Monte dei Paschi di Siena senior bridge loan il fondo Atlante si tira indietro una voragine da oltre 60 miliardi di euro

CorSera.it by Matteo Corsini

Come detto fatto,anzi dire accaduto.Il fondo Atlante si tira indietro dall'operazione di senior bridge loan del Monte dei Paschi di Siena, in evidenza i 27 miliardi di NPL non sono sufficienti a cauterizzare l'ammontare senza fondo dei crediti deteriorati.Il buco nero di MPS entro fine anno sarà ben peggiore dei 27 in via di cartolizzazione, si parla di una forbice tra i 10 e i  15 miliardi di euro,tanti sono i soldi che il Ministero del Tesoro si appresta a rendere disponibili per far fronte alla crisi dell'istituto di credito senese.

Ufficialmente si parla di un budget indispensabile al fine di soddisfare le necessita' finanziarie anche gli altri istituti in difficoltà,in realtà si guarda con ansia a Siena al fine di arginare il collasso della banca.Un buco nero pertanto che la societa' Qauestio (gestore del fondo Atlante) dovrebbe riuscire a garantire con un senior bridge loan da 6 miliardi,che potrebbero risultare insufficienti a risollevare la banca dal default . Sono chiare le prese di posizione ,anche in caso di successo dell'aumento di capitale,la situazione dei crediti deteriorati è incolmabile e se non entra lo Stato come ultima garanzia nessuno potrà salvarsi dallo tsunami che sta per investire l'intero settore bancario italiano .

 

CorSera.it

Commenta questo articolo

Tutti i commenti