Lunedi' 10 Maggio 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA CORRIERE DELLA SERA URBANO CAIRO A CHE GIOCO GIOCA?

CORSERA CORRIERE DELLA SERA URBANO CAIRO A CHE GIOCO GIOCA?

30 Aprile 2020

ROMA 30 APRILE 2020 CORSERA.IT redazione Napoli 

Urbano Cairo contro la riapertura del campionato di Calcio di Serie A . Chi è Urbano Cairo, cosa vuole e chi lo comanda? 

Noi del CorSera.it abbiamo sempre espresso perplessità circa la reale indipendenza del Corriere della Sera rispetto al suo editore Urbano Cairo, che come tutti sappiamo , vive sommerso dai debiti bancari del suo gruppo editoriale. Cairo non vuole far ripartire il Campionato di Calcio di Serie A e il Corriere della Sera segue pedissequamente la linea del suo editore. 

Leggi la notizia
CORSERA-SERIE A CAMPIONATO GABRIELE GRAVINA SCACCO MATTO A ROBERTO SPADAFORA. PALLA AL CENTRO ALL'EDEN PARK DI AUCKLAND IN NEW ZEALAND

CORSERA-SERIE A CAMPIONATO GABRIELE GRAVINA SCACCO MATTO A ROBERTO SPADAFORA. PALLA AL CENTRO ALL'EDEN PARK DI AUCKLAND IN NEW ZEALAND

29 Aprile 2020

ROMA 29 APRILE 2020 CORSERA.IT Campionato di Serie A. Gabriele Gravina non sa più che pesci prendere, è ormai certo che sul territorio nazionale il campioniato di Serie A non potrà riprendere. Le condizioni di Dybala destano inoltre preoccupazioni tra i campioni di calcio. Roberto Spadafora è stato piuttosto chiaro, in alcune sue recenti dichiarazioni " sarà il mondo del calcio a chiedermi di fermarmi " . Il ministro dello Sport non ci sta a recitare la parte del becchino del calcio italiano e non ha inteso assumere alcuna posizione in proposito. Sono settimane che gioca di melina con il Presidente della Federcalcio Gabriele Gravina, tra i due fanno a chi si passa il cerino acceso in mano. Ma come abbiamo anticipato noi del CorSera.it, non c'e' alcuna altra soluzione che spostare il circo del Campionato di Serie A in un altro paese, tipo in nuova Zelanda, che ha dichiarato di aver debellato il covid-19.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS JUNIOR SAMBIA IN FIN DI VITA, VERDETTO INEQUIVOCABILE PER IL CALCIO GIOCATO

CORSERA CORONAVIRUS JUNIOR SAMBIA IN FIN DI VITA, VERDETTO INEQUIVOCABILE PER IL CALCIO GIOCATO

26 Aprile 2020

PARIGI. 26 APRILE 2020 CORSERA.IT FREDERICK O'NEAL

La vicenda clinica del giocatore del Montepellier Junior Sambia, la terapia intensiva e dopo il coma indotto, probabilmente metterà la parola fine a qualsiasi idea di riprendere i campionati di calcio nel mondo.La storia del contagio da covid-19 di Junior Sambia è come fosse il verdello finale alel polemiche degli ultimi mesi per la ripresa del calcio giocato, in piena emergenza coronavirus. Il campionato di Calcio di Serie A, non potrà riprendere, il carosello di 124 partite, costituirebbe un carrier formidabile per la diffusione del Covid-19 in Italia e costituirebbe un cattivo esempio per tutti. In coma indotto, le condizioni di Junior Sambia restano stabili. Il calciatore 23enne del Montpellier sta

Leggi la notizia
CORSERA-SERIE A ROBERTO SPADAFORA LA MELINA CHE RISCHIA DI SCIPPARE LO SCUDETTO ALLA LAZIO. LE INCERTEZZE DI UN ASINO A CINQUE STELLE

CORSERA-SERIE A ROBERTO SPADAFORA LA MELINA CHE RISCHIA DI SCIPPARE LO SCUDETTO ALLA LAZIO. LE INCERTEZZE DI UN ASINO A CINQUE STELLE

22 Aprile 2020

ROMA 21 APRILE 2020 CORSERA.IT b y Redazione sporiva CorSera Milano ( redazione mobile in emergenza covid-19 335291766) 

CorSera.it Copyright 2020 

Calcio Serie A . Le melina intentata del ministro dello Sport Roberto Spadafora, sono il preludio al baratro per il calcio italiano.Ma peggio di lui sono le incertezze gestionali evidenziate da Gabriele Gravina e Paolo dal Pino. I due manager non sanno che pesci pigliare, eppure soluzioni , exit strategy ce ne sono moltissime, come quella di trasferire il circo del calcio in un paese senza normative stringenti sul distanziamento sociale. Australia, Nuova Zelanda, Islanda e Portogallo , ad esempio. Il calcio italiano deve fare le valigie e riprendere in mondo visione la fase finale del girone di ritorno o il risultato del Campionato di Seria A rischia di essere falsato . 

Nessuno provi a scippare lo scudetto alla Lazio, a Simone Inzaghi Ciro Immobile e a tutti gli altri.Il Campionato di Calcio di Serie A 2019/2020 è stato caratterizzato dal gioco di una squadra formidabile, la Lazio di Simone Inzaghi e del suo leggendario patron Lotito.Prima dello stop per emergenza da Covid-19, La Lazio era in corsa per vincere lo scudetto, una vittoria dietro l'altra l'aveva avvicinata alla Juve di Ronaldo e di Sarri, una sorta di copia sbiadita di quella di Allegri. L'arrivo del coronavirus, ha strappato dagli occhi dei tifosi biancocelesti, il sogno di un meritato scudetto.

Il dovere della FIGC, e dei suoi organi amministrtivi come Gabriele Gravine e Paolo dal Pino,  è quello di tutelare gli interessi delle squadre, dei giocatori, ma sopratutto delle tifoserie. E' necessario proseguire nella fase di ritorno del Campionato di Calcio di Serie A ad ogni costo. Nulla può ancora rallentare la ripresa dei match, o i risultati per ovvietà potrebbero risultare falsati. La paura troppo prolungata , ad esempio potrebbe portare beneficio ai giocatori della Juve, tecnici e spompati, e arrecare pregiudizio alla squadra biancoceleste, che aveva giocatori in perfetta forma, forse ineguagliabile per tutte le altre squadre del torneo di Serie A. Il ministro Roberto Spadafora, non ci pare essere all'altezza di un compito così gravoso, mi pare che soltatno dopo aver letto gli articoli del CorSera.it, si siano accorti al Governo che per la ripartenza del Campioniato di Calcio ci sarebbero anche " problemi giuridici ". Oggi alla

Leggi la notizia
CORSERA SERIE A CORONAVIRUS LAZIO SCIPPO SCUDETTO, PAOLO DAL PINO GABRIELE GRAVINA DUE INCAPACI ALLA GUIDA DEL CALCIO ITALIANO. CLAUDIO LOTITO FATTI SENTIRE RIPARTENZA IN PORTOGALLO E ISLANDA

CORSERA SERIE A CORONAVIRUS LAZIO SCIPPO SCUDETTO, PAOLO DAL PINO GABRIELE GRAVINA DUE INCAPACI ALLA GUIDA DEL CALCIO ITALIANO. CLAUDIO LOTITO FATTI SENTIRE RIPARTENZA IN PORTOGALLO E ISLANDA

22 Aprile 2020

ROMA 22 APRILE 2020 CORSERA.IT by REDAZIONE SPORTIVA

IL CLAMOROSO SCIPPO STORICO DELLO SCUDETTO DELLA LAZIO.LA MELINA DEL MINISTRO ROBERTO SPADAFORA, L'INCAPACITA' GESTIONALE DI GRAVINA E DAL PINO, LA SPONDA TONTA DI GIOVANNI MALAGO'.CHE COSA SUCCEDE AL CALCIO ITALIANO? 

NESSUNO AVREBBE POTUTO BATTERE LA LAZIO QUEST'ANNO NEANCHE LA JUVE CHE HA PERSO NEGLI SCONTRI DIRETTI.

Il campionato di Serie A rischia di finire in un cimitero con tutte le squadre dei gironi di Serie A B C D. Come già anticipato dal CorSera.it , la ripresa del campionato di Calcio di Serie A è impossibile anche per ragioni giuridiche. Il calcio italiano deve espatriare con velocità verso quei paesi che non sono sotto la pressa delle normative da distanziamento sociale. Portogallo, Islanda, Australia, Nuova Zelanda. I campionato di Calcio di Serie A potrebbe proseguire nel ritorno del torneo a Ciclo Olimpico, 40 giorni di match ad altissimo livello,tra le altre cose con un budget miliardario, poichè i diritti televisivi potrebbero ricevere un over budget, un maggior introito, per via dell'esclusività del road show internazionale. In questo momento lo sport mondiale è fermo, cancellate le olimpiadi, il rugby, la pallacanestro, il campionato europeo di Calcio, la Champions. Per il calcio italiano deve essere l'occasione per prendere la palla al balzo e proporre la fase " del ritorno del campionato di Calcio di Serie A italiano . L'introito si aggirerebbe intorno al miliardo di euro , poco più o poco meno. Le partite sarebbero trasmesse i mondo visione, i calcio italiano darebbe spettacolo mondiale. Sfide memorabili di tutti i nostri club. Chi prima arriva prima alloggia. 

proroga dei divieti fino a metà maggio sembra più probabile di un via libera già il 4 maggio. Tra alcune società c'è infatti il timore che il ministro Spadafora possa fare 'melina' respingendo al mittente i protocolli perché giudicati difficilmente applicabili. Di certo, alla vigilia della delicata videoconferenza, Paolo Dal Pino è riuscito a ricompattare la Serie A, unanime nell'affermare "l'intenzione di portare a termine la stagione, qualora il Governo ne consenta lo svolgimento, nel pieno rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza". Aprendo l'assemblea, il presidente di Lega ha richiamato i club alla coesione e all'unità- In sintesi, ha avvertito che fanno male al sistema documenti come quello circolato lunedì, con le perplessita' e i quesiti sulla ripresa sollevati da 7-8 club.

Leggi la notizia
CORSERA ROBERTO SPADAFORA L'ULTIMO BECCHINO DEL CALCIO ITALIANO. PERCHE' IL GOVERNO NON PUO' FAR RIPARTIRE IL CAMPIONATO DI SERIE A

CORSERA ROBERTO SPADAFORA L'ULTIMO BECCHINO DEL CALCIO ITALIANO. PERCHE' IL GOVERNO NON PUO' FAR RIPARTIRE IL CAMPIONATO DI SERIE A

21 Aprile 2020

ROMA 21 APRILE 2020 CORSERA.IT by THE STREET LAWYER 

#COVID-19 – IL GOVERNO NON PUO’ FAR RIPARTIRE IL CALCIO DI SERIE A. I DPCM SONO FONTE GERARCHICAMENTE SUBORDINATA ALLA LEGGE. IL D.L. 19/2020 CHE IMPONE IL RISPETTO DEL DISTANZIAMENTO SOCIALE 

Il Ministro per le politiche giovanili e lo sport, Spadafora, ha fissato per domani, 22.4.2020, un incontro in videoconferenza per un confronto sul protocollo medico sanitario per l'eventuale riavvio degli allenamenti e delle competizioni calcistiche.

Il Presidente della FIGC, Gabriele Gravina, qualche giorno fa ha affermato “Non posso essere il becchino del calcio italiano. Quella di fermarsi è una responsabilità che lascio al governo”.

A parte l’evitabile quanto irrispettoso richiamo alla figura del “becchino” del tutto inappropriato in un momento di tale sofferenza per il popolo italiano che soprattutto in Lombardia il becchino, quello vero, lo ha visto entrare in migliaia di case a causa del COVID-19, il presidente della FIGC sbaglia di gran lunga sia nel pretendere di voler far ripartire il favoloso mondo del calcio professionistico nazionale sia nello scaricare l’eventuale mancata ripartenza sul governo.

Leggi la notizia
CORSERA-SERIE A CAMPIONATO CALCIO NON PUO' RIPARTIRE, CORONAVIRUS NON AMMETTE PRIVILEGI DI CASTA

CORSERA-SERIE A CAMPIONATO CALCIO NON PUO' RIPARTIRE, CORONAVIRUS NON AMMETTE PRIVILEGI DI CASTA

20 Aprile 2020

ROMA 20 APRILE 2020 CORSERA.IT by The Street lawyer 

CorSera.it Copyright 2020 

#COVID-19 – IL CALCIO E TUTTI GLI SPORT DI SQUADRA NON POSSONO RIPARTIRE. IL CORONAVIRUS NON AMMETTE PRIVILEGI DI CASTA.

 

Il calcio professionistico vuole ripartire. Se ne fa un gran discutere. A livello sia internazionale che nazionale.

La dimensione essenziale del diritto è quella ordinativa. “Ordinamento giuridico”. Questo non a caso il titolo del noto saggio dell’ill.stre gius-pubblicista Santi Romano. Ordinamento della complessità sociale che trova il suo collante nell’osservanza della società auto-ordinantesi e che diviene regola imperativa nel momento in cui il diritto si innesta all’interno di un apparato di potere. Società politica che nello scorrere del tempo ha assunto forme diverse dalla tribù tribale, alla polis, passando per gli imperi, i comuni sino all’odierno Stato. L’ordinamento statale moderno si dice originario in quanto superiorem non recognoscit. All’interno del sistema di regole dettato dallo Stato tuttavia sussistono plurime comunità nelle quali, nell’ottica pluralista dello Stato garantita dagli art. 2 e 18 della carta costituzionale, i partecipanti, nell’ambito delle regole generali dettate dallo Stato, si auto-ordinano per tutelare determinati valor

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS STOP AL CAMPIONATO DI CALCIO. NECESSARIO ONORARE I PRINCIPI COSTITUZIONALI DI SICUREZZA, EGUAGLIANZA E DIGNITA' UMANA

CORSERA CORONAVIRUS STOP AL CAMPIONATO DI CALCIO. NECESSARIO ONORARE I PRINCIPI COSTITUZIONALI DI SICUREZZA, EGUAGLIANZA E DIGNITA' UMANA

19 Aprile 2020

ROMA 19 APRILE 2020 CORSERA.IT by The Street Lawyer legal office ( Redazione mobile Milano 335291766 )

CorSera.it Copyright 2020

#COVID-19 – IL CALCIO E TUTTI GLI SPORT DI SQUADRA NON POSSONO RIPARTIRE. IL CORONAVIRUS NON AMMETTE PRIVILEGI DI CASTA.

Il calcio professionistico vuole ripartire. Se ne fa un gran discutere. A livello sia internazionale che nazionale.

La dimensione essenziale del diritto è quella ordinativa. “Ordinamento giuridico”. Questo non a caso il titolo del noto saggio dell’ill.stre gius-pubblicista Santi Romano. Ordinamento della complessità sociale che trova il suo collante nell’osservanza della società auto-ordinantesi e che diviene regola imperativa nel momento in cui il diritto si innesta all’interno di un apparato di potere. Società politica che nello scorrere del tempo ha assunto forme diverse dalla tribù tribale, alla polis, passando per gli imperi, i comuni sino all’odierno Stato. L’ordinamento statale moderno si dice originario in quanto superiorem non recognoscit. All’interno del sistema di regole dettato dallo Stato tuttavia sussistono plurime comunità nelle quali, nell’ottica pluralista dello Stato garantita dagli art. 2 e 18 della carta costituzionale, i partecipanti, nell’ambito delle regole generali dettate dallo Stato, si auto-ordinano per tutelare determinati valori, interessi dettandosi norme e regole, costituendo corti e prevedendo sanzioni e quant’altro necessario a regolare i loro specifici interessi.

Leggi la notizia
CORSERA CAMPIONATO DI CALCIO, GEYSER SOUND PLAY-OFF A PORTE APERTE IN PORTOGALLO E ISLANDA. RONALDO E CIRO IMMOBILE DOVE OSANO LE AQUILE. L'ITALIA RISORGE

CORSERA CAMPIONATO DI CALCIO, GEYSER SOUND PLAY-OFF A PORTE APERTE IN PORTOGALLO E ISLANDA. RONALDO E CIRO IMMOBILE DOVE OSANO LE AQUILE. L'ITALIA RISORGE

17 Aprile 2020

LISBONA 17 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it copyright 

 

L'Italia Risorge.

Play-off tra Juve e Lazio ( 1° e 2° in classifica campionato Serie A) , a cui passerebbe il testimonial per ridare lustro interplanetario all'Italia post coronavirus. Un messaggio chiaro per il Made in Italy. 

Dove osano le Aquile. Finale Campionato Serie A, show mondiale tra Juve e Lazio , come una Champions league, play-off e stadi aperti in Portogallo e Islanda. Immaginare lo spettacolo per il Calcio, come una rinascita post coronavirus, la finale tra la Lazio di Ciro Immobile e la Juve di Ronaldo a Lisbona. Una cosa da mille e una notte. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS CAMPIONATO DI CALCIO EFFETTO MESTALLA RISCHIO CONTAGIO. MEGLIO GIOCARE IN AUSTRALIA A CICLO OLIMPICO

CORSERA CORONAVIRUS CAMPIONATO DI CALCIO EFFETTO MESTALLA RISCHIO CONTAGIO. MEGLIO GIOCARE IN AUSTRALIA A CICLO OLIMPICO

16 Aprile 2020

ROMA 16 APRILE 2020 CORSERA.IT dr.Renato Corsini redazione sportiva  info@corsera.it 

CorSera.it Copyright 

La pandemia in Italia? Forse una opportunità per il nostro campionato di Serie A. Turno di ritorno in Australia, ciclo olimpico per tutte le squadre.

Campionato di Calcio apertura, si teme effetto Mestalla, assembramento dei tifosi fuori dallo stadio, come accadde per Valencia Inter, e sarebbe caos virale.Inimmaginabile pensare di far ripartire il Campionato di Seria A in Italia, con tifosi lombardi e padani in giro a seminare terrore pandemico al resto della popolazione.La mia idea è quella di giocare un Australia, stadi a porte aperte, un giro di ritorno con effetto Olimpiade per il mondo intero. L' Australia e la Nuova Zelanda non sono state investite dalla pandemia, le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state rinviate, nei palinsesti televisi italiani e in tutta Europa c'è un colossale buco. Se il Campionato di Serie A va in Australia per un ciclo olimpico,  il business sarebbe da almeno 1 miliardo di Euro per i soli diritti televisivi e il Viperetta potrebbe salvare la Sampdoria dal buco di bilancio.

 

CorSera.it Copyright 2020 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS NUMERI DA LOCKDOWN FINO A GIUGNO ALTRO CHE CAMPIONATO DI CALCIO. 4000 NUOVI CONTAGI E  431 MORTI SONO ANCORA UN'ENORMITA'

CORSERA CORONAVIRUS NUMERI DA LOCKDOWN FINO A GIUGNO ALTRO CHE CAMPIONATO DI CALCIO. 4000 NUOVI CONTAGI E 431 MORTI SONO ANCORA UN'ENORMITA'

13 Aprile 2020

MILANO 13 APRILE 2020 CORSERA.IT 

Con questi dati, non ci sarà alcun ritorno al campionato di calcio. Si andrà avanti fino a tutto maggio e poi forse la prima decade di giugno soltanto per vedere un miglioramento. Se Milano non entra davvero in quarantena, l' Italia intera rischia di scivolare in una recessione senza precedenti. 

Resta alto il numero delle vittime. Nelle ultime ventiquattr'ore sono morte 431 persone (ieri le vittime erano state  619), arrivando a un totale di decessi 19899.

I guariti raggiungono quota 34211, per un aumento in 24 ore di 1677 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2079 persone).

Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall'inizio dell'epidemia è 156363 (4092 nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 4694). I tamponi fatti oggi sono stati 46720, (ieri 56609).

Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 11,4 tamponi fatti, l' 8,8%.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS THE DAY AFTER, IL CALCIO NON ESISTERA' PIU', GLI STADI SARANNO SMANTELLATI

CORSERA CORONAVIRUS THE DAY AFTER, IL CALCIO NON ESISTERA' PIU', GLI STADI SARANNO SMANTELLATI

09 Aprile 2020

ROMA 9 APRILE 2020 CORSERA.IT by Alan Parker ai confini del mondo conosciuto

CorSera.it Copyright 2020 


The Day After, non si fa altro che parlare di cosa accadrà dopo, se un domani ci sarà per l'intera umanità, nella speranza che il coronavirus non sarà così forte da estinguere la specie umana. Non sappiamo ancora se il coronavirus dopo aver sterminato la razza umana, darà vita sulla Terra ad una nuova specie. Nessuno può oggi affermare che Covid-.19 non sia un virus artificiale. Per l'intelligenza mostrata, potrebbe essere una macchina perfetta. Soltanto un programma scientifico può aver dato orignie ad un virus che "inganna " la sua vittima. Febbre, tosse, una normale influenza. Poi zac. Si attacca all'apparato respiratorio e se non sei in prossimità di un respiratore artificiale, l'organismo umano va in tilt, salta, cortocircuito, attacco cardiaco. Sopraggiunge una morte terribile quella per asfissia..

 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS SENZA EUROBOND GERMANIA FUORI DALL'UNIONE EUROPEA. ALLIANZ STADIUM LA JUVE DEVE DISFARSENE

CORSERA CORONAVIRUS SENZA EUROBOND GERMANIA FUORI DALL'UNIONE EUROPEA. ALLIANZ STADIUM LA JUVE DEVE DISFARSENE

31 Marzo 2020

TORINO 31 MARZO 2020 CORSERA.IT by dr.Matteo Corsini Editor 

#noisiamoitaliani #salviamoilpopoloitaliano

Senza Eurobond i tedeschi doverebbero andarsene dall'Unione Europea, questa la mia posizione. Non so quanti la condivideranno, ma per me le cose stanno così. Alleati nella buona e nella cattiva sorte, non quando devono piazzarci la polizza assicurativa o l'automobile.Uniti, oppure ognuno per la sua strada. Noi Siamo Italiani. Forse non lo hanno ancora ben capito. 

Non sono Juventino, ma se lo fossi non metterei più piede in uno stadio chiamato Allianz. Il gruppo assicurativo tedesco sta inondando le televisioni italiane di spot e trailers pubblicitari, in cui l'agente assicurativo recita tante promesse ai suoi clienti italiani, mentre la Germania, nega ad uno dei paesi fondatori dell'Unione Europea, la condivisione del debito di emergenza , i cosiddetti Covid-bond e nel caso migliore gli Eurobond.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS CALCIO & IMMOBILIARE CROLLO STIPENDI SPINTA AL RIBASSO PREZZI DEL MERCATO DELLE CASE

CORSERA CORONAVIRUS CALCIO & IMMOBILIARE CROLLO STIPENDI SPINTA AL RIBASSO PREZZI DEL MERCATO DELLE CASE

31 Marzo 2020

ROMA 31 MARZO 2020 CORSERA.IT by dr.Matteo Corsini (redazione mobile 335291766 Milano ) 

CALCIO & IMMOBILIARE, IL CROLLO DI STIPENDI E CARTELLINI INFLUIRA' NEGATIVAMENTE SUL MERCATO IMMOBILIARE ?

Non c'è alcun dubbio che il crollo degli stipendi e dei reltivi cartellini del mondo del calcio, costituisce uno dei benchmark del settore immobiliare. Meno guadagneranno i giocatori, meno pagheranno per affittare o acquistare le case, meno la parte altra della forchetta del valore delle case diminuirà. Calcio e mattone sono legati l'uno all'altro in maniera interdipendente , tanto meglio va il calcio, tanto più guadagnano i giocatori, tanto più si vendono le case. Il settore immobiliare , i prezzi record, alle volte sono influenzati dal valore di acquisto di alcune immobili, sopratutto da parte di stranieri e calciatori, vip in generale. In Italia i calciatori costituiscono il benchmarket del mercato immobiliare del lusso. Se cadono gli Dei, cade anche il mattone . Facile dunque immaginare, che se la decurtazione degli stipendi dei calciatori del 30% , già nel prossimo mese di giugno 2020, alla ripresa delle comporavendite immobilaire, influirà nella medesima proporzione sui  prezzi del mattone ad uso residenziale.

Altra narrazioneper gli immobili ad uso ufficio, anche qui, la stabilizzazione dei prezzi, sarà legaga all'andamento dello smart working, vale a dire i nuovi business plan delle aziende, che potrebbero optare per la diminuzione delle dimensioni dei propri uffici a favore della maggiore concentrazione di unità operative in smart working. 

 

CorSera.it Copyrtight 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS JUVE ACCORDO STIPENDI, ADESSO EQUA DISTRIBUZIONE DIRITTI TV #ANDRATUTTOBENE

CORSERA CORONAVIRUS JUVE ACCORDO STIPENDI, ADESSO EQUA DISTRIBUZIONE DIRITTI TV #ANDRATUTTOBENE

29 Marzo 2020

TORINO 29 MARZO 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright 2020 

#ANDRATUTTOBENE- ANDREA AGNELLI – LETTERA ALLA EUROPEAN CLUB ASSOCIATION - LACRIME DI COCCODRILLO.

Su il quotidiano nazionale “La Stampa” on line del 3.3.2020 si legge: “Exor, la holding della famiglia Agnelli, ha ceduto PartnerRe a Covea, gigante delle mutue francesi. Il valore dell'operazione è di 9 miliardi di dollari che si traduce per la società guidata da John Elkann in un guadagno netto di 3 miliardi di dollari (2,68 miliardi di euro). Exor aveva acquistato PartnerRe nel 2016 con un esborso di 6,7 miliardi di dollari. Nel frattempo, ha incassato 660 milioni di dividendi e quindi l'esborso netto è stato di 6 miliardi. Al guadagno vanno aggiunti i 50 milioni di dollari che verranno pagati da PartnerRe prima della chiusura dell'operazione prevista entro l'ultimo trimestre di quest'anno”.

Nel sito ufficiale della Juventus a sua volta si legge: “Juventus è controllata da EXOR N.V., società quotata in Borsa con sede a Amsterdam, che ne detiene il 63,8% del capitale. EXOR N.V. è una delle principali società di investimento europee”.

Il monte stipendi della Juventus per l’anno 2019/2020 è pari a circa 250,7 milioni di

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DPCM SOSPESO CAMPIONATO DI SERIE A. SCUDETTO A TAVOLINO O DOPPIA SFIDA JUVE LAZIO

CORSERA CORONAVIRUS DPCM SOSPESO CAMPIONATO DI SERIE A. SCUDETTO A TAVOLINO O DOPPIA SFIDA JUVE LAZIO

09 Marzo 2020

Roma 9 marzo 2020 CorSera.it by Antonio Banni 

Giuseppe Conte sospede il campionato di Serie A. Una botta a sangue freddo sulle tifoserie di tutta Italia, il Campionato di serie A viene sospeso,come tutti gli altri, B ,C, D, e cadetti. Ogni manfiestazione sportiva in Italia è stata abolita.C'e' il coprifuoco per il Covid-19. Stante così le cose, e il campionato europeo alle porte, sarà impossibile recuperare tutte le partite e potrebbe verificarsi il caso di assegnare lo scudetto a tavolino all'amata e odiata , a secondo dei casi, Juventus football club. La tifoseria laziale è già sul piede di guerra, dopo 8 anni, finalmente un campionato di Serie A di grande interesse, combattuto fino all'ultimo minuto tra due grandi del calcio italiano, Lazio e Juventus. Ma purtroppo le cose stanno così. L'idea del Corsera.it è quella di assegnare lo scudetto dopo una doppia sfida, andata e ritorno, tra le due capoliste Juve e Lazio. Non c'e' altro modo per non falsare l'arrivo al traguardo del Campionato 2019/2020. Se sarà necessario ben venga una sfida diretta e che vinca il migliore. (CorSera.it Copyright) 

Leggi la notizia
CorSera – Icardi, dopo Dzeko, spera nella Juve. Ha preso tempo, ma deve una risposta a Inter e Napoli

CorSera – Icardi, dopo Dzeko, spera nella Juve. Ha preso tempo, ma deve una risposta a Inter e Napoli

17 Agosto 2019

L’opzione Roma è ormai svanita con il rinnovo di Dzeko e Icardi deve adesso scegliere la sua strada, quella che porta lontano dall’Inter, perché il club ha deciso così. Stando a quanto racconta il Corriere della Sera, il giocatore argentino starebbe aspettando la Juventus che però al momento è bloccata, si parla di una matassa, sul fronte cessioni (da piazzare Mandzukic, Dybala, Higuain). Il centravanti nerazzurro continua a sperare di andare a Torino e la carta Dybalapotrebbe sciogliere questo nodo. Maurito avrebbe preso fino all’inizio della prossima settimana, poi dovrà dare la sua risposta al Napoli di De Laurentis.

Leggi la notizia
CorSera - Milan, in mancanza di offerte superiori ai 30 milioni Suso resta

CorSera - Milan, in mancanza di offerte superiori ai 30 milioni Suso resta

17 Agosto 2019

L'edizione odierna del Corriere della Sera riferisce questa mattina che, in mancanza di offerte superiori ai 30 milioni di euro, Suso è destinato a restare in rossonero. I rossoneri non hanno nessuna intenzione di svendere i loro big e quindi diranno sì solo a proposte importanti e irrinunciabili. 

Leggi la notizia
Corsera - Inter, Dybala Icardi la bufala di mercato alternativa a Dzeko. Ma tutto dipende da Icardi

Corsera - Inter, Dybala Icardi la bufala di mercato alternativa a Dzeko. Ma tutto dipende da Icardi

17 Agosto 2019

Secondo l'edizione odierna del Corriere della Sera, Mauro Icardi continua ad aspettare e a sperare di andare alla Juve, con l’Inter che adesso potrebbe aiutarlo per arrivarea Dybala. Il centravanti nerazzurro ha preso tempo fino all’inizio della prossima settimana, poi — tramontata la Roma — dovrà dare una risposta al Napoli, che potrebbe offrire all’Inter Milik. De Laurentiis, in attesa di annunciare Lozano, riceve un messaggio negativo dal Real per James Rodriguez: convocato per la prima gara di Liga, contro il Celta, assieme a Bale.

Leggi la notizia
CorSera | Milinkovic la speranza è l'ultima a morire, verso la conferma: nessuna rivoluzione in casa Lazio

CorSera | Milinkovic la speranza è l'ultima a morire, verso la conferma: nessuna rivoluzione in casa Lazio

17 Agosto 2019

A volte il mercato cambia all’improvviso: basta un’opportunità imprevista o una trattativa repentina per ribaltare situazioni che sembravano consolidate. Se non succederà nulla di tutto questo, è probabile che la Lazioarrivi al 2 settembre – quando chiuderanno definitivamente le trattative – con l’organico attuale. Il motivo? La società e l’allenatore ritengono la rosa completa e competitiva in ogni reparto; migliorabile, certo, però già affidabilissima. Non solo in difesa e a centrocampo, ma anche in attacco.

Leggi la notizia