Stampa la notizia

Roma terrorismo, i probabili target: la movida di Piazzale Ponte Milvio, dal Coco Loco, al Vois, al Dulcamara, al Vibe, all'art Caffè

CorSera.it

Cari figli miei stiamo in campana.Guardiamoci intorno ,fate molti video,controllate voi stessi.Siate vigili.

Dopo Instanbul il club Reina devono essere rafforzate le misure di sicurezza nei locali notturni a Roma.Se pensiamo che non ci colpiranno mai,diventeremo delle vittime perfette per i terroristi.La nostra vita è cambiata per sempre, non molliamo la guardia.La prefettura di Roma ,la Questura,il Ministero degli interni,devono garantire il controllo nei luoghi frequentati dai giovani romani . Lo stanno facendo? Noi da questa sera cominceremo a segnalare la situazione nelle varie aree della movida romana.Vedremo.

I terroristi scelgono i locali notturni,perchè possono sopraggiungere indisturbati,tra migliaia di giovani distratti,che bevono ridono fumano.Nei locali notturni la musica è alta,copre anche il rumore degli spari e questo consente ai terroristi di avere tempo per uccidere e poi per scappare.Ecco perchè ' importantissimo tenere sotto controllo le zone della movida romana,sopratutto quella di Ponte Milvio,aperta a strade ad alto scorrimento come Corso Francia,Via Flaminia e Lungotevere .

Terrorismo dopo il club Reina potrebbe toccare a Piazzale Ponte Milvio,che oggi rimane il luogo dove si radunano i giovani romani,la movida notturna della capitale.

Tra Piazzale Ponte Milvio e l'inizio di Via Flaminia, si snocciolano decine di bar e ristorantini,alle volte affollati da migliaia di giovanissimi.Non mi pare che le forze dell'ordine abbiano aumentato la vigilanza,ma ciò che più spaventa è un indisturbato accesso alla Piazza.Il venerdì sera si radunano migliaia di giovani romani al Coco Loco,al Vois,o al Dulce Amara.Una strada che offre anche nascondigli sicuri,come ad esempio dietro al parcheggio del centro commerciale,una zona dove ancora ci sono dei punti completamente bui,abbandonati,regno di cingalesi che fanno i parcheggiatori.E' necessario regolare l'afflusso alla Piazza con barriere in cemento armato,ma sopratutto controllare l'afflusso da Corso Francia,all'altezza del Cassamortaro,perchè da quella direzione una automobile potrebbe immettersi a fortissima velocità finendo di schiantarsi contro la folla difronte al ristorante da Brando,appena dopo l'ingresso della clinica Villa Flaminia.Dietro le basse casette vi sono meandri dove i terroristi potrebbero nascondersi,così come sarebbe facile per loro raggiungere il Lungotevere e fuggire con un gommone o a piedi.Una ghiotteneria per i terroristi potrebbe anche essere il ristorante a vetri Fratelli La Bufala,che si trova appena dopo il tunnel di Corso Francia.Anche questo potrebbe diventare un obiettivo per i terroristi.Mi domando quali siano invece le misure di sicurezza adottate dal Ministro Minniti per le discoteche romane Vibe Art Caffè all'interno del parcheggio del Galoppatoio,che offrono via di fuga nell'oscurita di Villa Borghese.