Giovedi' 19 Maggio 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
CRACK MADOFF: SANTANDER ESPOSTA PER 2.3 MILIARDI

CRACK MADOFF: SANTANDER ESPOSTA PER 2.3 MILIARDI

15 Dicembre 2008
Roma 15.12.2008 (corsera.it) a cura di Matteo Corsini.
Coinvolto anche il Banco Santander secondo WallstreetItalia.it questa mattina. La grande truffa miliardaria di Bernard Madoff si allarga a macchia d'olio con la preoccupazione che l'intero sistema finanziario della gestione mobiliare subisca un’altra profonda ferita e questa volta insopportabile,perchè equivarrebbe a constatare che le strategie di politica economica e finanziaria  messe in campo dal Governo USA e dalla FED sono dei palliativi rispetto all'inquinamento delinquenziale del mercato finanziario stesso. Il mondo non è difronte soltanto o semplicemente ad un pericoloso crollo dell'economia reale,ma alle conseguenze potenzialmente più dolorose e devastanti della moltiplicazione di queste perdite che l'economia del credito sintetico è riuscita a risucchiare nel proprio seno divorato dal cancro della corruzione.
Leggi la notizia
CRISI UNICREDIT BRUCIATI ALTRI 75 MILIONI : PROFUMO DI INCULATE

CRISI UNICREDIT BRUCIATI ALTRI 75 MILIONI : PROFUMO DI INCULATE

15 Dicembre 2008

Milano 16.12.08(corsera.it) Non si placa la protesta contro i managers di Unicredit,titolo ai minimi storici.Profonda crisi delle strategie di lungo termine.Tutto da rivedere.

Alessandro Profumo è considerato il più grande ed esperto banchiere d’Italia eppure la sua Unicredit globalizzata è ormai un carrovecchio che rantola e strilla come una vecchia ubriaca. Neanche l’entrata di partner solidi come i libici sono riusciti a risollevare le sorti dei titoli nel listino Telematico di Piazza Affari.Nessuno sembra più fidarsi di Alessandro Profumo  che anche secondo noi dovrebbe mollare la baracca a qualche altro banchiere con uno skill più tradizionale e prudente.  Ogni giorno si profilano brutte notizie e i bilanci sono appesantiti da perdite e svalutazioni da effettuare. Leggi la notizia
WALL STREET LA TRUFFA MADOFF QUALI BANCHE HA COLPITO.

WALL STREET LA TRUFFA MADOFF QUALI BANCHE HA COLPITO.

15 Dicembre 2008

Roma 15.12.2008 (corsera.it) C'è da continuare a credere a tutti questi banchieri che si ostinano ad investire soldi attraverso veicoli che sono delle macchine inventate per frodare i risparmiatori? Oppure immaginiamo di mandarli tutti all'ergastolo come succede negli States? Qui si sta mettendo in ginocchio il sistema finanziario mondiale per dei ladri e delinquenti.Possibile che i nostri banchieri non se ne rendano conto? Frode vive con collusione,frode vive con tangente.Chiamatela come volete ma questa non è una debacle finanziaria ,siamo ostaggi di banditi criminali.

Da Repubblica on line

ROMA - Continuano a moltiplicarsi gli annunci di banche e finanziarie che riferiscono di essere incappate nella gigantesca frode finanziaria di cui viene accusato l'ex presidente del Nasdaq, Bernard Madoff. La truffa da decine di miliardi di dollari, negli Stati Uniti si sta allargando non solo ai giganti della finanza, ma anche a enti di beneficenza e perfino a semplici risparmiatori o pensionati.

Leggi la notizia
BABBO NATALE E INFLAZIONE TUTTI I DATI.

BABBO NATALE E INFLAZIONE TUTTI I DATI.

15 Dicembre 2008

ROMA 15.12.2008(CORSERA.IT) Arriva Natale e Babbo con le strenne e l'inflazione comincia a diminuire in Italia con sollievo di tutti.Ecco i dati forniti da fonte Ansa per l'ultimissima news di oggi ore 20.16.

L'inflazione a novembre è scesa dal 3,5% al 2,7%. Lo conferma l'Istat nel dato definitivo, precisando che i prezzi al consumo sono diminuiti dello 0,4% rispetto a ottobre.

L'indice armonizzato dei prezzi al consumo, precisa l'Istat, ha registrato una variazione di -0,5% a livello congiunturale e di +2,7% in termini tendenziali. Il rallentamento dell'inflazione di novembre, spiegano all'Istat, riflette in primo luogo il brusco ridimensionamento della dinamica tendenziale dei prezzi dei beni (dal +3,6% al +2,6%) e, in particolare, di quelli energetici. Un rallentamento del tasso tendenziale si registra anche per i prezzi dei prodotti alimentari, nonostante gli aumenti registrati sul piano congiunturale.

Leggi la notizia
MARINA BERLUSCONI SPOSA.CERIMONIA SOBRIA PER LA FIGLIA DI RE ALARICO.

MARINA BERLUSCONI SPOSA.CERIMONIA SOBRIA PER LA FIGLIA DI RE ALARICO.

13 Dicembre 2008

Milano 13.12.08 (corsera.it)

Se non fosse perchè alle volte è simpatico,la cerimonia del matrimonio di Marina la  figlia di Silvio Berlusconi, sarebbe la caricatura di un gruppo di burini arricchiti che vuole sfoggiare al mondo le ricchezze accumulate con enorme sacrificio.Una tipica famiglia di immigrati italiani che hanno fatto fortuna all'estero magari in Argentina,il problema è che il capostipite che ama farsi ritrarre come Re Alarico tra i figli,ha fatto la sua fortuna in Italia e qui ce lo dobbiamo sciroppare.

L'Italia muore di fame e la figlia del Re si sposa con una cerimonia sobria nella Villa di Arcore.Marina Berlusconi sposa Maurizio Vanadia prima ballerino della Scala.Maggiordomi in guanti bianchi e ombrelloni attendevano gli ospiti all'ingresso,rivisitazione dei fasti nobiliari degni delle corti inglesi.Le due acerrime nemiche Veronica Lario e Carla Dall'Oglio si sono incontrate per la prima volta .Anche qui un'altra nota stonata perchè le cronache riferiscono che la Lario è giunta ad Arcore,quindi non vive più nella Villa ammantata di nebbia?

invia un sms per il tuo commento sul matrimonio di marina Berlusconi 3348944664 redazione@corsera.it


Leggi la notizia
BERNARD MADOFF LA SUA TRUFFA POTREBBE COINVOLGERE BANCO POPOLARE E UNICREDIT.

BERNARD MADOFF LA SUA TRUFFA POTREBBE COINVOLGERE BANCO POPOLARE E UNICREDIT.

13 Dicembre 2008

Ginevra 13.12.08 (corsera.it)Un altro brutto week-end per Alessandro Profumo che come Carlo Magno ha cercato fortuna altrove e adesso deve sopportare gli aneliti della sconfitta,uno dei principali istituti di credito italiani distrutti dal tracollo,protagonista di un vero Titanic del nostro settore bancario.La truffa di Madoff coinvolge anche UNICREDIT.

La frode miliardaria ideata dall'ex Presidente del Nasdaq Bernard Madoff potrebbe dilatarsi al di quà dell'Oceano e proprio in Svizzera a Ginevra dove Union Bancaire Privee sarebbe coinvolta  per due miliardi di euro,dietro Aletti gestielle controllata da Banco Popolare,dove oggi siede in carica il nuovo amministratore delegato Pier Francesco Saviotti.Ancora nelle peste anche Unicredit coinvolta attraversp Pioneer Alternative Investments.Sembra non esserci pace alle truffe dei managers delle banche,i risparmiatori in fuga dalle gestioni.E' necessario intervenire con provvedimenti durissimi .

Leggi la notizia
Crisi auto, a picco le Borse europee

Crisi auto, a picco le Borse europee

12 Dicembre 2008

In rosso le piazze del Vecchio Continente. Milano a -3,94%. Sprofonda Fiat. Il Nikkei a -5,56%

dal Corriere della Sera on line

TOKYO - Sono in pesante calo, dopo la chiusura negativa delle piazze del continente asiatico, le Borse in Europa, trascinate al ribasso dalla bocciatura del Senato americano al piano di salvataggio delle «Big Three» dell'auto. A Milano il Mibtel cede il 3,94%. In deciso ribasso anche Parigi, con il Cac40 che lascia sul terreno il 3,71%, Francoforte con il Dax in calo del 3,31% e Londra, dove il Ftse100 segna un -2,21% e poi ancora Madrid a -2,80%, Amsterdam -3,52%, Stoccolma a -3,65% e Zurigo a-2,49%.

Leggi la notizia
UNO ZAR PADRONE DEL MONDO DELLE AUTOMOBILI USA.

UNO ZAR PADRONE DEL MONDO DELLE AUTOMOBILI USA.

11 Dicembre 2008 Washington 11.12.08 (Corsera.it) Non è una rivisitazione della storia russa e neanche quella della politica americana,ma sarà uno Zar a presiedere alla ristrutturazione della disintegrata industria automobilistica americana.I veicoli di accorcieranno e diminuiranno anche la potenza della cilindrata.General motors,Chrysler e Ford saranno più Fiat e meno limousine,più italiane e meno strafottenti.Con la crisi economica gli americani riducono anche le dimensioni dei loro status simbol e le ragioni sono da vendere.Con lo Zar di tutte le automobili americane arrivano anche 15 miliardi di dollari,che non saranno a fondo perduto ma un prestito che dovrà essere restituito con lauti interessi. Leggi la notizia
LONDRA ALLA REGINA ELISABETTA LA CASA CADE A PICCO.

LONDRA ALLA REGINA ELISABETTA LA CASA CADE A PICCO.

09 Dicembre 2008

Londra 9.12.08(corsera.it) Ultimissima breaking news ore 9.27.

 Vendite di case a picco, nel Regno Unito. Lo ha annunciato il Royal Institute of Chartered Surveyors. Gli agenti immobiliari hanno venduto una media di 10,6 case nel trimestre terminato a novembre, il livello piu' basso da 30 anni a questa parte. (Agr)

La crisi del mercato immobiliare si accentua anche in Inghilterra dove la ricca e sovrana Londra subisce una contrazione estesa delle compravendite immobiliari,anche i prezzi scendono a causa dell'effetto del crack finanziario che ha colpito i prestigiosi istituti finanziari anglosassoni.Ma ricordiamo che le stesse banche offrivano mutui a chiunque avesse un pò di soldi con la strategia dell'indebitamento lauto guadagno.Ma non è bastato.Vedremo quali effetti negativi subirà il mercato domestico italiano che al contrario nel mese di dicembre sembra aver arrestato l'emorragia ,almeno dei prezzi.

Leggi la notizia
BORSA DI MILANO OGGI IN RIALZO SPETTRO SPECULATORI.

BORSA DI MILANO OGGI IN RIALZO SPETTRO SPECULATORI.

08 Dicembre 2008

Milano 8.12.2008 (corsera.it) Gran Valzer dei listini europei sulla scia dell'esuberanza di quelli asiatici,spinti dall'ottimismo che il piano strategico finanziario per il rilancio dell'economia studiato da Barck Obama servirà  davvero.Buone anche le notizie sul fronte automobilistico,il piano di salvataggio per l'industria automobilistica  sembrerebbe pronto.C'è da sottilineare che il fortissimo rialzo di oggi è l'ennesima prova degli speculatori che agiscono mentre tutti gli altri sono fuorigioco per le festività.Un colpo di reni con l'economia allo sfascio,potrebbe illudere domani i piccoli risparmiatori all'apertura del mercato,per poi lasciarli come al solito con un palmo di naso già nel corso della giornata.E' un mercato Orso attenzione ad investire se non si esce in fretta.

Leggi la notizia
I BUONI AFFARI DI SILVIO BERLUSCONI IL LIBICO.

I BUONI AFFARI DI SILVIO BERLUSCONI IL LIBICO.

08 Dicembre 2008

Tripoli 8.12.08 (corsera.it) A Silvio Berlusconi piace il petrolio e gli  arabi libici sono pronti ad entrare in ENI.Hanno salvato l'affondamento del nostro titanic bancario Unicredit soltanto pochi giorni fà.E questo soltanto grazie alla ormai consolidata amicizia con il Cavaliere di Arcore .Il sistema economico italiano si sta libicizzando.

Silvio Berlusconi ha stretto un patto di acciaio con il leader libico Gheddafi.Ha regalato 5 miliardi di euro alla Libia per i danni morali e materiali della Guerra e ha soppiantato il posto dell'Avv.Giovanni Agnelli nel cuore economico di Tripoli.L'asse Putin Berlusconi Gheddafi muove passi da gigante all'interno del sistema europeo ma sopratutto nei confronti delle relazioni con gli USA.

Leggi la notizia
Il patto di  sangue tra il  Generale Silvio  Berlusconi con il Colonnello Gheddafi.

Il patto di sangue tra il Generale Silvio Berlusconi con il Colonnello Gheddafi.

08 Dicembre 2008

Roma 8.12.08 (corsera.it) Ci sono oppositori in Libia? La libia è un paese libero e civile? Chi ha colpito l’areo di Ustica macchiando di sangue gli scogli della nostra isola? I libici sono terroristi? Con chi sono alleati ?

Ci ricordiamo le parole di Gheddafi all’indomani delle Torri Gemelle?

Leggi la notizia
MERCATO AUTO : A FORD ADESSO PIACE LAPO ELKANN.

MERCATO AUTO : A FORD ADESSO PIACE LAPO ELKANN.

02 Dicembre 2008

Detroit 2.12.2008(Corsera.it) Ford la prestigiosa casa automobilistica è in rovina e per battere le cause del tracollo commerciale punterà a produrre automobili piccole e pulite.Anche il compenso del suo ceo Alan Mullay sarà drasticamente ridimensionato.Appare dunque definitivamente tramontata l'era dei filmoni di Aberto Sordi di cui ricordiamo  la famosa sequenza del suo memorabile film "Un Americano a Roma " mentre in Italia spadroneggiava la canzone di Renato Carosone " Tu Vuoi Fà l'Americano" .

A Ford,adesso piace Fiat,spiritosa e brillante come ha giustamente voluto l'ingegno del creativo per eccellenza del gruppo industriale torinese Lapo Elkann.

Leggi la notizia
CRISI FINANZIARIA.RIPRENDE IL MERCATO IMMOBILIARE.

CRISI FINANZIARIA.RIPRENDE IL MERCATO IMMOBILIARE.

30 Novembre 2008

Roma 30 Nov.(corsera.it) Matteo Corsini .Crisi finanziaria ma in Italia torna a galoppare il mercato immobiliare.L'Inverno per il mercato immobiliare è finito,la verticale discesa dell'euribor torna a far galleggiare i mattoni nel mare della tempesta,sopratutto quelli centrali e di buona qualità.Alla crisi finanziaria gli italiani rispondono riprendendo il cammino che per lunghi mesi era rallentato,portando alla contrazione dei valori.Sebbene soltanto adesso Nomisma pubblica le analisi del settore che quindi dipingono la crisi dei mesi trascorsi,il vento ottimista di un altro taglio del saggio di sconto aumenta l'interesse per la solidità patrimoniale del real estate.Sono i grandi gruppi che affondano sotto il macigno degli oneri finanziari dovuti alla sproporzionata leva finanziaria adottata nel perverso meccanismo dell'ingegneria finanziaria.Ma i piccoli risparmiatori troveranno opportunità nello sfascio di questi grandi gruppi e alla loro necessità di fare cassa per ripianare i debiti.Chi compra oggi si ritroverà un bel gruzzoletto già in Primavera.

Leggi la notizia
EUROLANDIA DAL BARBIERE.INFLAZIONE GIU' DISOCCUPAZIONE SU.

EUROLANDIA DAL BARBIERE.INFLAZIONE GIU' DISOCCUPAZIONE SU.

28 Novembre 2008

Bruxelles 28,Nov.(Corsera.it) Ultimissime breaking news ore 14.27. Il Black Friday,il giorno in cui iniziano le vendite natalizie,non promette niente di buono con le borse di mezzo mondo che ripiegano dopo la brillantezza delle ultime sedute.

Eurolandia sotto torchio del barbiere,secondo i dati rilasciati da Eurstat l'inflazione in eurolandia scende significativamente al 2.1% mentre sale il tasso di disoccupazione al 7.7%.La fotografia impietosa che si manifesta è il prologo per un periodo di deflazione,anche se le manovbre di politica monetaria in eurolandia rispetto agli Stati Uniti rimangono ancora consistenti.

Leggi la notizia
BERLUSCONI :I MIEI AFFARI CON PUTIN.

BERLUSCONI :I MIEI AFFARI CON PUTIN.

26 Novembre 2008 Mosca 26,Nov.(corsera.it)I due si adorano.Vladimir Putin ha sempre un felice imbarazzo quando incontra il giocoliere italiano,stima la sua abilità politica e per la Russia rappresenta una valida chiave di interpretazione del mondo americano e dei rapporti di forza nei settori chiave come quello dell'energia e del petrolio.Le due anime gemelle che ogni tanto si incontrano nei luoghi più significativi per entrambi come la Certosa di Berlusconi e la baita fuori Mosca di Putin,hanno ormai chiaramente stretto una allenza potentissima che tende a privilegiare quei canali commerciali di cui la Russia dispone .I potenti sommergibili russi solcano i mari con la benedizione del nostro Premier,che si è speso con lungimiranza nell'affettuoso rapporto con George W.Bush e quindi una fetta consistente di quell'America legata al petrolio,alle lobby militari che rappresentano il potere forte.L'anello su cui si gira intorno è il mercato del petrolio e del gas,le risorse energetiche per miliardi di dollari che fluttuano da un capo all'altro del globo.Ma alle volte questi parametri schizzano per aria,costrigendo la materia prima a scivoloni improvvisi.Le redini del gioco si alzano e si piegano secondo le volontà americana e prescindono da quella poca influenza che gli enormi giacimenti russi possono ottenere sui mercati.Il prezzo del petrolio è un prezzo politico,attivo negli scambi commerciali ma nelle alleanze tra potenze arabe e Stati Uniti,come queste si scompongono ecco che i petrodollari diventano carta straccia. Leggi la notizia
GIULIO TREMONTI E GUGLIEMO EPIFANI I MAGGIORDOMI DI BUCKINGHAM PALACE

GIULIO TREMONTI E GUGLIEMO EPIFANI I MAGGIORDOMI DI BUCKINGHAM PALACE

25 Novembre 2008

Roma 25 Nov.(corsera.it) a cura di Matteo Corsini.

Epifani dichiara guerra al Governo e conferma lo sciopero del 12 dicembre.Guglielmo il maggiordomo di Buckingham Palace al termine del confronto con Silvio Berlusconi ha definito la manovrina "esposizionie generica e insufficiente."Un sindacato CGIL senza idee,capogruppo di un popolo che al contrario spera che vi siano risposte importanti in grado di risollevare le penosa condizione economica del paese.Davanti a loro il Ministro del Tesoro,quello che vende le spiagge e le isole e che fino a ieri faceva i conti fiscali ai suoi grandi e importanti clienti.Un incontro tra rappresentanti senza idee,che sul tavolo fanno saltare pillole da mal di testa per un malato terminale.Bonus,social card,anticipi,tariffe,mutui.Sono il corollario di provvedimenti inutili quella di una compagine governativa messa all'angolo,stremata da un cataclisma di dimensioni mondiali.

 

Leggi la notizia
CITIGROUP PIANO DI EMERGENZA DELLA FED .

CITIGROUP PIANO DI EMERGENZA DELLA FED .

24 Novembre 2008 NEW YORK .Ore 1.18 E.T.24 ,Nov.(Corsera.it) Si continua a lavorare febbrilmente per comporre la bozza del piano di salvataggio che ormai sembra inevitabile anche per il colosso del credito americano Citigroup che in pochi giorni ha visto sparire gran parte della capitalizzazione di borsa.Un collasso che ha accecato la mente degli investitori costringendoli a vendere tutto venerdì nell'ultima giornata possibile di contrattazione.Ma il panic selling è continuato anche durante il week-end con le autorità seriamente preoccupate che questo ennesimo colpo al sistema possa propagarsi alla borsa di Wall Street colpendola in modo mortale.Si lavora per evitare quel sincronismo indiretto della Tabula Rasa,l'implosione del sistema che a tutti gli effetti questa volta sarebbe inevitabile.Il gioco dei dadi del piano Paulson ,che prima ha annunciato di acquistare asset tossici per 700 miliardi  e poi viene ritirato con la stessa mano,ha avuto come ultimo effetto quello di determinare un'altra vittima illustre. Leggi la notizia
CITRIGROUP OK AL PIANO DI EMERGENZA.AUTORITA' ALLO SBANDO.

CITRIGROUP OK AL PIANO DI EMERGENZA.AUTORITA' ALLO SBANDO.

24 Novembre 2008

Los Angeles 24,Nov.Ore 7.58 E.T. (Corsera.it) In una giornata convulsa di negoziazioni che Corsera.it ha seguito fino a tarda notte,le autorità Federali e quelle del tesoro americane sono state costrette a dare forma ad un piano di salvataggio ibrido che prevede per il colosso bancario l'assunzione (in realtà una garanzia)  di asset tossici per miliardi di dollari,un'altro colpo di mano ad una strategia di interventi statali che adesso comincia a preoccupare per l'enormita del suo esborso.L'intervento prevede altri 20 miliardi di iniiezione di liquidità che si sommano ai 25 miliardi già richiesti e la garanzia per 306 miliardi di bad asset o asset tossici.

"Non bastano 700 miliardi,se ne servono 300 soltanto per Citi." Anche Obama pare seguire la stessa previsione annunciando la creazione di 2.5 milioni di posti di lavoro ma nel contempo una richiesta suppletiva di altri 700 miliardi per dare una scossa ai mercati .

Leggi la notizia
CRISI FINANZIARIA : LE RISPOSTE DI BENITO MUSSOLINI.

CRISI FINANZIARIA : LE RISPOSTE DI BENITO MUSSOLINI.

24 Novembre 2008

Roma 24 Nov.(corsera.it) a cura di Matteo Corsini.

La crisi dei subprime è una crisi culturale prima che finanziaria,e proprio perchè ha distrutto l'evoluzione dei sistemi su cui si era sviluppata,possiamo sostenere che rappresenta una involuzione del progresso,un errore umano paragonabile ad un terremoto.La crisi dei crediti sintetici è la truffa che migliaia di speculatori  hanno orchestrato ai danni delle famiglie e della collettività,rappresenta un eccidio criminale delle promesse di progresso.La nostra storia d'Italia ha nel suo grembo delle risposte efficienti che il fascismo in parte ad opera del suo leader seppe cogliere nella loro importanza.Rileggendo quei momenti di storia,preludio ad una crisi drammatica ,possiamo individuare risposte che ancora oggi potrebbero essere efficaci e attuali,come il ritorno ad una società rurale,con i significati pregnanti che la cultura contadina insegna e custodisce.Mentre si fabbricavano crediti sintetici le campagne italiane sono in gran parte oggi abbandonate,i centri rurali lasciati morire,la vita di paese e le sue antiche tradizioni trascurate dalla cultura televisiva ,parossismo di una concorrenza basata sul profitto e non sulla evoluzione del mondo. 

Leggi la notizia