FESTIVAL DI VENEZIA IL LEONE D'ORO A LEBANON DELL'EBREO SAMUEL MAOZ.

Venezia 12 Settembre 2009(Corsera.it)

Finalmente vince la cultura,almeno da Venezia dal suo leggendario Festival si risponde in punta di fioretto alla triviale programmazione del gruppo Mediaset e al frenetico spompinamento in tv di Alessia Marcuzzi ad un wurstel bollente.

Crudeltà e poesia contro la banalità della sessualità consumata ad uso degli inserzionisti e dell'audience.

PLaudiamo dunque alla giuria del Festival che ha saputo scegliere una pellicola coraggiosa e intensa,piena di verità,che racconta il futuro ma scende nel passato come una lama invisibile,pronta a raccogliere i sentimenti profondi dell'uomo.

segue all'interno

Commenta questo articolo

Tutti i commenti