Stampa la notizia

HOLLYWOOD E' MORTA LA DIVA JANE RUSSELL RIVALE DI MARILYN MONROE.
LOS ANGELES - Gli uomini preferiscono le bionde, ma - qualcuno aggiunse - poi sposano le brune. Jane Russell si sposò per tre volte, diva bellissima senza bisogno di decolorare i capelli come la sua compagna nel celebre film, Marilyn Monroe. Se ne va un altro sex symbol della Hollywood dei tempi d'oro: la Russell è morta in California, a 89 anni. Star per caso: la leggenda vuole
che fu il grande produttore Howard Hughes a scoprirla dal suo dentista, e a ingaggiarla per Il mio corpo ti scalderà, del 1943, facendone una delle donne più desiderate del grande schermo.

Ernestine Jane Russell era figlia di un'attrice di compagnie itineranti che le insegnò a suonare il pianoforte e le fece seguire corsi di teatro. Le porte di Hollywood gliele aprì il film Banni, in cui mostrava generosamente il seno prosperoso e le lunghe gambe. L'apice della carriera lo raggiunse con Gli uomin i preferiscono le bionde, del 1953: il suo cachet, da quel momento, fu di dieci volte superiore a quello di Marilyn, con la quale ebbe un rapporto di grande amicizia anche fuori dal set.

Nonostante una lunga filmografia, la carriera cinematografica di Jane Russell comincia a perdere colpi negli anni '60, mentre nel decennio seguente la si vedrà solo sul piccolo schermo, in alcuni spot pubblicitari. Lei, nel frattempo, si dedica al musical, a Las Vegas e New York.

La Russell su sposò tre volte, e rimase vedova due volte. Con il suo primo marito, il giocatore di football e produttore Bob Waterfield,
aveva adottato tre bambini. Nell'ambiente hollywoodiano, considerato progressista, era nota per la sua difesa dei valori repubblicani e della sua fede. "Sono nata per il matrimonio. La vita di famiglia è un sostegno in qualsiasi circostanza - diceva - questa è la mia fede in Gesù". In un'intervista, due anni fa, si descrisse ironicamente come "una cristiana conservatrice di destra, di mentalità ristretta e con cattivi pensieri". Nel 1955 aveva inotre fondato il World Adoption International Fund, un'associazione per il sostegno all'affidamento di bambini orfani stranieri da parte di famiglie americane.La Repubblica.it