Tiziana Cantone suicida in un gioco perverso la roulette dei video porno fa il giro del mondo
Tiziana Cantone non c'e' piu' e il video porno fa il giro del mondo .Malgrado la morte e' diventata una pornostar postuma perche' Tiziana Cantone era una bellissima ragazza dagli occhioni blu che si perdevano nel vuoto mentre si dedicava al sesso orale con il compagno.Morte ingiusta e forse anche inutile dal momento che fu lei stessa ad inviare quei video selfie ad alcuni amici ,nessun altro.La morte e' sempre il peggiore sigillo per la vita di un giovane,una porta gigantesca che si chiude per sempre sopra di noi.Era inutile uccidersi la vergogna esiste soltanto dentro noi stessi perche' un video sono immagini,magari montate che lasciano fantasticare l'utente eccitato.Un video porno e' un film in cui l'immaginazione e la realta' si fondono, senza alcuna preminenza dell'una sull'altra. Tiziana ha avuto paura per la sua vita,forse ha fatto entrare nella sua intimita' la propria coscienza.
Tiziana Cantone è morta per una cosa che era cominciata come un gioco. Era un gioco fare sesso cambiando partner, era un gioco lasciarsi riprendere, era un gioco inviare poi i video ad altri uomini. Lei ha giocato senza rendersi conto di quanto fosse pericoloso. Non ha capito che mandare in giro quelle immagini significava mettere la sua intimità nelle mani di gente che avrebbe potuto farne qualsiasi cosa. Se ne è resa conto quando ha scoperto di essere finita sui siti porno. E ha provato, inutilmente, a fermare quel mondo incontrollabile che è il web. Quello che Tiziana oggi non può più raccontare — le sue libere scelte sessuali, la condivisione dei video e ritrovarseli online, e poi la vergogna e gli insulti e le battutacce, e la solitudine, la depressione, le lacrime, la voglia di farla finita — lo raccontano le carte giudiziarie dei procedimenti nati dalle sue denunce e dai suoi tentativi di far sparire dalla Rete quei filmati.
Commenta questo articolo

Tutti i commenti