Domenica 16 Gennaio 2022
HOTLINE: +39 335 291 766

IN PRIMO PIANO

Economia

CORSERA ECONOMIA MATTEO CORSINI INFLAZIONE EUROZONA AL 5% BOOSTER PER IL MERCATO IMMOBILIARE IN ITALIA

09 Gennaio 2022

Roma 10 gennaio 2022

La corsa dell'inflazione in Europa farà da booster per il settore immobiliare in Italia. A sostenerlo Matteo Corsini presidente di Corsini real estate. "Gli effetti negativi dell'inflazione avanno come effetto principale quello di far rialzare i prezzi del mattone italiano. I prossimi mesi saranno determinanti per un vero e proprio capovolgimento di fronte di cui beneficerà l'intero settore immobiliare, sopratutto per quelle città che ancora non si sono completamente riprese dall'ultima crisi.L'outlook per il 2022 è davvero positivo e verrà trainato anche con la fine della pandemia, che spero si registrerà all'inizio dell'estate. "  

L'inflazione annuale nell'eurozona ha toccato quota 5% nel dicembre 2021, in aumento dal 4,9% di novembre. E' quanto annuncia l'Eurostat nella sua stima flash sull'ultimo mese dell'anno appena trascorso. Guardando alle principali componenti dell'inflazione nell'area euro, secondo l'ufficio statistico Ue l'energia dovrebbe registrare un tasso annuale di inflazione pari al 26% (a novembre era del 27,5%), seguita da cibo, alcol e tabacco (3,2%, rispetto al 2,2% di novembre), beni industriali non energetici (2,9%, rispetto al 2,4%) e servizi (2,4%, rispetto al 2,7% del mese precedente).

Guardando ai Paesi membri sono Estonia (12%), Lituania (10,7%) e Lettonia (7,7%) a registrare il tasso di inflazione più elevato a dicembre. Malta (2,6%), Finlandia (3,2%) e Francia (3,4%9 registrano invece gli indici più bassi, secondo l'Eurostat. L'Italia, infine, secondo le stime flash, a dicembre ha registrato un'inflazione annua del 4,2%, inferiore quindi alla media europea.

Covid-19

CORSERA OMICRON IL SILENZIO DEGLI INNOCENTI ANCORA 223 MORTI IN ITALIA, SI TEME ESCALATION A SCIAME SISMICO NEL CORSO DEI PROSSIMI GIORNI

08 Gennaio 2022

Roma 8 gennaio 2022 CorSera.it

Si teme che l'ondata della variante Omicron ci porterà verso i 400 morti al giorno e nelle prossime settimane le temperature si abbasseranno lasciando scivolare sopra le Alpi, le varianti siberiane, già tracciate dai laboratori scientifici russi fin dal 2020.La verità è che stiamo subendo le progressive ondate della pandemia, le quali si allargano e colpiscono come uno sciame sismico. Onde d'urto regolari, che viaggiano velocissime da una parte all'altra del globo, flagellando le popolazioni più deboli. Nel corso dei prossimi giorni passeremo da temperature miti ad ondate di freddo sempre più intense, e questo aumenterà la possibilità per il coronavirus di aggredire gli organismi più deboli.

In Italia oggi le vittime sono invece 223, in crescita rispetto a ieri, quando erano state 198.Sono 492.172 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.138.310. Il tasso di positività è al 22%, in aumento rispetto al 19,3% di ieri. Sono 1.499 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 32 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 120. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 14.591, ovvero 764 in più rispetto a ieri.

 

 

Calcio

CORSERA CALCIO NAPOLI LORENZO INSIGNE GIA' OGGI VALE 80 MILIONI A STAGIONE. IL TORONTO x 11.5 HA FATTO UN AFFARE

06 Gennaio 2022

London 6 gennaio 2022 CorSera.it by Matteo Corsini 

Mi pare che alcuni mesi orsono, 3/4 luglio 2021, avessi preconizzato che Lorenzo Insigne sarebbe andato via dal Napoli, strappato da qualche squadra che avrebbe finito per mettere sul piatto almlneo 15 milioni a stagione.

Ci sono andato vicino, ma all'epoca mi sbagliai forse per difetto. Lorenzo Insigne già oggi vale 80 milioni. E' forse il giocatore più forte del mondo al momento e con un fortissimo appeal televisivo per gran parte dei suoi giovani fans. Lorenzo Insigne è destinato a soppiantare sui biliardi di erba verde, i grandi campioni di ieri come Ronaldio e Messi. Il futuro del calcio è supermiliardario, e i fuoriclasse come Lorenzo ce ne sono pochi e già oggi il suo ingaggio vale oltre 60 milioni di euro a stagione. Non c'è alcun dubbio che il Toronto per soli 11.5 milioni a stagione, abbia fatto un affare colossale, ma certamente sono già pronti a girare il cartellino del giocatore che potrebbe oscillare intorno ai 200 milioni, proprio in prossimità del fischio d'inizio del campionato del mondo in Qatar. 

Si poteva attendere la fine del campionato, così che nessuno avrebbe potuto dire nulla. Ora gli sfottò sono dietro l'angolo, ad ogni errore, gol mangiato. Un epilogo triste". Così Antonio, tifoso del Napoli, sui gruppi social degli ultrà commenta l'addio di Lorenzo Insigne, che ieri sera ha firmato il suo nuovo contratto con il Toronto. Un commento che sintetizza quello di tanti altri sostenitori azzurri.
    Insigne andrà in Canada a 31 anni, con un contratto di cinque da 11,5 milioni di base di stipendio annuo più 4 milioni di bonus. Un contratto raccontato oggi da Andrea D'Amico, agente e intermediario, a Radio Marte: "Lavorando per Toronto come loro rappresentante, quando i tempi l'hanno consentito - racconta - ho fatto in un lampo questa transazione con Lorenzo. Ci sono state molte carte con il contratto MLS e Toronto. Il Toronto può prendere Insigne già a gennaio? Sicuramente no, l'operazione è stata pensata per portarlo a luglio. Ora Lorenzo è concentrato al massimo per la stagione con il Napoli. Fin quando sei in contatto con una squadra dai il massimo per quella squadra, poi ti concentri su altro, non ci trovo niente di strano, è lavoro".
   

Salute

CORSERA CORONAVIRUS OMICRON LA BEFANA SUONA LA CAMPANELLA D'ALLARME,SFONDATA QUOTA 200 MILA CONTAGI CON 198 VITTIME

06 Gennaio 2022

Roma 6 gennaio 2022 CorSera.it 

Si potrebbe ben dire che quella del 2022 è la peggiore Befana di sempre, ci ha regalato un record amaro, quello di aver superato la soglia di 200 mila contatti in Italia, fatto che non si era mai registrato nel corso degli ultimi due anni di pandemia. Oltre al macabro record, oggi si sono registrate altre 198 vittime , che con quella di ieri portano il bilancio ad oltre 500 morti in 48 ore. Una media davvero insopportabile e che ci riporta indietro nel tempo alle drammatiche immagini dei camion militari che evacuavano l'eccedenza di salme dalla città di Bergamo. Nel pieno della vaccinazione e della dose booster, l'Italia si ritrova a fronteggiare il momento peggiore della pandemia da CovSars2, la variante Omicron è implacabile e come ha già anticipato il dr.Crisanti, nel giro di qualche giorno saremo nel pieno della burrasca. Ci domandiamo cosa fare davvero e se le predisposte contromisure del Governo, saranno sufficienti, come l'obbligo vaccinale per gli over 50. Basterà ad arginare la devastante variante Omicron o nel breve giro di qualche settimana ci ritroveremo tutti serrati dentro casa per un nuovo lockdown ? Certo è che lo stillicidio di vittime porterà un beneficio non indifferente per le casse dello Stato e per il servizio pensionistico italiano. Mi domando se è proprio questo il sistema per liberarci di tanti vecchi, di tanti genitori e persone anziane oppure a loro dovremmo un impegno maggiore, anzi l'applicazione di leggi definitive ( vaccino oblbigatorio per tutti e lockdown per i NO VAX) , che salverebbero tante persone innocenti e che forse riuscirebbero a farci uscire da questa bufera che pare non abbia mai termine ? 

 

ALTRE NOTIZIE

Covid-19

CORSERA CORONAVIRUS OVER 50 FESTA CON IL VACCINO OBBLIGATORIO, IN TUTTA ITALIA SCATTA LA CACCIA AI NO VAX RIBELLI

-->06 Gennaio 2022

Roma 6 gennaio 2022 CorSera.it

Finalmente, un provvedimento parziale, in accoglimento dell'obbligo vaccinale è arrivato dal Consiglio dei Ministri vi è stato il via libera all'unanimità al nuovo decreto legge Covid che introduce l'obbligo di vaccino per gli over 50: potranno andare al lavoro solo se immunizzati o guariti dal Covid.Il governo approva l'ennesimo provvedimento per tentare di fermare la crescita senza fine dei contagi ma la maggioranza si divide sull'introduzione dell'obbligo del super pass per accedere ai servizi o entrare nei negozi, con la Lega che dopo aver minacciato l'astensione deve incassare la 'linea' imposta del premier Mario Draghi sull'obbligo vaccinale ma ottiene la modifica della norma prevista dalla bozza entrata in Consiglio dei ministri: per andare in banca, dal parrucchiere o alle Poste basterà il pass base.

Scuola

CORSERA VARIANTE OMICRON SCATENATA OLTRE LA SOGLIA DEI 300 MILA CONTAGI LE SCUOLE RESTERANNO CHIUSE FINO A TUTTA LA PRIMAVERA 2022. IMPOSSIBILE PENSARE ALLA RIAPERTURA

-->06 Gennaio 2022

Roma 6 gennaio 2022 CorSera. IT Article sponsored by Corsini Real estate Italy corsinicase@gmail.com 

Con la variante Omicron scatenata e per l'Epifania con ben oltre 250 mila casi al giorno, e se il dato dovesse sfondare quota 300 mila nei prossimi giorni, non c'è alcun dubbio che le scuole resteranno chiuse per tutto l'inverno fino a primavera inoltrata. Dati alla mano è impossibile pensare di lasciare gli studenti liberi di contagiarsi e contagiare i familiari al loro rientro  casa. Malgrado l'ultimo provvedimento del Consiglio dei Ministri, laqscia adito a qualche ottimistica speranza, è gia pronto nel cassetto di Mario Draghi, il provvedimento madre di tutte le battaglie contro la pandemia, il lockdown forzato per medie e licei. Tutti in dad allora e forse molto prima dei programmi disponibili ad oggi.

Nella scuola secondaria di primo e secondo grado si andrà in Dad per 10 giorni se ci sono tre positivi nella stessa classe (non 4, come scritto in bozza). Con un positivo è invece prevista l'autosorveglianza per tutta la classe e l'uso delle mascherine ffp2 per la didattica in presenza. Con 2 casi scatta una distinzione: per chi ha fatto 2 dosi di vaccino o è guarito da più di 120 giorni e non ha avuto la dose di richiamo si applica la Dad per 10 giorni, mentre gli altri proseguono in classe in autosorveglianza.