Stampa la notizia

MONDIALI NUOTO 2009.AL SETACCIO FINANZIAMENTI PUBBLICI.

Roma 15 Ottobre 2009 (Corsera.it) di Renato Corsini

Mondiali di Nuoto 2009. Incombe l’ombra del danno erariale della Procura Regionale del Lazio della Corte dei Conti. Al setaccio l’impiego dei finanziamenti pubblici.

Sono sotto la verifica della Procura Regionale del Lazio della Corte dei Conti gli impianti di nuoto nei circoli privati. La sistemazione strutturale del Foro Italico. La cittadella sportiva di Tor Vergata abortita. Il deficit amministrativo ....

....della gestione dei Mondiali. La ricostruzione dello Stadio Centrale  del Tennis. La gestione del Circolo del Tennis aperto esclusivamente ai soci di cui è garantito l’anonimato. La Procura Regionale sta valutando la congruità e la legittimità delle spese sostenute per la realizzazione dell’evento sportivo e se e in quale misura sia stato impiegato denaro di natura pubblica. Per la sistemazione strutturale del Foro Italico l’appalto risulta che sia costato al CONI circa 22 milioni di euro. Il deficit amministrativo per la gestione dei Mondiali oscilla tra i 6 e gli 8 milioni di euro. Gli investimenti per piscine realizzate nei circoli privati sono calcolati in 200 milioni di euro. Il complesso sportivo di Tor Vergata che doveva ospitare i Mondiali di Nuoto ha assorbito 280 milioni di euro. Gli oneri professionali per i progetti dell’architetto spagnolo Calatrava nell’ambito di Tor Vergata stimati in 30 milioni di euro. Ciò che può occupare l’attenzione della Procura Regionale è la natura del denaro utilizzato o da utilizzare che se fosse pubblica comporterebbe l’apertura di un’indagine per danno erariale. Naturalmente occorre una seconda fase di accertamento della legittimità delle procedure delle spese sostenute. Il profilo penale delle indagini della Procura della Repubblica di Roma può non influire su quelle della Procura contabile, ma può essere indicativo per l’accertamento del danno erariale. C’è quindi da aspettarsi un allargamento del ventaglio dei protagonisti che per diversi ruoli amministrativi o esecutivi hanno avuto a che fare con la realizzazione dei Mondiali di Nuoto 2009.

Renato Corsini