Beppe Grillo il genio del Male dalla Virginia Raggi a Cesare Previti a Silvio Berlusconi,come si sgretola il potere altrui

CorSera.it L'utopia del  Movimeno 5 Stelle tra giochi di potere e pedine in mano ai prestigiatori del Male.

Beppe Grillo il genio del male.Con Virginia Raggi,una praticante dello studio di Cesare Previti,ha scardinato il potere di Roma ,la Capitale d'Italia,segno premonitore che prima o poi il comico genovese riuscirà a lambire il trono della presidenza del Consiglio.La pedina Viginia Raggi Vergine da sacrificare all'altare della politica è l'innesto diabolico tra vecchia politica e il Movimento 5 Stelle,tra Beppe Grillo e Silvio Berlusconi.Distruggendo gli altri,Beppe Grillo guadagna il trono per se stesso.

Non c'e' dubbio che entrambi corrono per svuotare dall'interno il Partito Democratico e per demolire la nuova democrazia cristiana,i cavalli di Troia sono quanto di meglio possa concedere la politica.Se non fosse stato per Virginia Raggi,il Movimento 5 stelle non avrebbe mai vinto nella capitale,non certamente con Marcello De Vito.Tra Grillo e Berlusconi c'e' convergenza di idee,anche se si guardano in cagnesco.Beppe Grillo non rovescerà i rapporti di forza italiani,non ne sarebbe capace,tantomeno lotterà contro la corruzione,cosa che non ha mai fatto,e si guarderà dal fronteggiare le mafie italiane.Beppe Grillo vuole il potere,gioca con esso,come un imperatore romano che vede alla portata di mano la vittoria celestiale,quella voluta da Dio.

Ciò che al contrario mi appare chiarissimo è che il Movimento 5 Stelle è costituito nella sua massima parte da un gran numero di cittadini italiani stufi della politica,ovvero desiderosi di prendere il posto di tutti quelli che fino ad oggi li hanno spernacchiati.Ma non vi è alcuna differenza politica,perchè la sostanza non cambia: gli italiani .

CorSera.it 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti