CorSera Milan Arsenal, un rigore fantasma e la papera di Donnarumma eliminano i rossoneri dall'Europa League

L’orgoglio del Diavolo non è stato sufficiente, ieri sera, per uscire dall’Emirates con un’impresa memorabile . A qualificarsi ai quarti di Europa League è stato infatti l’Arsenal, che, dopo lo 0-2 di San Siro, ha vinto anche ieri in casa per 3-1. Il risultato non rispecchia però quello che si è visto in campo, con i rossoneri che hanno giocato una bella partita e sono stati affondati prima da un rigore inesistente che è stato concesso ai Gunners poco dopo il gol del vantaggio milanista di Calhanoglu e poi da un errore di Donnarumma in occasione del 2-1 di Xhaka.

MILAN DIVERSO - Lo riferisce questa mattina il Corriere della Sera, che spiega che la rete del turco aveva di fatto riaperto il discorso qualificazione visto che è arrivata al 35’ del primo tempo e dunque c’era tutto il tempo per rimontare lo 0-2 dell’andata. A differenza della sfida di San Siro, questa volta il Milan gioca compatto, voglioso e dimostra di crederci fin dal primo minuto, ma il clamoroso rigore concesso dallo svedese Eriksson a fine primo tempo cambia la partita.

BUONA RIPRESA - I rossoneri non si abbattono e reagiscono a questa ingiustizia arbitrale, entrando in campo nella ripresa con il piglio giusto e convinti di poter fare ancora l’impresa: la squadra di Gattuso, che per la prima volta ha iniziato il match già con le due punte, crea diverse occasioni da gol, ma ha il difetto di non segnare e così ecco la rete di Xhaka su errore di Donnarumma che di fatto chiude il discorso qualificazione. Il Milan stacca la spina, subisce il terzo gol di Welbeck e questo fa arrabbiare parecchio Gattuso, che comunque è orgoglioso dei suoi ragazzi, i quali sono usciti dall’Europa League assolutamente a testa alta.

Commenta questo articolo

Tutti i commenti