonto e proprio al colosseo.La cupidigia e la bramosia,sono due dei suoi principali vizi capitali.Laddove non riesce a possedere qualcosa,cerca di impadronirsene per altra via.Silvio Berlusconi non possiede il logo di Roma Risorge e allora ecco inventare la chiusura della campagna elettorale proprio al Colosseo al far del tramonto.Lo stesso esatto luogo dove dieci anni orsono nasceva Roma Risorge,il sito naturale del suo divenire.E' il logo di Roma Risorge,nomi e verbi che non potra' neanche nominare,per non tirare una involontara volata all'agguerrito candidato Sindaco Matteo Corsini.Hanno tentato di tutto contro il leader del movimento Roma Risorge,persino fatto sparire,la figlia e la sorella,dai documenti del COEC.Matteo Corsini figlio del giornalista Renato Corsini e' il vero pericolo per le lobby del potere italano,da oltre 50 anni combattono senza quartiere la corruzione nella pubblica amministrazione e lo sperpero del denaro pubblico.Qui non si parla di protesta generalista alla Beppe Grillo,ma di gente che prende carte e penna e ricorre alla Procura della Repubblica per aprire le inchieste giudiziarie.Roba da far accapponare la pelle ad uno come Silivo Berlusconi,che vede Matteo Corsini irrompere nella scena politica,indipendente,autonomo,dotato di parlantina e molte idee nel suo programma.Come fermarlo?

L'anziano capo popolo del centrodestra Silvio Berlusconi ama Matteo Corsini di Roma Risorge,del suo programma del 2003,ha saccheggiato praticamente tutto ed oggi persino la chiusura della campagna elettorale per il congedo di Gianni Alemanno da Sindaco di Roma,avviene nella cornice del Colosseo,proprio dove dieci anni orsono nasceva Roma Risorge.E' proprio Silivo Berlusconi a tirare la volata a Matteo Corsini l'erede della famiglia GRA,dichiarando che :"la nostra Capitale che proprio non può permettersi di avere in Campidoglio un non romano, un turista politico, un improvvisatore incompetente».E sicuramente questa frase non fa riferimento al sindaco uscente Gianni Alemanno,che ancora parla con una marcata inflessione barese.Silvio Berlusconi ha un'altra....

idea per la testa,vede profilarsi dal cornicione del Colosseo,un altro leader politico,rimasto nell'ombra,ma che adesso ha deciso di irrompere nella scena,partendo da zero,dalle borgate romane.

Matteo Corsini e' nato a Roma il 3 Maggio del 1963,nipote di Eugenio GRA,ha compiuto 50 anni,vive a Roma,ha due figli Domitilla ed Edoardo,immobiliarista conosciutissimo e' l'unico tra i candidati sindaco di Roma,che ha dalla sua parte il curriculum dell'imprenditoe di successo.Partito da zero,Matteo Corsini appare oggi l'unico vero candidato sindaco di Roma che ha saputo legarsi alle borgate romane,candidando tanta gente del popolo,sopratutto residenti di Casalbertone.

Nelle liste di Ignazio Marino e di Gianni Alemanno come quelle di Alfio Marchini non ci son candidati delel borgate romane,eppure ,furbescamente questi candidati sindaco cercano consenso nelle periferie romane.Parole soltanto parole.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti