CORSERA CONI SALVINI GIORGETTI LA BANDA DEL BUCO SUI SOLDI DELLO SPORT ITALIANO

L’ombra di Achille Starace nello sport. Rimembranze del fascismo.

Il governo dei cercopitechi non ha soldi e ha deciso di espropriare lo Stato dei finanziamenti erogati per le attività sportive. Artefice del colpo di mano il sottosegretario Giancarlo Giorgetti. Non è un paradosso. Il potere politico priva l’organizzazione sportiva, costituita da soggetti liberamente associati, disciplinata da norme di diritto privato, del contributo dello Stato. Se ne appropria, lo sottrae all’iniziativa privata. La spoglia della sua autonomia organizzativa e di finanziamento con una connotazione di rilievo sociale. L’Ente erogatore non è più lo Stato, è il governo, il potere politico. Lo strumento pubblico è una società per azioni (Sport e salute). Attua la scelta di politica sportiva del governo. Sostituisce il soggetto privato (CONI servizi spa) precedentemente costituito. Il governo diventa dirigista come ai tempi di Achille Starace segretario del Partito Nazionale Fascista da cui dipendeva lo sport italiano.

Renato Corsini

( REDAZIONE SPORT CORSERA 3383134192 )

 

 

Commenta questo articolo

Tutti i commenti