Omicidio Sarah Scazzi, Franco Coppi : "C'e' un solo assassino, Michele Misseri"
E' una vicenda umana più che processuale che parte da un dilemma: a uccidere Sarah è stato Michele oppure Sabrina e Cosima? Delle due l'una". Così il professor Franco Coppi, avvocato di Sabrina Misseri, nella sua requisitoria al processo in Cassazione, tutta tesa a dimostrare la colpevolezza di Michele Misseri, autoaccusatosi dell'omicidio della nipote. Coppi ha puntato sul movente sessuale che, ancorché non ammesso da Michele, è a suo avviso evidente dal suo racconto: "Era un uomo molesto, Sarah percepisce l'atto come molestia e minaccia di rivelarlo a Sabrina. Ecco perché la prende per il collo e la strangola in due secondi". Secondo il difensore "non è affatto vero che la prova della colpevolezza di Sabrina", come sostenuto dall'accusa, "prescinda dalla colpevolezza di Michele Misseri. La prova della colpevolezza esclusiva di Michele Misseri è la prova dell'innocenza di Sabrina".

E' attesa per oggidopo 7 anni e numerosi colpi di scena, l'ultima parola sulla morte di Sarah Scazzi, la quindicenne uccisa adAvetrana il 26 agosto 2010. Ha preso il via davanti alla Prima sezione penale della Cassazione l'udienza del processo per il delitto, che vede come principali imputate Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano accusate di aver ucciso la ragazza. In aula al Palazzaccio sono presenti il fratello della vittima Claudio, e il padre Giacomo.

Sono da confermare secondo la Procura generale della Cassazione i due ergastoli inflitti a Sabrina Misseri e Cosima Serrano per l'omicidio. Questa la richiesta del sostituto pg Fulvio Baldi al termine della sua requisitoria davanti alla Prima sezione penale della Cassazione. L'accusa ha chiesto il rigetto dei ricorsi di tutti gli imputati, anche di Michele e Carmine Misseri per la soppressione del cadavere.

E' attesa per oggidopo 7 anni e numerosi colpi di scena, l'ultima parola sulla morte di Sarah Scazzi, la quindicenne uccisa adAvetrana il 26 agosto 2010. Ha preso il via davanti alla Prima sezione penale della Cassazione l'udienza del processo per il delitto, che vede come principali imputate Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano accusate di aver ucciso la ragazza. In aula al Palazzaccio sono presenti il fratello della vittima Claudio, e il padre Giacomo.

Sono da confermare secondo la Procura generale della Cassazione i due ergastoli inflitti a Sabrina Misseri e Cosima Serrano per l'omicidio. Questa la richiesta del sostituto pg Fulvio Baldi al termine della sua requisitoria davanti alla Prima sezione penale della Cassazione. L'accusa ha chiesto il rigetto dei ricorsi di tutti gli imputati, anche di Michele e Carmine Misseri per la soppressione del cadavere.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti