Stampa la notizia

Monte dei Paschi la banca destinata a morire va in quarantena,gli aiuti di stato non potranno coprire le perdite sugli NPL

CorSera.it

Monte dei Paschi sembra ormai destinata al capolinea,per un viaggio senza ritorno.Gli aiuti di Stato non potranno coprire le perdite sui crediti incagliati NPL.Questo significa che a Siena dovranno fare i conti con un buco da oltre 40 miliardi di euro,tanto ammontano le perdite sugli NPL nel complesso delgi impieghi.Cifre che noi arrotondiamo per difetto,perchè potrebbero essere ancora peggiori.Insomma, qualcuno a Bruxelles, sta cominciando a capire che i soldi dei contribuenti italiani serviranno a ben poco,che in realtà dietro al salvataggio di MPS,si cela una manovra che tende a salvare la banca per salvare le relazioni con molta clientela stabile, ma politica.MPS è potenzialmente un vulcano che se esplodesse potrebbe mettere in ginocchio l'intero sistema politico legato al PD,alle sue correnti,alla vasta clientela politica che ha vissuto alle spalle della banca per gli ultimi 40 anni e che oggi vede nel contributo di Stato,un sistema unico per tappare le falle,e riprendere a farsi finanziare impunemente.Motivo per il quale la Commissione europea ha chiesto a MPS di dimezzare le filiali e mandare a casa altre 2000 persone.