TERREMOTO ABRUZZI DOVE MANDARE I SOLDI.APPELLO DEL VESCOVO DELLA DIOCESI DI PIAZZA ARMERINA MICHELE PENNISI.
Il Vescovo di Piazza Armerina facendo proprio l’Appello della Conferenza Episcopale Italiana e della Caritas per la catastrofe del terremoto che ha colpito L’Aquila e numerosi centri dell’Abruzzo, desidera esprimere la vicinanza della nostra Chiesa diocesana alle popolazioni coinvolte in questo drammatico evento.

Invita tutte le comunità ad elevare preghiere per tutte le vittime, ed auspica che la rete delle parrocchie, degli istituti religiosi e delle aggregazioni laicali contribuisca ad alleviare le difficili condizioni in cui migliaia di persone sono costrette a vivere.

La Caritas diocesana, in stretto contatto con la Caritas Italiana , che ha già effettuato un primo stanziamento di 100.000 euro e ha lanciato un appello alla solidarietà, per poter attivare interventi adeguati invita ad inviare offerte direttamente a Caritas Italiana tramite C/C POSTALE N. 347013 o tramite UNICREDIT BANCA DI ROMA S.P.A. IBAN IT38 K03002 05206 000401120727 (causale "TERREMOTO ABRUZZO") o con CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001.

Appello per i terremotati dell’Abruzzo del Vescovo della Diocesi di Piazza Armerina, Mons.Michele Pennisi

Le offerte possono essere anche consegnate alla Caritas diocesana di Piazza Armerina tramite le Caritas parrocchiali o in occasione della colletta diocesana che sarà organizzata nelle parrocchie il prossimo 19 aprile domenica in Albis.

Il vescovo auspica che durante il triduo pasquale vengano evitato lo sparo di mortaretti e di fuochi d’artificio e che la somma ad esse destinata venga devoluta in favore dei terremotati.

Ci auguriamo che la generosità di tanti lenisca il dolore fisico e la sofferenza morale di chi ha visto in un attimo distruggere i sacrifici e le fatiche di una vita. La Pasqua ormai vicina, di passione, morte e risurrezione di Gesù Cristo, sia per tutti segno di speranza e sorgente di carità.

+ Michele Pennisi

Commenta questo articolo

Tutti i commenti