Stampa la notizia

Grande Fratello V ip Valeria Marini Sesso nel confessionale il video esclusivo di Corsera.it
Tv il re dei social network o dei reality show fate voi.Il Grande Fratello Vip nuova edizione ha molto da dire alla televisione ,sopratutto dal punto di vista creativo e sociologico.Malgrado sia da tutti (anche dal sottoscritto ) sempre stato bollato come diseducativo e banale,questo Grande Fratello Vip impressiona per la sua fenomenologia sociologica: mette a confronto una generazione di borgatari divisi tra il lusso o il sogno della residenza dei ricchi con il loro angusto sito nativo.I concorrenti sono quasi tutti di misera estrazione sociale,giovani diventati famosi per via delle loro apparizioni televisive.L'unico ad essersi conquistato la fama mondiale e' i simpatico pugile napoletano Clemente Russo.
Vuoti,privi di qualsiasi minimo concetto culturale,vivono tra barriti gutturali,danze,momenti di nausea,panico,noia e confronti sulla notorieta' o dei meccanismi televisi del gioco della trasmissione.In realta' la mano degli autori segna il passo dalla realta' sociale italiana,la crisi,la stagnazione,la deflazione,la miseria di molte famiglie italiane,costrette ad arrabbattarsi per campre ogni giorno.Per tale motivo che la casa del grande Fratello Vip non e' soltanto quella lussuosa,dove i borgatari entrati per fortuna possono trascorrere qualche settimana a sbafo del produttore televisivo,ma la fotografgia impietosa di un interno di un qualsiasi appartamento dell'italiano medio o anche peggio.La seconda casa del Grande Fratello Vip e' la fotografia degli interni di biolocale di scampia,dove la cucina e' inserita tra grossi lavandini in cemento,come quelli che si utilizzano per lavare gli stracci del pavimento.Rispecchiare in televisione questa realta' significa empatizzare con il pubblico anche quello carcerario,le due case del Grande Fratello Vip sono divise da sbarre di ferro,che riproducono esattamente quelle di un carcere.Le dure realta' i due interni si seguono,possono addirittura dialogare tra di loro (i meccanismi di armonizzazione sociale in Italia esistono vedi il calcio dove il Presidente Agnelli siede a fianco del pulitore dei cessi della stazione) ma senza toccarsi.Le due fotografie di un'Italia divisa rimangono a comporre la scenografia dell'ingiustizia sociale,delle disparita' tra ricchi e poveri.Il grande Fratello Vip fotografa impietosamente la realta' sociale italiana e vi scommette sopra nelle sofferenze dei protagonisti,che ne sono imbrigliati,non ne possono uscire.Asia Mosetti piange ,borgatara figlia di borgatari,si dispera perche' da quella realta' non trova una soluzione o via di uscita "mi annoio il tempo non mi passa mai " .Quella ragazza adolescente e' la fotografia dell'Italia di oggi ,dove i giovani non leggono,non ricevono dai gentiori alcun know how culturale,ma il barrito di una madre che in qualche modo si aggrappa al successo di una trasmissione televisiva per cambiare la sua situazione economica.Nella vita di questi giovani non c'e' altro obiettivo che l'effimero successo televisivo, costruito su loro stessi, dunque sul nulla,non c'e' altro che il modo di impiegare il tempo,non avendo costruito dentro se stessi alcun modello culturale per fronteggiare l'esistenza ,come intenderebbe Jean Paul Sartre.Non c'e' nulla dentro di loro che il vuoto.Non ci sono altro che tatuaggi,il desiderio soffocato del sesso,nulla di altro.(Corsera.it)