in Veneto, il contagio e le vittime di oggi, mercoledì 3 giugno 2020: il punto alle 17 confrontati con ieri pomeriggio alla stessa ora.

Dal bollettino di Azienda Zero risultano in tutto 4 nuovi casi di positività al Covid, per un totale che sale a 19.166. Sono però 10 i decessi: 2 a Verona (città e Negrar), 1 ad Asiago e 1 a Treviso e 6 nella case di riposo con un totale di 1931 vittime da febbraio.

Dati cumulativi. Ad oggi sono quindi 19.166 i casi totali con tampone positivo.1.376 restano i casi attualmente positivi. I deceduti negli ospedali sono 1.383. I negativizzati virologici (guariti) raggiungono quota 15.859.

Dimissioni e ricoverati. Il numero dei pazienti dimessi dagli ospedali si assesta a 3.399, mentre i malati tuttora ricoverati in ospedale sono 371 (106 positivi, 274 negativizzati). Nelle terapie intensive, attualmente positivi, ci sono 24 pazienti (2 positivi, 22 negativizzati). In area non critica per la prima volta tornano a salire i ricoverati: 105 (+2).



Leggi la notizia

Atene 2 giugno 2020 CorSera.it 

Estate 2020 . Quali sono le mete da evitare se volete rimanere vivi e in salute. Allontantevi dalle isole della promiscuità sessuale e della droga. Cancellate Ibiza e Mykonos dalla lista delle mete estive. Non derogate per nessuna ragione.

Pandemia Coronavirus. L'Italia si ritrova nella black-list dei paesi a rischio contagio. Milanesi, lombardi e piemontesi non potranno entrare in Grecia. Ma per la maggior parte dei virologi e infettivologi, il Covid-19, si trasmette tramite droplet, nella salivazione intensa, si annidano le cariche batteriche in grado di devastare i polmoni di un organismo umano. Mykonos come Ibiza, appaiono le due mete da bollino rosso per tutta l'estate, dove elementi come droga e  promiscuità sessuale, sono come benzina sul fuoco incendiario per la ripresa della pandemia. Isole piccole, in cui si ammassano centinaia di migliaia di turisti in poche spiagge, bar, ristoranti e discoteche.Il Covid-19 ha una sequenza virale molto simile a quella dell'HIV e oltra a trasmettersi per via area, si annida, pericoloso e letale, nella saliva di ogni organismo contagiato. Sesso, droga, affollamento, sono per questa estate ingredienti fatali per la vostra salute. Evitare Mikonos come Ibiza è uin imperativo. Trovate luoghi solitari, poco affollati, state per conto vostro, un solo partner per l'intera estate.   



Leggi la notizia

MILANO 20 MAGGIO 2020 CORSERA.IT

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 813 casi di coronavirus, quasi il doppio rispetto a ieri (451), ma con il doppio dei tamponi effettuati (63mila contro 36mila). Più della metà dei nuovi contagi (462) solo in Lombardia. Sale anche il numero dei decessi: oggi 162 contro i 99 di ieri. I guariti in totale sono 129.401 (+2.075 più di ieri). Intanto in Sardegna sarà possibile fare il bagno in mare, ma si "dovrà mantenere il distanziamento sociale anche in acqua".



Leggi la notizia

LOS ANGELES 14 MAGGIO 2020 CORSERA.IT

Il carosello televisivo dell'emergenza coronavirus in Italia, ha portato alla ribalta molti personaggi. Tra le reginette di bellezza, la virologa Ilaria Capua, incoronata dagli italiani come la più sexy tra tutte le scienziate apparse sul teleschermo nell'ultimo periodo.

"Gli Italiani la sognano in camera da letto, in mutandine bianche e vestaglia di seta, mentre rassicura i suoi telespettatori parlando con il suo pipistrello preferito". Dal circo mediatico del coronavirus è nata la domatrice di pipistrelli, colei che ha soppiantato Moira Orfei, come domatrice di tigri e leoni. 

Non  c'è alcun dubbio che Ilaria Capua ha saputo personalizzare la vicenda del Covid-19, riuscendo a raccontare una storia comprensbile e figurata, sempre piena di aneddoti ambientali, che hanno lasciato il segno nella fantasia degli italiani. Ma c'e' fantasia e fantasia e nel corso della lunga quarantena, Ilaria Capua ha vinto a distanza con presenze femminili più giovani e forse avvenenti. Ma lo spill-over del pipistrello è diventato un must virale tra i social, della stessa intensità delle battutacce di Vincenzo De Luca. D'altronde in televisione nulla funziona a lungo se per i telespettatori non risulta seducente. Ilaria Capua è l'icona della scienza che diventa sexy, parla al pipistrello. Lo spill-over simboleggia un salto di specie, così come avviene con gli spettatori.

 



Leggi la notizia

ROMA 14 MAGGIO 2020 CORSERA.IT by redazione romana ( info@corsera.it )

Relazione illustrativa A piani di assistenza territoriale (comma 1) Al fine di rafforzare l’offerta sanitaria e sociosanitaria territoriale, necessaria a fronteggiare l’emergenza epidemiologica conseguente alla diffusione del virus SARS-Cov-2, per l’anno 2020, le regioni e le province autonome sono chiamate ad adottare piani di potenziamento e riorganizzazione della rete assistenziale. Detti piani devono contenere, tra l’altro, specifiche misure di identificazione e gestione dei contatti, di organizzazione dell’attività di sorveglianza attiva effettuata a cura dei Dipartimenti di Prevenzione in collaborazione con i medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e medici di continuità assistenziale nonché con le Unità speciali di continuità assistenziale, indirizzate a un monitoraggio costante e a un tracciamento precoce dei casi e dei contatti, al fine della relativa identificazione, dell’isolamento e del trattamento. I predetti piani sono monitorati congiuntamente dal Ministero della salute e dal Ministero dell’economia e delle finanze in sede di monitoraggio dei citati programmi operativi. B. strutture territoriali COVID19 (comma 2) Nei casi in cui occorra disporre temporaneamente di beni immobili per far fronte ad improrogabili esigenze connesse con l’emergenza



Leggi la notizia

Art. 4 Misure urgenti per l’avvio di specifiche funzioni assistenziali per l’emergenza COVID-19 1. Per far fronte all’emergenza epidemiologica COVID-19, limitatamente al periodo dello stato di emergenza di cui alla delibera del Consiglio dei ministri 31 gennaio 2020, anche in deroga al limite di spesa di cui all’articolo 45, comma 1-ter, del decreto legge 26 ottobre 2019, n. 124 convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157, e in deroga all’articolo 8-sexies, comma 1-bis, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, le regioni, ivi comprese quelle in piano di rientro, e le province autonome di Trento e Bolzano possono riconoscere alle strutture inserite nei piani adottati in attuazione dell’articolo 3, comma 1, lettera b), del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, la remunerazione di una specifica funzione assistenziale per i maggiori costi correlati all’allestimento dei reparti e alla gestione dell’emergenza COVID 19 secondo le disposizioni dei predetti piani e un incremento tariffario per le attività rese a pazienti COVID. Il riconoscimento avviene in sede di rinegoziazione per l’anno 2020 degli accordi e dei contratti di cui all’articolo 8-quinquies del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, per le finalità emergenziali previste dai predetti piani. 2.



Leggi la notizia

Incremento delle borse di studio degli specializzandi 1. Al fine di aumentare il numero dei contratti di formazione specialistica dei medici di cui all’articolo 37 del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 368, è autorizzata l'ulteriore spesa di 105 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021 e di 109,2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024. A tale fine, è conseguentemente incrementato, per l’anno 2020, il livello del finanziamento del fabbisogno sanitario nazionale standard cui concorre lo Stato. Agli oneri derivanti dal presente comma si provvede ai sensi dell’articolo 



Leggi la notizia

Torna ad aumentare il numero quotidiano di vittime con coronavirus in Italia: dopo giorni in cui il valore era rimasto sotto i 200, torna a salire nettamente sopra questa soglia. Un dato che si accompagna però a un nuovo minimo storico del rapporto tra nuovi positivi e tamponi effettuati, con un calo della platea totale dei malati di oltre duemila unità. Resta la Lombardia la regione centro dell'epidemia, con un nuovo caso su due.

Dei 992 tamponi positivi rilevati oggi, la maggior parte sono in Lombardia, con 522 nuovi positivi (il 52,6% dei nuovi contagi). Tra le altre regioni più colpite dal coronavirus, l'incremento di casi è di 151 casi in Piemonte, 77 in Emilia Romagna, di 32 in Veneto, di 30 in Toscana, di 65 in Liguria e di 41 nel Lazio.



Leggi la notizia

PADOVA 14 MAGGIO 2020 CORSERA.IT

LUCA ZAIA riapre tutto, il veneto si gioca tutto alla roulette russa. O la va o la spacca. Queste appaiono le intenzioni del Governatore Luca ​Zaia.

Per il governatore del Veneto vale una sola regola, il metro. Il Veneto lunedì 18 maggio vuole riaprire tutte le attività economiche, anche lespiagge, scrive Il Gazzettino, mantenendo per la sicurezza sì il distanziamemto sociale, ma applicando una misura molto inferiore a quella indicata dall'Inail, ritenuta inapplicabile. Il metro, appunto, o al massimo due. «Il Veneto riapre tutto da lunedì. Le linee guida Inail per bar e ristoranti sono inapplicabili e con ordinanza apriamo i centi estivi per i bambini». Il presidente della Regione Veneto,Luca Zaia, ha diffuso il bollettino di oggi relativo alla pandemia da Covid19: «Sono arrivati a 474.912 i tamponi effettuati in Veneto dall'inizio della pandemia, 11.219 in più rispetto a ieri, con un aumento di 32 nei soggetti positivi. Fondamentalmente - ha aggiunto Zaia - su 11 mila tamponi 32 risultano positivi. Resta fatto che il virus è presente nel territorio, ovviamente finché troviamo positivi».



Leggi la notizia

Milano 12 MAGGIO 2020 by Redazione CorSera.it info@corsera.it 

Coronavirus: in Lombardia 364 nuovi casi e 68 morti nelle ultime 24 ore
L' altalena dei numeri non permette ancora di tirare il fiato: in Lombardia aumentano sia i nuovi casi di positività al Covid-19 che la loro percentuale sul totale dei tamponi effettuati (circa 150 in più rispetto a domenica, ma forse ancora pochi). Nel Bresciano sono ancora 70 i nuovi casi di Coronavirus, quasi 30 in più rispetto a due giorni fa: ma sono solo tre i decessi, uno nella Bassa Bresciana (a Visano, che piange la quarta croce) e due in Valle Camonica.“
 



Leggi la notizia

Roma 13 marzo 2020 CorSera.it by Matteo Corsini ( redazione mobile info@corsera.it )

CorSera.it Copyright 2020

La storia della pandemia in Italia ricostruita tramite alcuni articoli del CorSera.it, alcuni dei quali entrati nella storia del giornalismo. Guardate bene le date. Questo era del 13 marzo 2020. In Italia la gente ancora entrava nei supermercati senza protezioni individuali, la cassiera del Pam Local era esposta a gravissimi rischi. Erano le prima ore della pandemia, gli italiani in trincea negli ospedali e nei supermercati erano diventati eroi. 

Tutti gli eroi dell'Esercito Italiano in prima linea sul fronte di guerra.Il droplet sui generi alimentari sebbene confezionati sta facendo dilagare il CORONAVIRUS fin dentro le case degli italiani, se il Governo Italiano non assumerà immediate contromisure, tutto le restrizioni fino adesso adottate saranno vanificate in pochi giorni. Anzi ancora peggio, perchè il COVID -19 depositatosi sopra le confezioni dei generi alimentari, per effetto del droplet,  potrebbe infettare gli interi ambienti famigliari, i frigoriferi,  raggiungere i nostri figli sopra una merendina della Ferrero, intrise di goccioline di saliva. Ai cittadini deve essere imposto di non parlare all'interno dei supermercati, vietato l'uso del telefonino. Molti cittadini prendono le confezioni dai banchi dei supermercati parlando al telefono, senza capire che qualora fossero stati contagiati anche se asintomatici,  l'effetto droplet infetterà tutto ciò che hanno intorno a loro. Nei supermercati si deve fare la spesa senza parlare e meno che mai infilarcisi dentro senza guanti, mascherine e usando il cellulare. Incredibile che nessuno stia controllando tutto questo !!!



Leggi la notizia

ROMA 7 MAGGIO 2020  CORSERA.IT by dr.Matteo Corsini  

CorSera.it Copyright 2020 

Tra speranza e Black Swan , il futuro della nostra economia di provincia.

Emergenza coronavirus, mercato immobiliare tra finanza ed economia. Il real estate riparte con il turbo, a Roma vendita record a Piazza di Spagna sfiorati i 14 mila euro mq . Non c’e’ che dire, la crisi del covid-19, ha dato nuovo impulso alla domanda immobiliare. Chi vuole investire nei mattoni è già pronto sulla linea di partenza per cogliere le migliori occasioni. I motivi che hanno determinato questo scatto in avanti sono molteplici, dai fattori di rischio dell’epidemia, dalla paura dei mercati finanziari, l’emotività da quarantena. Chi può, cerca una casa più grande, chi ha soldi, preferisce infilarli nel mattone piuttosto che tenerli liquidi in banca.Non c'e' alcun dubbio che i prossimi mesi saranno difficili per l'Italia, debito oltre il 160% del pil, soldi del Mes presi in prestito, recessione con un vistoso - 9.5% del pil. La Troika è alle porte, la crisi finanziaria del sistema Italia, inevitabile. Ci attende la burrasca, la tempesta perfetta, il cigno nero, the Black Swan. Gli italiani sono un popolo di navigatori, ma per resistere alle bordate della prossima crisi, si dovrà stare chiusi nel mattone, inchiavardare gli osteriggi e attendere che la tempesta passi. Credo che andremo incontro al Black Swan, anzi le sue propaggini sono chiarametne ben visibili intorno a noi, come nubi nere, che si ammassano nell'aria prima di chiamare l'uragano. Sono anni che zoppichiamo, mesi che il coronavirus ci ha costretti in casa, per negliegenza governativa. Le mascherine si potevano utilizzare prima, il distanziamento sociale si doveva adottare fin da subito per gli incontri saltuari, i sistemi operativi delle filiere industriali sarebbero dovute rimanere aperte, per evitare il blocco dell'ingranaggio economico finanziario del paese. Dove andremo non lo sappiamo ancora, per adesso la sola cosa che occorre fare è difendersi. Per coloro i quali incontreranno sempre maggiori difficoltà ad approviggionarsi di liquidità presso gli istituti bancari, l'occasione è quella propizia di vendere,monetizzare prima che sia troppo tardi, vale a dire che una prolungata fase di stallo potrebbe spingere i valori ancora più in basso del momento attuale.

 

Corsini real estate

 

Corsinicase@gmail.com 

 



Leggi la notizia

ROMA 25 MARZO 2020 CORSERA.IT by dr.Matteo Corsini 

CorSera.it Copyright Pianeta Terra, pandemia da Covid-19. I cinesi usciranno dalla qurantena imposta dallo Stato intorno all' 8 di aprile, dopo circa tre mesi. Noi italiani, siamo il fronte avanzato in Europa, e ci siamo dentro da appena due settimane. Non possiamo tornare indietro, non possiamo forzare i vincoli benefici di questo accordo sociale.Ma oggi ci domandiamo, che cosa avrebbe potuto fare di più l'Italia per arginare la trasmissione del Coronavirus? La domanda che ci facciamo è lecita, perchè gli standard igienici sanitari italiani sono di gran lunga superiore a quelli cinesi. Per aggirare l'invisibile untore della malattia, ovvero il positivo asintomatico, dobbiamo prendere le distanze dagli altri consociati, anche dai famigliari che non vivono con noi. Questo è un bene, chiarissimo, intellegibile.



Leggi la notizia

ROMA 3 MAGGIO 2020 CORSERA.IT

Milano 174 morti nella giornata di oggi 3 maggio 2020. Dati in netto miglioramento.Forse sarebbe stato il caso di resistere ancora dieci gionri, il tempo utile per dimenticare quel dato, attendere la riduzione dei contagi. Ancora dieci giorni di lockdown per sconfiggere definitivamente il coronavirus.Ma riapriamo e questo significherà forse indurre l'infezione a prendere altre strade. Speriamo questo non avvenga. Ma non si può giocare con il rischio, che non si assicura, perchè si traduce in altre vittime, altri morti. Riflettiamo. Stiamo a casa ancora dieci giorni. 



Leggi la notizia

Milano 3 maggio 2020 Corsera.it

Pandemia Covid-19, forse non è ancora finita, il lockdown dovrebbe durare altri dieci giorni almeno. Oggi si sono registrati 1389 contagi e 174 morti. Sono numeri ancora alti per ripartire con serentià. Questi sono numeri capaci di scatenare un'altra fase, ancora più cruenta della precedente. Non possiamo e dobbiamo fidarci, anche se la voglia è tanta di uscire, riprendere la vita normale sebbene a distanza. Il sole, il vento il mare, ci richiamano negli abissi, come le Sirene di Ulisse. Ma dobbiamo resistere, stare in casa altri dieci giorni , forse altre due settimane. Dovrebbe essere chiaro che la nazione è chiamata ad uno sforzo collettivo. 

Una netta discesa dei nuovi casi e dei decessi danno il benvenuto alla Fase 2. Oggi solo 1.389 i contagiati nelle 24 ore, dato più basso dal 10 marzo, giorno di proclamazione del lock down, mentre i morti sono 174, anche questo numero più basso a partire dalla stessa data. Sono 1.740 i guariti, che alleggeriscono ancora di più la pressione sugli ospedali, dove si contano 115 ricoveri in meno nei reparti Covid ordinari e 38 nelle terapie intensive. Meno del solito i tamponi, poco meno di 45mila quelli notificati in giornata.

Stabili i nuovi casi in Lombardia ( -526 in un giorno, appena 7 in meno di ieri), mentre scendono nettamente in Piemonte da 495 a 251, un dimezzamento dei nuovi contagi che fa ben sperare per l’uscita dall’emergenza della regione che negli ultimi giorni ha registrato un trend di crescita più marcato delle altre regioni.



Leggi la notizia

Pagina 1 di 6    [1 2 3 4 5 6 ] - >>