CorSera Matteo Salvini, il richiamo al Bunga Bunga Ŕ una congiura di Palazzo

Roma 14 agosto 2019 CorSera.it

Matteo Salvini ha dunque ceduto al richiamo delle sirene , al Re del Bunga Bunga, al Pavone di Arcore, e a tutto il suo scodazzo di millantatori e falliti della politica italiana. Matteo Salvini è al centro di una congiura di Palazzo, un piano ordito alle sue spalle da ogni parte politica, iniziando dai suoi ex alleati, pronti a fargliela pagare con ogni mezzo, per essere stati scaricati, trattati da cani al guinzaglio per i suoi vezzi personalistici. Matteo Salvini cerca la sponda con gli ex alleati del centrodestra, ma il maggior rischio per lui è rimanere imbrigliato, da chi ha necessità della Lega per tornare al governo del paese, ma allo stesso tempo lo odia, ne invidia le capacità di persuasione e vuole disarcionarlo. Le forze contrapposte operano per depotenziarne la forza politica, ridurne la capacità attrattiva, che fino ad oggi è stata irrefrenabile. La sfiducia al Governo Conte, sotto questo profilo, è stato un errore stretegico, che Matteo Salvini avrebbe dovuto invocare, soltanto se fosse stato certo di avere dietro di sè,una maggioranza significativa per spazzare via il governo Conte. Il leader leghista ha di fatto creato una sponda utile, per compattare il Movimento Cinque Stelle e il Partito Democratico, verso la sola direzione possibile, quella di evitare le elezioni,ma secondo alcuni, l'ipotesi di un governo istituzionale, potrebbe dare spazio ai peones di Forza Itallia, il cui futuro politico è ormai segnato, anzi, non esiste più. Sotto un'altra ottica, Matteo Salvini ha costretto gli ex alleati del Movimento Cinque Stelle a dichiararsi apertamente nella Santa Alleanza con il Partito Democratico, creando così due fronti contrapposti, centrosinistra e centrodestra. Un colpo d'ali spettacolare, che rischia di rovinarne la festa, se i suoi oppositori, sapranno ricamare un accordo intensivo, magari riscucchiando dentro la prossima compagine governativa,in posizioni di grande prestigio, i componenti della corte dei miracoli del Pavone di Arcore. (CorSera.it )

Commenta questo articolo

Tutti i commenti