Laura Biagiotti Ŕ morta una delle regine della moda italiana ricordata in tutto il mondo
Addio a Laura Biagiotti. La stilista, 73 anni, è morta nella notte, alle 2.47, in seguito a un nuovo arresto cardiocircolatorio dopo due giorni di agonia. Già nel primo pomeriggio di ieri i medici avevano hanno dovuto avviare le procedure per l’accertamento della morte cerebrale. La designer aveva avuto un malore mercoledì scorso nella sua casa ed era stata ricoverata d'urgenza all'ospedale Sant'Andrea. La camera ardente verrà allestita nella sua residenza di Guidonia, il Castello dell’ XI secolo «Marco Simone». I funerali si terranno sabato alle 11 alla chiesa di Santa Maria degli Angeli a Roma.
Quella delle Biagiotti è una storia italiana cominciata il 30 luglio 1965 a Roma, con la madre Delia Soldaini Biagiotti che apre una sartoria in via Salaria. Figlia d'arte, Laura Biagiotti, 74 anni, ha rappresentato con la mamma e successivamente con la figlia Lavinia tre generazioni di donne che hanno contribuito a rendere famoso il Made in Italy nel mondo.

«Mia madre era una donna intelligente e con una dedizione al lavoro straordinaria - raccontava spesso Laura Biagiotti -  così presto diventò segretaria di redazione di giornali infl•uenti dell’epoca, conobbe Pirandello, Mosca… Iniziata la Seconda guerra mondiale incontrò Giuseppe, un giornalista, mio padre. Si sposarono nel 1942 e nel 1943 nacqui io. Nel frattempo era diventata dirigente di un’azienda chimica. Avrebbe dovuto viaggiare; per me che ero piccola e per mio padre, rinunciò. Non sapeva però stare con le mani in mano. Dopo dieci giorni passati in cuci
Commenta questo articolo

Tutti i commenti