Lunedi' 03 Ottobre 2022
HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA CORONAVIRUS BATRACHOCHYTRIUM PARADIGMA DA VIRUS LETALE  COVID-19

CORSERA CORONAVIRUS BATRACHOCHYTRIUM PARADIGMA DA VIRUS LETALE COVID-19

19 Marzo 2020

LOS ANGELES  19 MARZO 2020 CORSERA.IT by ALAN PARKER dal nostro corrispondente ai confini del mondo conosciutoItalia del Nord, centinaia di italiani cadono a grappoli colpiti dal nemico invisibile del coronavirus. I telegiornali riprendono i camion dell'esercito italiano che entrano nelle due città di Bergamo e Brescia per portare via i morti,sono scene di guerra, momenti irreali,  decimati dalla YERSINIA PESTIS, la Morte Nera del 1330 d.c.,anche quella giunta dall'Asia orientale o centrale,quando le pulci (portatrici sane) infettarono gli esseri umani con i loro morsi. Come sostiene la virologa Ilaria Capua, qualcosa è accaduto in Lombardia, probabilmente dal ceppo originario cinese è mutato il genoma dell'agente patogeno, trasformandosi in qualosa di altro e più letale per l'essere umano.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS E' ANCORA STRAGE 349 MORTI E 3000 CONTAGI, IL CEPPO LOMBARDO E' DIVERSO DA QUELLO CINESE?

CORSERA CORONAVIRUS E' ANCORA STRAGE 349 MORTI E 3000 CONTAGI, IL CEPPO LOMBARDO E' DIVERSO DA QUELLO CINESE?

18 Marzo 2020

MILANO 18 MARZO 2020 CORSERA.IT BY ALAN PETERSON  

corrispondente dal fronte di guerra al Coronavirus.

Protezione civile Milano 17 marzo 2020 ore 18.00 lettura del bollettino di guerra. Secondo una virologa italiana del centro di infettologia della Florida, ha definito il virus " scippatore "  intervistata da Giovanni Floris nel corso della trasmissione televisiva. Secondo la virologa il coronavirus potrebbe aver trovato condizioni di sviluppo tra le popolazioni lombarde, forse a causa dell'inquinamento atrmosferico o forse per un difettoso funzionamento dell'aria condizionata negli ospedali dove furono ricoverati i primi contagiati. 

Leggi la notizia
CORSERA COOP SUPERMERCATI DROPLET INFETTO DA CORONAVIRUS , IMPIEGATI SENZA GUANTI E MASCHERINE #IORESTOACASA

CORSERA COOP SUPERMERCATI DROPLET INFETTO DA CORONAVIRUS , IMPIEGATI SENZA GUANTI E MASCHERINE #IORESTOACASA

17 Marzo 2020

ROMA 17 MARZO 2020 CORSERA.IT MASSIMO GIANNINO dal nostro corrispondente di guerra ( redazione mobile 335291766)

CorSera.it Copyright 2020

Articolo in aggiornamento alle ore 11.28 del 17 marzo del 2020 dal fronte di guerra al Coronavirus .

Se la "COOP sei tu " ebbene , la prima funzione dell'azienda è quella di tutelare la mia salute e di tutti i suoi clienti o è meglio che le autorità intervengano a chiudere i negozi tutti e subito senza esitazione o il coronavirus continuerà a serpeggiare per la città di Roma, incurante della quarantena dei suoi cittadini.

COOP ITALIA QUARTIERE PRATI VIA GIUSEPPE FERRARI  violate dagli impiegati tutte le fondamentali norme igienico sanitarie di prevenzione al contagio da Covid-19. Regole a tutela di loro stessi, dei colleghi e della clientela. Se dobbiamo vincere questa guerra, dobbiamo farlo tutti insieme, e se è necessario rispettare le regole, dobbiamo farlo senza esitazione o il sacrificio di tutti noi non servirà a niente. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS LOMBARDIA E' ANCORA STRAGE ALTRI 349 MORTI. SUPERATA LA SOGLIA DEL WORLD TRADE CENTER

CORSERA CORONAVIRUS LOMBARDIA E' ANCORA STRAGE ALTRI 349 MORTI. SUPERATA LA SOGLIA DEL WORLD TRADE CENTER

17 Marzo 2020

MILANO 18 MARZO 2020 CORSERA.IT BY ALAN PETERSON  

corrispondente dal fronte di guerra al Coronavirus.

Protezione civile Milano 17 marzo 2020 ore 18.00 lettura del bollettino di guerra. 

Presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile proseguono i lavori del Comitato Operativo al fine di assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.  Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 26.062 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 31.506 i casi totali.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 12.095 in Lombardia, 3.404 in Emilia-Romagna, 2.488 in Veneto, 1.302 nelle Marche, 1.764 in Piemonte, 1.024 in Toscana, 661 in Liguria, 550 nel Lazio, 423 in Campania, 347 in Friuli Venezia Giulia, 368 nella Provincia autonoma di Trento, 282 nella Provincia autonoma di Bolzano, 320 in Puglia, 226 in Sicilia, 192 in Umbria, 216 in Abruzzo, 112 in Calabria, 115 in Sardegna, 134 in Valle d’Aosta, 19 in Molise e 20 in Basilicata.

Sono 2.941 le persone guarite. I deceduti sono 2.503, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DROPLET ALLA COOP, CON VINCENZO SALEMME A FARE LA SPESA

CORSERA CORONAVIRUS DROPLET ALLA COOP, CON VINCENZO SALEMME A FARE LA SPESA

16 Marzo 2020

ROMA 16 MARZO 2020 CORSERA.IT  by dr.Matteo Corsini corrispondente in Italia ( 335291766 redazione mobile invia fotografie e video) 

COOP FRUTTA SUGLI SCAFFALI CHE SOTTOPOSTA A DROPLET CONTINUATO DA PARTE DEGLI AVVENTORI DEL LOCALE, POTREBBE RISULTARE ANCHE CONTAMINATA DAL CORONAVIRUS . CLIENTI ANCHE ASINTOMATICI ENTRANO SENZA GUANTI E MASCHERINE,INCURANTI DEI DANNI CHE POTREMMO CAGIONARE AI CLIENTI DOPO DI NOI. SI RISCHIA LA DIFFUSIONIE DEL CORONAVIRUS NELLA CAPITALE. LE AUTORITA' DEVONO INTERVENIRE IMMEDIATAMENTE O IL SACRIFICIO DELLA QUARANTENA ROMANA SI TRASFORMERA' BEN PRESTO IN UN LAZZARETTO DI MORIBONDI.

( Nella fotografia l'autore dell'articolo e l'attore comico Vincenzo Salemme) 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS E' STRAGE RADDOPPIANO I MORTI. ALLARME IN EUROPA E NEL MONDO

CORSERA CORONAVIRUS E' STRAGE RADDOPPIANO I MORTI. ALLARME IN EUROPA E NEL MONDO

15 Marzo 2020

ROMA 15 MARZO 2020 CORSERA.IT  Parigi dal nostro corrispondente Claudia Gilberti ( redazione mobile 335291766 invia video e fotografie) 

Coronavirus pandemia, in Italia sono raddoppiati i decessi fino a 369 persone, è una strage. Nel corso della conferenza stampa il capo della Protezione Civile non ha fatto altro che minimizzare, mentre Gallera si recava di corsa ad una conference call in regione Lombardia. Lo scenario sta peggiorando,i focolai di Bergamo e Brescia non lasciano presagire nulla di buono. Mentre in Italia si consuma la strage, i francesi sono stati chiamati alle urne, da uno scellerato Emanuel Macron, che pur di garantirsi il buon esito del confronto elettorale, non ha esitato a confermare l'apertura dei seggi. Dalle immagini che scorrevano sui telegiornali, i funzionari dei comitati elettorali non indossavano nè guanti nè mascherine. I seggi elettorali inoltre sono costituiti da struttute di metallo, ai cui lati sono montate delle tende di velluto, una delle stoffe a più alta capacità di assorbimento del droplet. Ogni elettorale ha aperto la sua tenda prima di entrare nel seggio, procurandosi l'infezione da coronavirus. Pochissimi gli elettori che sono andati al seggio indossando guanti e mascherina. Questi i fatti di questa domenica fino ad ora...

Leggi la notizia
CORSERA FRANCIA ELEZIONI TENDE KILLER AI SEGGI ELETTORALI. FRANCESI MANDATI ALLO SBARAGLIO

CORSERA FRANCIA ELEZIONI TENDE KILLER AI SEGGI ELETTORALI. FRANCESI MANDATI ALLO SBARAGLIO

15 Marzo 2020

PARIGI 15 MARZO 2020 CORSERA.IT dal nostro corrispondente Olivier De Saint ( redazione mobile 335291766 invia fotografie e video) 

Franco al primo turno delle amministrative comunali. Elezioni fortemente volute da Emanuel Macron per confermare la sua leadership politica, in un afase difficilissima per l'Europa costretta a fronteggiare il cataclisma sanitario del Covid-19. Malgrado la pandemia che imperversa in Italia e in molti paesi europei, il Presidente dei francesi Emanuel Macron, non ha assunto alcuna iniziativa per impedire che il coronavirus prosegua nella sua azione letale anche in Francia. Le elezioni comunali hanno regolarmente avuto luogo e milioni di francesi sono entrati nei seggi ,e per votare si sono ritrovati difronte delle cabine elettorali costituite da strutture metalliche e tendine di velluto, uno dei materiali più assorbenti che esistano in commercio. Molti dei cittadini non indossavano i guanti il coronavirus è passato di mano in mano con una velocità impressionante.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS SUPERMERCATI INADEGUATE LE MISURE IGIENICO SANITARIE. IMPIEGATI EROI DELL'ESERCITO ITALIANO ALLO SBARAGLIO SUL FRONTE DI GUERRA

CORSERA CORONAVIRUS SUPERMERCATI INADEGUATE LE MISURE IGIENICO SANITARIE. IMPIEGATI EROI DELL'ESERCITO ITALIANO ALLO SBARAGLIO SUL FRONTE DI GUERRA

13 Marzo 2020

Roma 13 marzo 2020 CorSera.it by Matteo Corsini ( redazione mobile 335291766 )

Tutti gli eroi dell'Esercito Italiano in prima linea sul fronte di guerra.Il droplet sui generi alimentari sebbene confezionati sta facendo dilagare il CORONAVIRUS fin dentro le case degli italiani, se il Governo Italiano non assumerà immediate contromisure, tutto le restrizioni fino adesso adottate saranno vanificate in pochi giorni. Anzi ancora peggio, perchè il COVID -19 depositatosi sopra le confezioni dei generi alimentari, per effetto del droplet,  potrebbe infettare gli interi ambienti famigliari, i frigoriferi,  raggiungere i nostri figli sopra una merendina della Ferrero, intrise di goccioline di saliva. Ai cittadini deve essere imposto di non parlare all'interno dei supermercati, vietato l'uso del telefonino. Molti cittadini prendono le confezioni dai banchi dei supermercati parlando al telefono, senza capire che qualora fossero stati contagiati anche se asintomatici,  l'effetto droplet infetterà tutto ciò che hanno intorno a loro. Nei supermercati si deve fare la spesa senza parlare e meno che mai infilarcisi dentro senza guanti, mascherine e usando il cellulare. Incredibile che nessuno stia controllando tutto questo !!!

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS LAGARDE PSICOPATICA DA ARRESTARE, HA SHORTATO E PROCURATO ALLARME IN TUTTA EUROPA IN GUERRA CONTRO LA PANDEMIA DEL SECOLO

CORSERA CORONAVIRUS LAGARDE PSICOPATICA DA ARRESTARE, HA SHORTATO E PROCURATO ALLARME IN TUTTA EUROPA IN GUERRA CONTRO LA PANDEMIA DEL SECOLO

13 Marzo 2020

Roma 13 marzo 2020 CorSera.it By Peter Anderson Piazza Affari . Il gesto folle dell'avvocato francese Christine Lagarde manda a picco le borse mondiali. Piazza Affari crolla, l' Italia nel panico, nel momento più drammatico della affannosa guerra contro la pandemia da Coronavirus.Decine di città sotto pressione, infiammate dal virus mortale, le camere mortuarie stracolme di cadaveri, famiglie offese, distrutte dal dolore della perdita dei loro cari.Christine Lagarde non ha mostrato pietà per nessuno, sensibilità per chi soffre, forse peggio di lei hanno fatto i Nazisti con i campi di concentramento. Quando il destino altrui non ti interessa, non entra nella sfera della propria capacità di comprendere, significa che alcun ruolo apicale , sopratutto così determinante come quello di presidente della BCE, potrà mai attagliarsi ad un personaggio così spregevole.

 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS ROMA IN TRINCEA SOLTANTO 144 CASI. IL TEMPO BELLO FORSE HA RESPINTO L'EPIDEMIA DEL PIPISTRELLO

CORSERA CORONAVIRUS ROMA IN TRINCEA SOLTANTO 144 CASI. IL TEMPO BELLO FORSE HA RESPINTO L'EPIDEMIA DEL PIPISTRELLO

11 Marzo 2020

Roma 11 marzo 2020 CorSera.it Roma resiste alla pandemia del pipistrellaccio cinese. Nel Lazio si sono riscontrati soltanto 144 casi. Il tempo buono, il sole e il caldo intenso, forse stanno contribuendo a tenere lontano  il virus letale. Per le strade la situazione appare tranquilla, le persone camminano sul lungotevere, vera oasi paradisiaca dei romani. Traffico limitato, una'altra splendida giornata di sole per godersi un pranzo al ristorante il Cuccurucu.

In fotografia il tendone montato a tempo di record presso la clinica Annunziatella di Roma. Grande efficienza sanitaria. Complimenti Giuliano !!!

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS COPRIFUOCO IN TUTTA ITALIA LE FOTOGRAFIE DIRETTA WHATSAPP  335291766

CORSERA CORONAVIRUS COPRIFUOCO IN TUTTA ITALIA LE FOTOGRAFIE DIRETTA WHATSAPP 335291766

10 Marzo 2020

Roma 10 marzo 2020 CorSera. it Rd Zone in tutta Italia . Drastica misura del governo.  in diretta whatsapp invia fotografie e video al numero 335291766 

DPCM nella notte il governo ha esteso la copertura delle aree protette,cosiddetta zona rossa,  su tutto il territorio nazionale. L'Italia in trincea per fronteggiare la guerra al Coronoavirus. Finalmente il mondo ha capito che l'Italia è l'avamposto che sta resistendo all'aggressione di un virus letale, capace di espandersi da un paese all'altro letteralmente volando nell'aria e mietere vittime di ogni età,sesso,razza e religione. Le drastiche misure restrittive, ad oggi, sono la sola arma per contrastare la diffusioine del virus. In diretta da tutta Italia le fotografie tratte dalla clinica di Roma Annunziatella, personale ben protetto, in conformità delle regole anti contagio. Le misure preventive sono state adottate dalla Clinica dell'Annunziatella da oltre cinque settimane. Uno dei nostri reporter ha visitato la struttura e immediatamente all'entratra venne  fornito della mascherina. Continua il nostro reportage su cosa fare e non fare nel corso del coprifuoco, dove è possibile spostarsi e dove acquistare prodotti di prima necessità. (CorSera.it Copyright) 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS MILANO E' STRAGE 113 MORTI IN 24 ORE. ZINGARETTI E QUEL MACABRO BRINDISI ALLO SPRITZ

CORSERA CORONAVIRUS MILANO E' STRAGE 113 MORTI IN 24 ORE. ZINGARETTI E QUEL MACABRO BRINDISI ALLO SPRITZ

09 Marzo 2020

Milano 9 marzo 2020 CorSera.it by Alan Parker 

Nel corso della giornata dedicata alla festa delle donne, in Italia si sono contati 113 morti per infezione polmonare da Covid 19, ovvero il famigerato Coronavirus. E' una vera e propria strage, non una influenza comune,ma un virus spietato che ormai sta dilangando in Italia e nel mondo intero.Qualche giorno fa, Nicola Zingaretti aveva tentato di riparire i Navigli e riportare Milano e la Lombardia alla tranquillità.  Entro 48 ore al massimo 72, l'intero territorio nazionale sarà costretto a rifugiarsi in una lunga quarantena, da cui forse usciremo all'inizio della primavera.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS UN PAESE DI ZOMBIE, LA MAPPA DEL CONTAGIO IN LOMBARDIA

CORSERA CORONAVIRUS UN PAESE DI ZOMBIE, LA MAPPA DEL CONTAGIO IN LOMBARDIA

07 Marzo 2020

Milano 7 marzo 2020 CorSera.it  di Alan Parker 

Siamo nel futuro del 2020 e il mondo intero sta fronteggiando il contagio pandemico del Coronavirus. Ciò che la civiltà ha costruito fino ad oggi, rischia di essere cancellato per sempre e l'umanità di scivolare indietro nel passato, in uno scenario che ricorda l'anno zero di Odissea 2001 nello spazio. Un film che è già alle nostre spalle, fa parte di un passato preistorico post bellico, quello atomico, che il virus del pipistrello ha già soverchiato, lasciando attonito l'intero pianeta, perforando con la velocità della luce, città e comuni d'Italia, che fino a ieri sonnecchiavano nella bruma mattutina e nella nebbia del giorno dopo. La civiltà umana è chiamata a rispondere ad un nemico micidiale, che avanza velocissimo, invisibile, lasciando dietro di sè soltanto morti e distruzione, prosciuga dall'interno di un polmone, l'esistenza delle persone, costringendole in un ospedale,  o confinate dentro casa, nelle città trasformate in  lager. Immense, infinite prigioni, in cui il superfluo viene abbandonato una volta per sempre e non conta più niente. Siamo la civiltà del pianeta, risucchiata dentro un incubo,la sceneggiatura di un film apocalittico, dove i perimetri e i confini dell'esistenza sono vigilati dall'esercito, persone in tuta bianca, volti coperti dalle mascherine. Dentro le zone rosse, vivono gli zombie, gli esseri umani colpiti dal virus, schiacciati dall'infamia di essere gli untori di questa malattia sinistra, cittadini infetti,  come tali destinati ad essere rinchiusi , nascosti a non potersi più vedere . La civiltà avanza velocemente, ma qualcosa ci ha superato in destrezza, cattiveria, cinismo. Quando ci prende, ci avvinghia e si inocula dentro di noi, ci sbatte a testa in giù sul lettino di un ospedale e ci costrinige a rantolare, faticare soltanto per strappare un ultimo respiro alla vita. Chiunque di noi muoia,  a ventanni o ad ottantanni, è un essere umano che la violenza del virus ha strappato alla vita, in una guerra silenziosa, in cui al di là delle pareti delle nostre case, non si percepiscono i rumori dei cannoni e delle bombe, ma un umido silenzio fatto di angoscia, di paura, di speranza di sopravvivere ad un domani, in cui ancora una volta, potremo rivedere il sole che illumina i campi di grano, quelli che abbiamo dimenticato di coltivare con le mani e dentro la nostra mente. ( CorSera.it ) 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS GLI ARTROPODI DETONATORE DELLA PANDEMIA PLANETARIA

CORSERA CORONAVIRUS GLI ARTROPODI DETONATORE DELLA PANDEMIA PLANETARIA

07 Marzo 2020

Roma 7 marzo 2020 CorSera.it  by Alan Parker 

 Il Coronavirus corre per l'Europa e i suoi casi raddoppiano, ma ciò che può destare allarme sono i vettori artropodi, come le zanzare, che adesso sono assenti per il freddo e che con la bella stagione, la risalita delle temperature, potrebbero fare da detonatore del Coronavirus. E' necessario dunque fare presto, chiudere le zone infette, aumentare le zone rosse per evitare la diffusione del virus, ma sopratutto debellarlo prima che altri vettori possano succhiare dal nostro organismo il virus e trasportarlo ovunque ,questa volta senza alcuna possibilità di fermare la pandemia a livello planetario. Le zanzare potrebbero in un breve lasso di tempo vanificare tutti gli sforzi della nostra macchina sanitaria per contenere il virus a livello locale. Ciò che appare evidente è che le zone del basso lodigiano, da dove si è generato il focolaio, sono impestate dagli artropodi , anche per le basse temperature di questo inverno mite. Le autorità stanno monitorando i parassiti? Qualcuno ha cercato di capire se il Coronavirus è ormai presente negli artropodi del basso lodigiano ? 

Gli artropodi sono un gruppo di animali invertebrati che comprende circa i 5/6 delle specie finora classificate. Ne fanno parte insetti, zecche, ragni, acari. La maggior parte degli artropodi vive tranquillamente a vita libera cibandosi di succhi vegetali e piante o predando altri piccoli animali. Essi costituiscono a loro volta la dieta di una miriade di rettili, anfibi, volatili e mammiferi e non è da sottovalutare il loro ruolo come fonte proteica anche per l’uomo.

Una parte di essi ha sviluppato la capacità di vivere a spese di un altro animale in modo obbligato, diventando parassita a tutti gli effetti (per esempio, acari della rogna e pidocchi), oppure in modo temporaneo, cioè sfruttando l’ospite solo per una parte del loro ciclo biologico, come le zanzare e le zecche. Questi sono gli artropodi che hanno un’importanza sanitaria in quanto:

sono dei parassitiche causano malattie negli animali e nell’uomo;

sono dei vettori, ovvero possono trasmettere patogeni (virus, batteri, protozoi) da un animale all’altro o all’uomo (zoonosi);

più raramente, possono essere velenosi(api, vespe, ragni) o causare forme allergiche da contatto/inalazione (acari della polvere) o da ingestione (parassiti delle derrate alimentari).

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS CHIUSA LA LOMBARDIA E ALTRE 11 PROVINCE

CORSERA CORONAVIRUS CHIUSA LA LOMBARDIA E ALTRE 11 PROVINCE

07 Marzo 2020

Milano 7 marzo 2020 CorSera.it redazione di Milano innvia le tue fotografie a 335291766 

Il contagio pandemico del Coronavirus flagella il Nord Italia. La regione Lombardia viene chiusa non si potrà più uscire od entrare se non per ragioni urgenti. Ciò che si temeva è arrivato, la chiusura del confine regionale dell'intera Lombardia, una grande e immensa zona rossa, off limits, con migliaia di uomini dell'esercito e della polizia a presidiare le entrate e le uscite. Non si può fare a meno di imporre costrizioni come quelle che i cinesi hanno dedotto per la loro popolazione.. O si chiude o il C oronavirus continuerà ad espadenrsi a macchia d'olio senza soluzione di continuità. Un calvario per milioni di residenti, senza ossigeno per l'economia che rischia di spegnersi sotto la cappa di questi ulteriori drammatici provvedimenti... continua 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS ROMA INVASA DAGLI ZOMBIE, TUTTE LE ZONE A RISCHIO E COSA EVITARE

CORSERA CORONAVIRUS ROMA INVASA DAGLI ZOMBIE, TUTTE LE ZONE A RISCHIO E COSA EVITARE

03 Marzo 2020

ROMA 3 MARZO 2020 CorSera by Alan Parker.  Coronavirus Zombie nella Capitale, tutte le zone a rischio e cosa evitare.

Gli Zombie da Coronavirus sono in città, arrivati nel cuore di Roma, ormai sono ad ogni angolo delle strade. Il contagio del Covid 19 ha fatto un enorme balzo e di prima mattina si è presentato alle porte di noi romani, che forse in cuor nostro lo attendevamo da giorni. Ci sono centinaia, forse migliaia di contagiati nella Capitale, persone normali che presto si trasformeranno in Zombie, pallidi emaciati, le occhiaia nere, con gravi difficoltà respiratorie. Sono ovunque, basta osservarli bene, dapprincipio normali e poi Zombie pronti ad abbrancarvi al braccio e magari a tossirvi addosso il virus pestilenziale . Le zone a rischio segnalate nella Capitale sono moltissime, le piazze dei ritrovi romani, da Campo dei Fiori a Ponte Milvio, da Piazza Tuscolo a Cinecittà. Molti di loro si nascondono nei supermercati, dove vagano in attesa delle prede affamate. Quando uscite di casa dovete prestare la massima attenzione, sgaiattolare velocemente dal portone, evitare sopratutto gli inquilini dei vari piani ed evitare la pestilenza dell'ascensore. Se commetterete l'errore di entrare insieme ad uno dei vicini già infettato, non ci sarà speranza per la vostra salute. Quindi giù di corsa per le scale, sopratutto senza salutare nessuno. Se necessario voltatevi ogni tanto per capire se qualcuno vi segue, meglio evitare sorprese. Nessun saluto al portiere, neanche un cenno del capo, così da trasmettergli la gravità della situazione costringendolo a barricarsi dentro la guardiola in attesa di infermieri e rinforzi. Poi via, liberi per la strada, attenti ad evitare pedoni e passanti, sopratutto quelli con i cani scodinzolanti. Correte via, dove volete basta stare all'aria aperta. Evitate altri contatti umani e guardatevi.....

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS LA PESTE NERA SI PROPAGA NEL MONDO. INFETTA LA CHIESA SAN LUIGI DEI FRANCESI

CORSERA CORONAVIRUS LA PESTE NERA SI PROPAGA NEL MONDO. INFETTA LA CHIESA SAN LUIGI DEI FRANCESI

01 Marzo 2020

CORSERA 1 MARZO 2020 Mike Peterson corrispondente a Pavia

Non avevamo fatto in tempo a scriverlo ieri sera, che per Roma era iniziato il countdown e gli Zombie sono già arrivati in città.

Poche ore per l'ingresso del Coronavirus nella capitale eterna. Adesso c'è  il primo caso, un prete francese contagiato di brutto, che nel corso delle ultime settimane ha incontrato centinaia di fedeli,camminato difronte al Tintoretto, presenziato la messa, effettuato decine di benedizioni nel corso delle molteplici eucarestie. Si teme l'infezione per centinaia di fedeli . Per la prima volta, dopo settimane, suonano le sirene di allarme anche per la Capitale.Insomma in città ci si prepara al peggio, alle prossime settimane tormentate e travagliate, sotto i colpi della scure di un nemico mortale,che non fa sconti a nessuno. Inutile raccomandare che si dovranno evitare locali affollati, di parlare a distanza, tossire portandosi dietro dei fazzoletti in modo da neutralizzare il getto della saliva. Roma la città del caos, del traffico, dovrà adattarsi a ritmi sempre meno frenetici, a momenti di sconforto, di desolazione e di probabile crack economico. Se il virus tenderà a propagarsi in città, molti alberghi chiuderanno, ristoranti, paninoteche.

La peste nera è arrivata in città per occuparla, fare strage di vittime deboli, vecchi, e generare caos, panico, spingere tutti dentro casa a seguirla come fosse una regina del gossip. C'è un solo modo per disfarsene, tenerla lontano, non andarle incontro e sottrarsi al gioco.Molti hanno assunto un'aria di sfida, come la nostra vita fosse soggetta soltanto al caso e al destino. Ma non è così, la peste vuole rassicurarci per poi afferrarci e non abbandonarci mai più. Dobbiamo fare più attenzione, non sottovalutarla, anticiparne i suoi movimenti, assumendo tutte le possibili controindicazioni possibili. La peste del secolo è la fuori che sorvola strade e piazza sotto forma di incubo e pipistrello, non ha altro desiderio che entrare in casa nostra, poi diffondersi nel corpo e spegnerci gli occhi, impossessarsi della nostra vita. Non dobbiamo fidarci, teniamo la guardia alta, perchè potrebbe ormai essere arrivata ovunque. Questa è una guerra, i più cauti, sopravviveranno, gli altri potranno essere contagiati e magari si trasformeranno in Zombie attaccati alla macchina della respirazione artificiale. Credetemi, non è una bella cosa. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS COUNTDOWN ALLE PORTE DI ROMA, PRIMO CONTAGIO A FIUMICINO

CORSERA CORONAVIRUS COUNTDOWN ALLE PORTE DI ROMA, PRIMO CONTAGIO A FIUMICINO

29 Febbraio 2020

Roma 29 febbraio 2020 CorSera.it

Coronavirus, malgrado ogni scongiuro, il bollettino del micidiale virus Covid 19 appare come un bollettino di guerra, con oltre 1200 contagi in Italia, 50 morti, decine di malati in rianimazione. La pandemia del secolo, come qualcuno l'ha ribattezzata. si sta trasformando in un disastro per la nostra economia, mezzo mondo ci sta sbattendo la porta in faccia e cominciamo ad essere isolati. Il virus dei pipistrelli vola rapido e per la Capitale ormai siamo al countdown, questione di giorni, di ore, di minuti, presto riuscirà ad afferrare anche la Città eterna. Primo caso di infezione a Fiumicino, è infatti finita in ospedale una donna, poi suo marito, sua figlia. Siamo a pochi chilometri da Roma e già in città ognuno di noi comincia a guardare con sospetto chi ci viene vicino, chi tossisce, chi ci guarda con occhio spento. "E' tra di noi, ormai siamo certi, è qui tra i romani pronto a bersagliarci come vittime sacrificali. " Quando il virus pandemico comincerà a flagellare la capitale d'Italia , allora si chiuderanno le porte delle massicce mura aureliane e torneremo come negli anni 20, limitati nei nostri confini, i turisti che scappano, l'economia che ristagna, insomma , un periodo in cui, i romani si dedicheranno alla famiglia, forse a leggere, e riflettere sul corso della storia. Saremo pronti per fronteggiare il nemico invisibile? I romani saranno in grado di debellare anche questo invasore senza rimorso? L'amministrazione non ci pare che abbia preso alcuna precauzione, diramato ordinanze specifiche, ad esempio per imporre misure igieniche più pregnanti nei locali , ristoranti, paninerie, kebabari. I romani vivono come nulla fosse, quasi nel nome della nostra invinsibilità atavica, anche il Coronavirus, passerà lontano dai nostri confini. Speriamo bene, che lo tsunami esaurisca la sua corsa, ben prima di entrare sotto le mura, colpire lo stadio, per poi avvitarsi in un balzo e cadere come una meteora su Piazza di Spagna, Campo dei Fiori, e qualche borgata,magari di notte, mentre soltanto il Marchese del Grillo si aggirerà per locali notturni, sempre in cerca di nuovi amori. E chissà se stavolta, proprio al Marchese non toccherà in sorte, fronteggiare sta bella rogna, che al confronto, gli incubi di Gasperino er carbonaro, sarebbero poca cosa . (CoRsera.it) 

Leggi la notizia
Corsera Coronavirus l'export italiano del contagio dilaga nel mondo, nuovi casi in Algeria e Tenerife

Corsera Coronavirus l'export italiano del contagio dilaga nel mondo, nuovi casi in Algeria e Tenerife

26 Febbraio 2020

Roma 26 febbraio 2020  Corsera redazione di Milano ( Coronavirus numero verde 335291766 contatta la redazione per segnalare i tuoi casi ) 

Mentre gli effetti del coronavirus stanno decimando le aziende italiane, costringendole a chiudere i battenti, il contagio del coronavirus si espande nel mondo attraverso gli italiani. Nuovo caso in Algeria e a Tenerife , dove rispettivamente sono arrivati tre italiani già affetti dalla malattia. Impossibile fermare il propagarsi della malattia infettiva. A Roma cento persone sono in isolamento in strutture climiche, ma sono circa 300 mila i romani che hanno viaggiato nelle ultime settimane verso le località del Nord, molti dei quali hanno transitato o pernottato addirittura nelle zone rosse. La Sindaca Virginia Raggi non ha ancora emesso alcuna ordinanza restrittiva nella Capitale, si attende che l'infezione del coronavirus prenda piede, cominci a dilagare, quando forse sarà troppo tardi arginare gli effetti devastanti sulla vita dei cittadini. Mancano poche ore al countodwn della Città eterna, i romani attendono con il fiato sospeso, che qualcuno suoni la campanella dell'allarme. E' arrivato in città,chiudiamo le porte, lasciamo i figli a casa, interrompiamo riunioni, feste e aperitivi. Tra quanto ancora ? (CorSera.it copyright) 

Leggi la notizia
Coronavirus Codogno, secondo morto. Il microfono di Tg Sky 24 potenziale tedoforo del contagio infettivo

Coronavirus Codogno, secondo morto. Il microfono di Tg Sky 24 potenziale tedoforo del contagio infettivo

22 Febbraio 2020

Codogno 22 febbraio 2020  

Coronavirus in Lombardia la seconda vittima, morta la donna ricoverata al pronto soccorso di Codogno. Nella cittadina semideserta, spunta il microfono di spugna assorbente , dell'inviato del TG 24 di Sky Carlo Imbimbo, avvolto da un foulard tipo kefiah palestinese.Carlo Imbimbo mostra baldanza, coraggio, e non appare intimorito del pericolo di contrarre il virus nella cittadina appestata dal contagio. Ma Carlo Imbimbo,l'inviato di Sky TG 24, senza rendersene conto,  con il suo microfono bianco e arancione di spugna assorbente la saliva degli intervistati, potrebbe essersi trasformato a sua insaputa, nel tedoforo del contagio infettivo. Le autorità devono intervenire immediatamente, sospendendo tutte le interviste dei giornalisti, degli inviati di radio e televisioni, perchè se se esisteva un sistema, affinchè il coranavirus potesse aggirare impalpabile le barriere dei cordoni sanitari, quello di saltare dalla bocca di un ignaro intervistato sul microfono arancione di Imbimbo, e finire nel raggio di azione del successivo intervistato, appare come il più incotrollabile tra tutti i potenziali fattori di trasmissione di un virus mortale.

Leggi la notizia