Corriere della Sera Bettini (Pd): «Confrontiamoci con il Movimento 5 Stelle. Serve governo di legislatura»

Roma 13 agosto 2019 CorSera.it Free!!!  ( Redazione politica 335291766 invia il tuo sms ) 

«L’idea di un governo istituzionale, di transizione, di un governo del presidente, chiamatelo come volete, è un tragico errore. E bene ha fatto, con coraggio, Nicola Zingaretti a opporsi con forza. Dopo esserci fatti carico di una manovra economica pesantissima, che avrebbe come obiettivo quello di porre rimedio ai guai provocati dal governo gialloverde,torneremmo comunque al voto nel giro di poco. Con la certezza di vedere decuplicato il rischio della deriva plebiscitaria di Salvini», dice Goffredo Bettini. Nel corso di questa intervista, uno degli artefici delle più importanti trasformazioni del centrosinistra degli ultimi venticinque anni — a Roma e non solo — parla esplicitamente di «un governo politico di legislatura» sostenuto da una maggioranza composta da Partito democratico e Movimento Cinque Stelle. «È un tentativo difficilissimo ma vale la pena di provarci. 

 

Salvini non lo contrasti né con gli insulti né con le polemiche sulla moto d’acqua o sulle sue mutande, né tantomeno con un governicchio che gli darebbe l’arma, fasulla ma efficace, di sostenere che stiamo facendo un golpe per evitare il voto democratico. Soltanto un accordo di legislatura, basato su una profonda riflessione politica, può consentire al Pd e al M5S di rispondere alla rivoluzione conservatrice lanciata dal leader della Lega».

Bettini, la proposta di Renzi non le è piaciuta? 
«Non è mia intenzione fare polemica con Renzi. Penso che la strada che si deciderà di percorrere, qualunque essa sia, non possa che passare attraverso l’unità di tutto il Partito democratico. Ma, ripeto, secondo me il governo istituzionale è una risposta sbagliata. Salvini ha in testa un modello di società. Per noi è un modello aberrante ma ce l’ha. E non lo fermi certo con un’ammucchiata dal profilo confuso e debole».

Commenta questo articolo

Tutti i commenti