Stampa la notizia

Eluana . La sceneggiata di Berlusconi e dei suoi seguaci si è chiusa al Senato con gli interventi di Gasbarri e di Quagliariello.

Roma 16.2.2009(corsera.it) di Renato Corsini.

Nuove offese al Presidente della Repubblica.

 

Il governo e la maggioranza che lo sostiene non sono riusciti a compiere il miracolo. Berlusconi si sente frustrato, i suoi seguaci Gasparri e Quagliariello accecati dall’ira hanno dato fuoco alle polveri in Senato accusando la sinistra e il Capo dello Stato di deicidio.Assassini, anatema, al rogo. La caccia alle streghe ha inizio. Il corpo inerte di Eluana  si è spento troppo rapidamente. I conti Berlusconi li aveva fatti senza l’oste, oppure l’oste ha fatto il furbo. Si apre un giallo. Eluana è stata avvelenata? Oppure i medici hanno dato da intendere che la terapia mortale avrebbe avuto un decorso molto lungo?

Qualcuno ha barato? La risposta forse potrà  rivelarsi dalla autopsia. La Procura di Udine è in allerta. Potrebbe però accadere che dalla autopsia venisse fuori una diversa lettura sulle reali condizioni di Eluana. La terapia per tenerla in vita artificialmente quali danni ha arrecato al suo fisico dopo 17 anni di ingiusta detenzione su un letto di ospedale? Un cadavere imbalsamato oppure un essere vivente allo stato fetale? L’autopsia potrebbe anche rivelare che Eluana era morta al momento dell’incidente e che l’accanimento medico ha rinviato inutilmente un decesso già avvenuto. Il senso della vita però si ferma davanti alla paura dell’intervento divino, al suo potere di dare e di togliere la vita. Subentra la fede e subentrando la fede subentra la religione e nel caso di specie quella cristiana in versione cattolica. L’eutanasia quindi è omicidio davanti a Dio e agli uomini di buona volontà. Il suicidio una volta deprecato dalla Chiesa è oggi perdonato affidando l’anima del suicida alla misericordia di Dio. Nel caso di Eluana, il padre Beppino non potrà godere della stessa misericordia che la santa romana chiesa elargisce con misurato opportunismo. Diciassette anni di agonia per il padre non contano. Hai sbagliato dovevi lasciare che Eluana invecchiasse lentamente trasformandosi in una mummia. E se tu padre sfortunato fossi morto prima di lei, chi se ne sarebbe curato di Eluana? Una mummia orfana non si è mai vista. Ipocriti, sepolcri imbiancati, farisei detestati da Gesù, avete avuto la vostra vetrina mediatica, non siete ancora contenti? Volete anche la testa dell’Englaro? Mio Dio, quanto assomigliate ai lefebvriani per la vostra arroganza.

Renato Corsini.