Martedi' 30 Novembre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
GIAPPONE 11 MARZO 2011 TSUNAMI AI CONFINI DELLA FINE DEL MONDO.MIYAGI OLTRE DODICIMILA MORTI.

GIAPPONE 11 MARZO 2011 TSUNAMI AI CONFINI DELLA FINE DEL MONDO.MIYAGI OLTRE DODICIMILA MORTI.

13 Marzo 2011

Tokyo 13 Marzo 2011 ore 12.15 CORSERA.IT di Matteo Corsini

La verità è che siamo alla fine del mondo civilizzato,siamo ai confini del bene e del male,oltre gli orizzonti che la mente umana poteva.....

Quante saranno le vittime alla fine di questa tragedia,forse non lo sapremo mai,ma una cosa è certa,la gravità del terremoto e il conseguente tsunami,non ha mai lasciato dubbi alla enormità del disastro.Per molti giorni,i quotidiani di tutto i mondo e le telvisioni,hanno come sottostimato il numero dei morti,ma in evidenza,si vedeva con gli occhi,che sotto quel mare di acqua e fango la vita veniva recisa istante dopo....

Leggi la notizia
GIAPPONE TSUNAMI ALLARME ATOMICO.FUKUSHIMA BARRE REATTORE DANNEGGIATE.

GIAPPONE TSUNAMI ALLARME ATOMICO.FUKUSHIMA BARRE REATTORE DANNEGGIATE.

13 Marzo 2011 ANSA) - TOKYO - Le barre di combustibile del reattore n.3 di Fukushima hanno subito danni. I tentativi di evitarlo, ha riferito il ministro dell'Economia e dell'Industria nipponico, 'non hanno avuto effetti'. L'allarme atomico sta spingendo molti stranieri a pianificare la partenza da Tokyo e dalle aree limitrofe. 'Non siamo al panico, ma c'e' molta apprensione', spiega all'Ansa un manager di una multinazionale. Secondo altre fonti, sono migliaia le prenotazioni aeree gia' fatte.
Leggi la notizia
TSUNAMI GIAPPONE 11 MARZO 2011 CARTOLINA DALL'INFERNO ALLARME ATOMICO INCUBO HIROSHIMA.

TSUNAMI GIAPPONE 11 MARZO 2011 CARTOLINA DALL'INFERNO ALLARME ATOMICO INCUBO HIROSHIMA.

13 Marzo 2011

Tokyo 13 Marzo 2011 CORSERA.IT

Cartolina dall'Inferno.

Giappone Tsunami 11 Marzo 2011,fuga dalla terra.Il disastro devastante del terremoto che ha colpito le viscere del mare a largo del Giappone,ha provocato la fine del mondo sulla terra.Le onde anomale dello tsunami si sono aperte come fauci divoratrici tra le città della costa,strappando via tutto quello che trovavano lungo il loro percorso.Un fuoco di fiamme e melma,l'alito di un dragone sommerso,un....

Leggi la notizia
GIAPPONE TSUNAMI STUDENTESSE IN BIKINI GIOCANO PRIMA DEL TERREMOTO.

GIAPPONE TSUNAMI STUDENTESSE IN BIKINI GIOCANO PRIMA DEL TERREMOTO.

12 Marzo 2011

Tokyo 12 Marzo 2011 CORSERA.IT

Due stupende studentesse giapponesi,giocano in bikini a Tokyo,prima del terremoto.

Leggi la notizia
GIAPPONE TERREMOTO MAGNITUDO 7.8 ALLARME TSUNAMI.

GIAPPONE TERREMOTO MAGNITUDO 7.8 ALLARME TSUNAMI.

11 Marzo 2011

Un violentissimo terremoto di magnitudo 8.8 ha scosso stamattina il Giappone. A Tokyo, distante circa 370 km dall'epicentro, la gente è scesa in strada in preda al panico. La Japan metereological agency ha lanciato l'allerta tsunami ai massimi livelli nelle prefetture di Iwate, Ibaraki, Miyagi e Fukushima. La Nhk ha parlato di rischio di onde anomale fino a 10 metri nelle prefetture di Miyagi e Ibaraki.

Una forte replica di magnitudo 7.8 è stata registrata mezz'ora dopo la prima scossa

Leggi la notizia
CORSERA LIBIA RAS LANUF ORRENDA STRAGE DEGLI INSORTI ORMAI E' GUERRA CIVILE.

CORSERA LIBIA RAS LANUF ORRENDA STRAGE DEGLI INSORTI ORMAI E' GUERRA CIVILE.

11 Marzo 2011 (ANSA) - BREGA (LIBIA), 11 MAR - Le forze leali al leader libico Muammar Gheddafi sono entrate nel porto petrolifero di Ras Lanuf e hanno ingaggiato scontri con le forze ribelli. Lo rendono noto gli insorti. Un combattente ribelle sul posto, contattato al telefono, afferma che in città sono arrivati "almeno 150 uomini e tre carri armati" delle forze governative. Intanto sono stati liberati ed hanno lasciato Tripoli i tre militari olandesi detenuti dal 27 febbraio,mentre piu' di 250 mila persone sono fuggite dalla Libia.
Leggi la notizia
GIAPPONE TSUNAMI TERREMOTO FUKUSHIMA RADIOATTIVITA' ALLARME.

GIAPPONE TSUNAMI TERREMOTO FUKUSHIMA RADIOATTIVITA' ALLARME.

11 Marzo 2011

Tokyo 11 Marzo 2011 CORSERA.IT

La centrale atomica Fukushima è in pericolo,sale il livello di radioattività.Il terremoto che ha colpito il Giappone,ha messo a rischio le centrali nucleari,le aree intorno sono state infatti evacuate dalle popolazioni per ordine del Governo.Sono migliaia i morti,una centinaio di bambini sarebbero scomparsi da una scuola....

Leggi la notizia
PAKISTAN ISLAMABAD MASSACRATO SHABAZ BHATT 42 ANNI MINISTRO FEDERALE.

PAKISTAN ISLAMABAD MASSACRATO SHABAZ BHATT 42 ANNI MINISTRO FEDERALE.

10 Marzo 2011

Roma 10 Marzo 2011 ore 06.39 CORSERA.IT IL PRESTIGIO DELLE NEWS ON LINE 24 ORE AL GIORNO UNICO IN ITALIA.

E' stato ucciso a Islamabad da un commando di fondamentalisti islamici il Ministro Federale per le Minoranze religiose del Pakistan Shahbaz Bhatti, 42 anni, cattolico, e definito immediatamente "un martire" visto che aveva dal 2008, anno in cui era diventato Ministro, combattuto strenuamente per i diritti di tutte le minoranze religiose del Paese compresa ovviamente quella cristiana. A costo della sua vita. Shahbaz Bhatti si era battuto per chiedere giustizia anche per Asia Bibi, la donna accusata di blasfemia e condannata alla pena di morte. Bhatti aveva dimostrato un grande coraggio anche nel lavorare ad una "riforma" della legge pakistana sulla blasfemia e sulla libertà religiosa. Per questo era stato già oggetto di una "fatwa" che lo condannava a morte. E' stato crivellato di colpi mentre si stava recando al Ministero in auto. Solamente pochi giorni fa, in occasione ....

Leggi la notizia
LIBIA E' STRAGE 400 MORTI ACCERTATI DA INIZIO RIVOLUZIONE.

LIBIA E' STRAGE 400 MORTI ACCERTATI DA INIZIO RIVOLUZIONE.

09 Marzo 2011 Almeno 400 vittime e 2mila feriti: questo il bilancio, secondo fonti sanitarie a Bengasi, della rivolta scoppiata in Libia per disarcionare il colonnello Muammar Gheddafi Leggi la notizia
LAMPEDUSA ALLARME ESODO INCUBO IMMIGRANTI ALTRI SBARCHI.

LAMPEDUSA ALLARME ESODO INCUBO IMMIGRANTI ALTRI SBARCHI.

06 Marzo 2011 MILANO - Sono saliti a dieci i barconi in navigazione verso Lampedusa avvistati da un aereo in ricognizione sul Canale di Sicilia. Sul primo viaggiavano circa 200 migranti che sono stati trasbordati per motivi di sicurezza su un pattugliatore della Guardia di Finanza, che sta per raggiungere l'isola. Un'altra piccola imbarcazione, con 14 extracomunitari, è invece già approdata in porto. Gli altri otto barconi, segnalati mentre si trovavano ancora in acque internazionali, dovrebbero raggiungere .... Leggi la notizia
CORSERA ESTERI LIBIA ULTIMA ORA GHEDDAFI TRIBU' ACCORDO FATTO.

CORSERA ESTERI LIBIA ULTIMA ORA GHEDDAFI TRIBU' ACCORDO FATTO.

06 Marzo 2011

Tripoli 7 Marzo 2011 CORSERA.IT

Nella notte sembra che Muammar Gheddafi abbia siglato un accordo con alcune delle tribu' ribelli.Durante l'intera giornata a Misurata si sono svolti combattimenti tra truppe governative e ribelli,oltre 50 morti e trecento feriti.Un boato si è udito a Ras Lanuf e si sono sentite anche le batterie antiaree.A Toubruk le forze governative non hanno ancora la situazione in mano come dichiarano,i ribelli confermano che la città sarebbe ancora nelle loro mani.

Leggi la notizia
LIBIA AL ZAWIYA GHEDDAFI SANGUINARIO OLOCAUSTO DELLA POPOLAZIONE CIVILE.

LIBIA AL ZAWIYA GHEDDAFI SANGUINARIO OLOCAUSTO DELLA POPOLAZIONE CIVILE.

05 Marzo 2011

Tripoli 5 Marzo 2011 CORSERA.IT

Il mondo intero rimane a guardare impotente una strage di civili,la macelleria di corpi straziati dalle milizie mercenarie,quelle sanguinarie e feroci,al soldo del dittatore Muammar Gheddafi.La comunità occidentale,cosidetta civile,che non esprime giudizia per non compromettersi,conigli tra codardi.L'Europa dimostra ancora una volta la sua inettitudine,la diplomazia prevale,al confronto della realtà e degli avvenimenti della storia.Non c'è dubbio che in Libia si dovrebbe intervenire subito,per fermare la strage dei civili,inviare subito le truppe dell'ONU per creare un cordone di garanzia intorno a quelle popolazioni che non desiderano più essere sottomesse al dittatore Muammar Gheddafi.Se come dice lo stesso Clonello,la Libia è il popolo,ebbene che la democrazia prevalga in questo paese e sono d'accordo con Barack Obama,si deve intervenire senza attendere ancora un secondo,o continueremo a vedere con i nostri occhi,lo strazio dei corpi delle vittime di questo regime sanguinario,dispostico,disposto a qualiasi bestialità,pur di preservare i suoi privilegi e la sua immensa ricchezza.Noi del Corsera.it abbiamo lanciato un appello....

Leggi la notizia
CORSERA ESTERI NEWS LIBIA CARRIARMATI GHEDDAFI AL ZAWIYAH 200 MORTI IL PETROLIO SI TINGE DI ROSSO.

CORSERA ESTERI NEWS LIBIA CARRIARMATI GHEDDAFI AL ZAWIYAH 200 MORTI IL PETROLIO SI TINGE DI ROSSO.

05 Marzo 2011

Tripoli 5 Marzo 2011 Corsera.it

Il petrolio della Libia si tinge di rosso,quello delle centinaia di vittime civilI che le milizie di Muammar Gheddafi,continuano a mietere sul campo,senza preoccuparsi del dolore che infliggono alla popolazione.La comunità internazionale si deve sollevare e fa bene Barack Obama che dichiara che il colonnello Muammar Gheddafi se ne deve andare,poichè non ha più alcuna legittimazione a rimanere nel paese.(CORSERA.IT)

Le brigate fedeli al colonnello Gheddafi, nel 18esimo giorno della sommossa, hanno ripreso l'assedio e la sanguinosa offensiva contro i ribelli della città di al-Zawiyah, in Tripolitania e a 40 chilometri da Tripoli. L'obiettivo è riprendere il centro della città: le forze del regime hanno sfondato le linee dei ribelli, riferisce l'emittente al-Jazeera, che ha raccolto anche alcune testimonianze secondo le quali ci sono "persone ammazzate per strada" e i carri armati avrebbero aperto il fuoco contro la folla.  Sembra

Leggi la notizia
LIBIA RAS LANUF BENGASI BREGA IL GIORNO DEI VAMPIRI DI GHEDDAFI.

LIBIA RAS LANUF BENGASI BREGA IL GIORNO DEI VAMPIRI DI GHEDDAFI.

04 Marzo 2011

Tripoli 4 Marzo 2011 CORSERA.IT

La battaglia strada per strada in Libia scatena la violenza dei vampiri di Gheddafi.Le forse armate e i mercenari al soldo del Colonello libico,hanno scatenato la controffensiva,seminando la morte nella popolazione e il terrore.(CORSERA.IT)

Nuovi bombardamenti su Brega, "morti a Bengasi". Le forze fedeli a Gheddafi hanno bombardato di nuovo il terminal petrolifero di Brega, la città nell'est del Paese controllata dagli insorti. Una scelta rivendicata dal figlio di Gheddafi, Saif, in un'intervista a Sky come "un'indispensabile mossa strategica" per costringere i ribelli a ritirarsi. "Senza Brega, sei milioni di persone non hanno futuro, perché esportiamo tutto il nostro greggio da lì. Nessuno permetterà ai miliziani di controllare Brega è come se voi permetteste a...

Leggi la notizia
LIBIA BARACK OBAMA USA PRONTI ALLA GUERRA CONTRO GHEDDAFI.

LIBIA BARACK OBAMA USA PRONTI ALLA GUERRA CONTRO GHEDDAFI.

04 Marzo 2011

Tripoli 4 Marzo 2011 CORSERA.IT

Leggo.it.Barack Obama ha fatto sapere che gli Stati Uniti sono pronti all'intervento militare e tre navi da guerra Usa sono state spedite a poche miglia dalle coste libiche. Ma c'è cautela da parte di tutti (Nato compresa), in attesa di un mandato del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che potrebbe sbloccare l'impasse. Da parte sua, il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ha avuto colloqui con i suoi colleghi di Stati Uniti, Canada ed Inghilterra, cui ha concesso in questi giorni la possibilità di usare la base di Sigonella, ma soltanto per missioni umanitarie e rimpatri. I vertici delle forze armate italiane hanno comunque cominciato a discutere sulle possibili evoluzioni dell'impegno. Per la sua posizione geografica l'Italia è un Paese chiave per eventuali azioni in Libia. Tra le sanzioni decise dalla Ue contro Tripoli c'è quella dell'embargo totale sulla vendita di armi. Misura che necessita di un dispositivo navale di controllo perchè sia efficace. È questo, per ora, il primo possibile livello di coinvolgimento militare, al di là di quello umanitario. Si stima servano almeno 16-20 unità navali - che potrebbero partire dalla Sicilia e da Malta -....

Leggi la notizia