CorSera economia sale il real estate Unicredit MPS banche sull'orlo di una crisi di nervi il sistema bancario italiano e' fallito

L'aumento di capitale di Unicredit sara' di quasi 20 mila miliardi la manovra finanziaria di un paese come l'Italia.L'intero sistema bancario italiano si puo' dire fallito e nessuno ancora ne parla.I bilanci di queste imprese sono affogati da centinaia di miliardi di euro di proprieta' immobiliari il cui valore si e' dimezzato.Ma in controtendenza il mercato immobiliare ,proprio in questa fase di crisi,tende a riequilibrarsi e riprende tono vigore .

Il mattone dovrebbe alla fine riesplodere per via dell'annientamento del settore bancario,perche' questo fara' da contrappeso al rilancio dell'investimento sicuro per eccellenza.Se gli aumenti di capitale di MPS e Unicredit dovessero in qualche modo fallire ( io non credo ndr) si aprirebbe uno scenario raccapricciante per il destino economico del paese.L'intero sistema finanziario italiano entrebbe in un collasso collapse without end,lasciando entrare nella centrifuga la ribasso speculatori di ogni sorta.Siamo molto piu' vicini ad una crisi interna di quando si prospettava la rottura dell'euro con l'uscita della grecia dell'Unione europea.Per questo gli immobili saliranno in controtendenza,diventando il porto sicuro dove infilare i risparmi di una vita.Giu' le banche su il mattone .(CorSera Matteo Corsini) 

 
Zavorrata anche oggi dalle banche, Piazza Affari si muove in controtendenza rispetto all’andamento dei listini azionari in Asia e Stati Uniti. Pesa il piano “lacrime e sangue” annunciato da Unicredit, che parla di un aumento di capitale da 18 miliardi di euro. Il timore dei mercati finanziari è che, un po’ come per Mps, la banca fatichi a suscitare l’interesse degli investitori. In particolare a ridosso del referendum costituzionale, che porta con sé rischi di instabilità politica. La paura è che in pochi vogliano detenere equity di banche italiane e che nel caso di Mps gli obbligazionisti subordinati non abbiano scelta: convertire i lower II o rischiare il bail-in.
Commenta questo articolo

Tutti i commenti