CORSERA CORONAVIRUS POLIZIA ROMA CAPITALE RISCHIO CONTAGIO INFETTIVO FERMI E BLOCCHI STRADALI VIRGINIA RAGGI DEVE DIMETTERSI

ROMA 24 MARZO 2020 CORSERA.IT di Matteo Corsini editore

(redazione mobile 335291766 )

Fotografia scattata oggi 24 marzo 2020 alle ore 15.18 sul Lungotevere della Vittoria

Copyright Corsera.it 2020 Emergenza Covid-19. Come anticipato ai nostri lettori, i fermi e i blocchi di Polizia Roma Capitale sono illegali, costituiscono un rischio enorme per i cittadini di contagio del coronavirus. Come anticipato ai lettori del Corsera.it da alcune settimane, il ministro della Salute Roberto Speranza, e con lui tutti i soggetti apicali del direttivo emergenze, dovrebbero dimettersi e sparire dalla scena politica italiana. Non ci sono le mascherine, nessuno si è mai accertato che non fossero disponibili sul territorio nazionale, e questo accadeva quando, la Cina implementava le misure restrittive,cingendo intere megalopoli come Wuhan, di un formidabile cordone sanitario. Ancora oggi come si evidenzia nella fotografia in esclusiva di CorSera.it un agente di Polizia Roma Capitale, ha fermato un cittadino in bicicletta sulla pista ciclabile di Lungotevere , senza indossare alcuna precauzione, ovvero un dispositivo di protezione personale, e nel corso della verifica della documentazione, si è avvicinato a meno di un metro . Questo è quello che noi indichiamo come rischio contagio e dunque determina l'illegalità dei fermi da parte dei funzionari di Polizia che eludono le norme sanitarie primarie,ben indicate del DPCM del 2 marzo del 2020..

Abbiamo pubblicato questa mattina un primo articolo in cui abbiamo indicato ( usando come fonte uno studio della CGIL ) tutte le norme e le leggi del codice penale italiano, che sono violate in queste circostanze. Ancora una volta, la sindaca Virginia Raggi dimostra la sua incapacità, l'inettitudine, la negliegenza come amministratore, ma peggio ancora è la propaganda a cui ha dato corso nelle ultime settimane, sostenendo gli errori del Governo, forte della partecipazione del  anche dal Movimento 5 Stelle.

Quindi cari cittadini, se un agente della Polizia Roma Capitale vi ferma senza provvedere a sistemarsi una mascherina certificata CE , fatelo stare a distanza e invocate l'art. 32 della Costituzione Italiana e l'art. 590 del codice penale, oppure chiamatemi che provvedermo a denunciare gli untori della vostra salute, bene primario che andrebbe tutelato dalle forze dell'ordine, sopratutto da una sindaca avveduta, non da improvvisati, i dilettanti allo sbaraglio.

 

CorSera.it

Commenta questo articolo

Tutti i commenti