Stampa la notizia

NOEMI LETIZIA IL MIO BARATTO D'AMORE PER UN JET PRIVATO.COME HO STREGATO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SILVIO BERLUSCONI .

Roma 26 Maggio 2009 (Corsera.it)

Se conosco bene un'infamia dell'essere umano è sicuramente il baratto d'amore per soldi e successo.L'ho conosciuta anche io a fondo nella sua tristezza e nel suo squallore.Immagino gli occhi e il cuore di Gino durante quei lunghi giorni di Natale,la fidanzata strappatagli dalle mani dal soffio di un jet privato,dalle luci della ribalta,da quella festa sfarzosa in cui non era invitato.Gino l'appestato.Conosco bene l'infamia e l'inganno del denaro,conosco bene l'anima del baratto,conosco bene cosa passa nella testa di una ragazza che vuole toccare il cielo con le dita.Conosco bene come strilla e urla il cuore,quando devi lasciare andare la tua amata,che non ti guarda più,non ti considera neanche,fugge a ....

...se stessa,corre verso quella luce e tu non puoi niente,conti i soldi della solitudine e della povertà.Silvio l'Infame,caro Gino ti avrebbe dovuto e potuto invitare.Ma tu costituivi un ostacolo,eri l'erba da falciare via con un colpo di tosse. Gino Flaminio tu sei un appestato di lebbra e colera.Caro Gino la torre di cristallo del Principe ti ha escluso fin dalla nascita.

Quando questa sera a Ballarò ho ascoltato le parole di Enrico Bondi contro quel povero Gino flaminio,che lo accusava di essere un galeotto,ho sentito il cuore lacerarsi sotto la pesante accusa dell'infamia,la criniera dell'arroganza.Mi ripugna la coscienza guardare il Ministro inacidito al cospetto del cuore di un giovane caduto in disgrazia,che con ogni forza si aggrappa alla sola cosa bella che la vita forse gli aveva concesso,una donna bella e da amare.Cosa ne sa quel Ministro pelato,pronto a flagellarsi come un prete pentito,pur di far piacere al suo Principe e Ministro ? Io rispondo che infamia e squallore,questa prova di forza,questo gesto puerile dell'uomo impotente che per dimostrare di essere qualcosa e qualcuno immagina di conquistare  con il denaro qualcosa che nella vita non ha mai trovato.Le parole di Veronica Lario infuocano il mondo,l'etere e sopratutto la nostra coscienza.Silvio Berlusconi è malato e con lui i suoi ministri.Io credo si sia aperta una voragine che inghiottirà con un lampo i protagonisti di questa storia.

Noemi Letizia nata per essere  irresistibile,impossibile,inarrestabile.Noemi Letizia nata per conquistare il mondo,per scavalcare le montagne e passare tutti  i confini .

IL Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per questa storia si è dannato l'anima,ha perduto la testa,ha fatto impazzire se stesso e la sua famiglia.Ma il fascino di Noemi non era eludibile,è cascato nella trappola,forse si è invaghito di .....

un sogno più grande di lui e impossibile.

Silvio Berlusconi è finito anche per passare da bugiardo,affondato dalle parole dell'ex fidanzato di Noemi Letizia,la fidanzata che gli ha strappato dalle braccia per sedurlo fino a Villa Certosa.Jet privato,regali di diamanti,una vita dorata per renderlo infelice,spingerlo nel baratro e nell'ingiustizia della sua vita da sfigato.E' questa la verità che condanna il Premier Silvio Berlusconi alla menzogna difronte al popolo italiano.Aveva scongiurato di non aver mai...

....incontrato Noemi Letizia senza genitori,ma pochi giorni dopo è stato costretto a smentirsi:Noemi Letizia l'affascinante napoletana dalla pelle di ghepardo era con lui la notte di Capodanno,invitata d'onore nella sua fantastica Villa La Certosa per una festa di fuoco e fiamme.

Bugie che allungano il naso,prima che il ciondolo nei calzoni,bugie che fanno pensare,coincidenze e incontri che sommandosi l'uno all'altro costituiscono la trama di una love story indistruttibile anche dalle bugie.

Silvio Berlusconi e Noemi Letizia hanno vissuto fianco a fianco per diversi mesi,quasi inseparabili,ognuno dentro l'altro,ognuno con il cuore palpitante di emozioni,pronti ad incontrarsi in ogni occasione,lasciando che lo sguardo rapisca quello dell'altro e poi fugga,tra la folla,nella gente.Niente di sorprendente che un uomo ricco e famoso strappi ad un moccioso con la lebbra della povertà,il fiore più bello,il sogno di una vita .

"Noemi Letizia quando è tornata da La Certosa non era più la stessa." Gino Flaminio ha sofferto ,è un ragazzo a cui la vita non ha regalato nulla e la sola cosa che aveva gli è stata negata,come e peggio di un' ingiustizia,lo scherzo del destino,della beffa,del sorriso cinico del potere che ammalia proprio la persona che era la tuo fianco,in cui tu riponevi la fiducia e le speranze di una vita migliore.Berlusconi gli ha strappato l'amore dal cuore.

Che scherzo beffardo il destino che trasforma il brutto anatroccolo in un Principe ricchissimo e questo per goduria perfetta irrompe nella tua vita,tagliandoti le mani,lasciando cadere ogni tuo sogno dentro il cesso.

Noemi Letizia lo aveva stregato,preso in pugno,portato accanto a sè,stretto al suo seno,baciato,lasciato che si invaghisse,diventasse schiavo  della sua forza,per poi lasciarlo inebetito per terra a guardare le sue fotografie che viaggiano nell'etere,sui giornali,nelle televiisioni.Lei adesso è la donna più ricercata del mondo,lui è rimasto schiacciato nell'anonimato,e' niente,ormai anche per lei.

C'è una sola cosa che alla fina ha un valore nella vita,e' la forza dell'amore,quella che Noemi ha lasciato andare per un sogno fuggevole,forse incantato ma infelice.