Referendum vince il NO, Matteo Renzi si dimette, è crisi di governo,inizia una fase drammatica per il nostro paese

CorSera.it

Referendum.Fin dalle prime ore del mattino era chiaro che la straordinaria affluenza alle urne indicava che il fronte del NO si stava ingrossando.Il malcontento sociale,la rivolta contro il governo si stava concretizzando nel foto referendario.La vittoria del NO provocherà,come tutti noi sappiamo ,un un lungo periodo di instabilita' dei mercati,con gravissime conseguenze sulla tenuta del nostro debito pubblico.Gli italiani adesso devono preoccuparsi di questo e credo che Matteo Renzi nel suo discorso a caldo dopo la sconfitta,abbia fatto bene a sottolineare che chi ha vinto si assume la responsabilita' di un paese sull'orlo del baratro.Purtroppo andremo incontro ad un periodo difficilissimo,e la speculazione cercherà di far vacillare l'Italia e insieme all'intero sistema europeo.Mi chiedo se questa volt ail bazooka di Mario Draghi sara' sufficiente a sostenere il nostro paese dalla crisi finanziaria che ci investrira' come uno tsunami.

Quella che si apre e' una bruttisima crisi di governo in un momento in cui il nostro paese avrebbe dovuto evitare scossoni,ma come tutti noni abbiamo visto,dalle dichiarazioni dei leader del fronte del NO,tutti sono interessati ad andare alle urne.L'Italia vacillera' nelle prossime ore,nei prossim giorni,i tentativi di riesumare il Monte dei Paschi di Siena e con lei il sistema bancario italiano,forse si areneranno e comunque saranno un bagno di sangue per tutti noi.Se il tappo salta,questa volta con l'acqua sporca voleranno in pezzi decine di banche italiane,lo stesso debito pubblico italiano che sarà violenetemente attaccato dagli Hedge funds.Noi italiani saremo tutti in trincea,purtroppo uniti da un destino difficilissimo.Ma come anticipato proprio ieri,forse la rivoluzione politica italina,cominciata con questo voto di protesta referendario,segna la svolta del nostro paese,e forse dell'intera Europa.Non c'e' dubbio che se la crisi economica continuera' a d abbattersi sul nostro paese,l'uscita dall' euro diventera' per gli italiani la sola opzione percorribile.

I mercati sanno tutto questo e colpiranno in maniera forte,selvaggia,come forse mai avevamo visto,se non ai tempi del fallimento di Lehman Brothers o nel corso della crisi dell'euro in Grecia.

 

CorSera.it 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti