Stampa la notizia

AQUILA TERREMOTO.LA RIVOLTA DELLE CARRIOLE. QUEL CUORE CHE BATTE NELL'ITALIA DEL DOLORE.

L'AQUILA - E' cominciata, puntuale, la "rivolta delle carriole" a L'Aquila, la protesta con cui i cittadini intendono portare all'attenzione delle istituzioni e dell'opinione pubblica la questione delle macerie non ancora rimosse dal centro, a quasi undici mesi dal terremoto.

Il primo gruppo di 15 persone che, con carriole, pala e secchi, entrerà a piazza Palazzo si è già disposto lungo il corso principale dell'Aquila. E mentre le carriole...

....sfilano tra due ali di folla, sono aumentati i partecipanti alla manifestazione, sicuramente oltre 500.

Si sta animando la "rivolta delle carriole" all'Aquila. Momenti di tensione dopo che, al passaggio del corteo davanti a uno striscione che segnala i lavori in corso del "Consorzio Federico II" - del quale fa parte la società Btp coinvolta nell'inchiesta della Procura fiorentina sugli appalti per il G8 - i manifestanti hanno sollevato in alto le pale in segno di protesta. In questo momento la gente ha raggiunto le transenne davanti a Piazza Palazzo e grida "vergogna vergogna" e"L'Aquila libera". Le forze dell'ordine stanno tenendo sotto controllo la situazione, ma i non autorizzati all'ingresso stanno cercando comunque di forzare il blocco, gridando "aprite aprite". Qualcuno è già riuscito a entrare e a portare fuori le macerie.