Martedi' 03 Agosto 2021
HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA LUCA ATTANASIO OMICIDIO PRIMI ARRESTI, NON TRALASCIARE LA PISTA DELLA RAPINA.L'AMBASCIATORE COLLEZIONISTA DI MONILI D'ARTE TRIBALE

CORSERA LUCA ATTANASIO OMICIDIO PRIMI ARRESTI, NON TRALASCIARE LA PISTA DELLA RAPINA.L'AMBASCIATORE COLLEZIONISTA DI MONILI D'ARTE TRIBALE

22 Maggio 2021

Kinshasa 22 maggo 2021 CorSera.it

Luca Attanasio era una persona adorabile e persona affabile, un vero ambasciatore con applomb aglosassone. Un amante dell'arte antica, quella tribale, fatta di monili, statuette, un tesoro preiozoso e alle volte ancora non del tutto scoperto. L'ambasciatore Luca Attanasio aveva una collezione privata di centinaia di pezzi, un vero e proprio museo , a cui avrebbe voluto dedicare la sua vita una volta ritirato dalla carriera diplomatica. Comemrcio di opere d'arte in una remota regione del mondo, dove per pochi dollari, trovi sempre qualcuno pronto ad ucciderti. Gli investigatori italiani non devono sottovalutare quest'altra pista di indagine , che potrebbe portare a dei colpi di scena inimmaginabili. L'acquisto e la vendita dei monili d'arte avveniva quasi certamente per contanti, difficile che i trafficanti di statuette antiche, si facessero pagare con assegni o bonifici. Facile che nel corso del tempo si sia sparsa la voce , che l'Ambasciatore disponeva sempre di contanti per l'acquisto di monili antichi. La sua morte non ha avuto alcuna rivendicazione politica e ad oggi non pare vi siano indicazioni investigative di un certo rilievo. Chi ha agito contro Luca Attanasio, potrebbe essere qualcuno legato ai traffici di opere d'arte, monili di grande valore internazionale. Luca Attanasio era il tramite di questo commercio.

 

Leggi la notizia
CORSERA GAZA ESPLODE LA GUERRA TRA ISRAELE E PALESTINESI. PIOGGIA DI RAZZI DI HAMAS. RAID AEREI DISTRUGGONO DUE PALAZZI

CORSERA GAZA ESPLODE LA GUERRA TRA ISRAELE E PALESTINESI. PIOGGIA DI RAZZI DI HAMAS. RAID AEREI DISTRUGGONO DUE PALAZZI

11 Maggio 2021

Gerusalemme 12 maggio 2021 CorSera.it

Esplode la guerra tra Israele e Hamas, con lo Stato ebraico deciso a proseguire "senza limiti di tempo" un conflitto "esteso". Alla pioggia di razzi arrivati da Gaza - oltre 500, di cui 200 intercettati e 150 esplosi nella Striscia - l'esercito ha risposto con decine e decine di attacchi contro obiettivi di Hamas e della Jihad islamica. Netanyahu: continueremo a colpire. La pagheranno cara  "Continueremo ad attaccare Gaza con tutta la forza", ha detto il premier israeliano Benjamin Netanyahu. "Hamas e la Jihad islamica pagheranno un prezzo molto pesante per la loro belligeranza". Israele ha nel mirino "molti altri obiettivi" da colpire a Gaza, ha detto il ministro della Difesa Benny Gantz, che ha preso la parola dopo Netanyahu. Idf (l'esercito di Israele) avverte i palestinesi di stare al sicuro lontano dai siti di Hamas.  Israele distrugge un altro edificio a Gaza Le forze militari israeliane hanno distrutto un altro edificio a Gaza City. Si tratta dell'al-Jawharah. Lo riporta il Times of Israel. Hamas e la Jihad islamica hanno ripetutamente minacciato nuovi lanci di razzi contro Tel Aviv nel caso di ulteriori attacchi agli edifici della Striscia.   

Leggi la notizia
CORSERA USA CPAC TORNA DONALD TRUMP PER SFIDARE JOE BIDEN IL PRESIDENTE ANORESSICO PIU' MORTO CHE VIVO

CORSERA USA CPAC TORNA DONALD TRUMP PER SFIDARE JOE BIDEN IL PRESIDENTE ANORESSICO PIU' MORTO CHE VIVO

28 Febbraio 2021

New York 1 marzo 2021 CorSera.it

"Non faremo nessun nuovo partito, non frammenteremo il nostro potere e la nostra forza. Anzi. Saremo più forti che mai". Donald Trump parteciperà alla Conservative Political Action Conference (CPAC), secondo alcune . L'atteso primo intervento da quando ha lasciato la Casa Bianca, si terrà ad  Orlando (Florida) alla kermesse annuale del più imponente e influente raduno di attivisti conservatori. E' un appello all'unità del partito repubblicano quello che Trump lancerà da Orlando, e sul quale non intende mollare la presa. Nel suo discorso, che dovrebbe durare circa un'ora, intende rivendicare la leadership del Grand Old Party (Gop) puntando al ribaltone, con la conquista di Camera e Senato nel 2022. Ma pur sottolineando la necessità di non spaccare il partito, Trump difficilmente rinuncerà a fare Trump, puntando il dito contro i repubblicani non trumpiani, a partire dalla presidente dalla Conferenza Gop alla Camera, Liz Cheney, che ha votato a favore del suo secondo impeachment, giudicandolo responsabile dell'assalto al Congresso dello scorso 6 gennaio. Bisognerà vedere se nel mirino ci saranno altri non trumpiani della prima ora, come il senatore Mitt Romney, o 'sovversivi' dell'ultimo minuto, come il leader di minoranza al Senato Mitch McConnell, l'ex ambasciatrice all'Onu Nikki Haley o l'ex vice presidente Mike Pence. Di sicuro Trump non risparmierà Joe Biden, accusandolo di essere "molto più a sinistra" di quanto non si potesse immaginare e contestando le politiche della nuova amministrazione soprattutto su immigrazione, lavoro e per lo stop alla pipeline Keystone XL. -

Leggi la notizia
CORSERA CONGO MORTO AMBASCIATORE LUCA ATTANASIO IN ITALIA ALLA FINE DEL 2021 PER NUOVO INCARICO ALLA FARNESINA, FORSE NEI SERVIZI DI INTELLIGENCE.ALLE 08.49 IL SUO ULTIMO CONTATTO WHATSAPP

CORSERA CONGO MORTO AMBASCIATORE LUCA ATTANASIO IN ITALIA ALLA FINE DEL 2021 PER NUOVO INCARICO ALLA FARNESINA, FORSE NEI SERVIZI DI INTELLIGENCE.ALLE 08.49 IL SUO ULTIMO CONTATTO WHATSAPP

23 Febbraio 2021

Roma 23 febbraio 2021 CorSera.it di Matteo Corsini

Ciao Luca, grazie di tutto e della tua amicizia. L'Ambasciatore Luca Attanasio sarebbe dovuto rientrare in Italia alla fine del 2021 per un incarico interno alla Farnesina, forse nei servizi di intelligence. 

E' morto ieri mattina alle 09.15 ora italiana, il nostro più giovane ambasciatore, una persona perbene, un uomo esemplare, che amava i suoi cinque pavoni, la moglie Zakia e le tre figlie. Alle 08.49 il suo ultimo accesso a whatsapp, poi la tragedia nella giungla, trascinato via dall'automobile in cui viaggiava insieme all'autista e al Carabinieri Vittorio Iacovacci e poi entrambi massacrati nella boscaglia a colpi di mitra. Luca Attanasio era un ragazzo adorabile, un solido e stretto legame con la bellissima moglie Zakia e le tre adorabili figlie. Nella sua villa di Kingsasha viveva con cinque pavoni, che per lui e la moglie Zaki, erano altrettanti figli e guardie del corpo nel corso della notte. "Vivono liberi nel nostro giardino e durante la notte si appollaiano sul tetto e ad ogni rumore sospetto cominciano a paupulare dando così l'allarme in caso di intrusione da parte di estranei. Con loro ci sentiamo sicuri in casa. " La sua morte è una grande perdita, una di quelle notizie brutte che ti manda storta una giornata, che non potrà più correggersi. La notizia della sua morte mi è apparsa sul display dello smartphone, quasi fosse il segno premonitore del futuro che non c'è, o che non poteva più essere.

Leggi la notizia
CORSERA USA ELEZIONI JOE BIDEN NUOVO PRESIDENTE USA, PIU' MORTO CHE VIVO HA GIURATO SULLA BIBBIA TRA LE LACRIME DELLA MOGLIE

CORSERA USA ELEZIONI JOE BIDEN NUOVO PRESIDENTE USA, PIU' MORTO CHE VIVO HA GIURATO SULLA BIBBIA TRA LE LACRIME DELLA MOGLIE

21 Gennaio 2021

Washington 21 gennaio 2021 CorSera.it

Capitol Hill, Joe Biden ha giurato come 46° Presidente degli Stati Uniti d'America, e come dice Donald Trump " Un uomo più morto che vivo, uno che sembra riesumato da una tomba ".  Molti lo vorrebbero già morto che vivo, ma questi sono i veleni della politica della Capitale. 

Finalmente abbiamo visto delle lacrime sincere, da parte della moglie di Joe Biden, mentre stringeva al petto l'uomo della sua vita, quell'anziano signore ormai senza capelli, che è diventato il più vecchio dei Presidente degli Usa. Un Dead Man Walking, come lo ha soprannominato con cattiveria Donald Trump " Ehi Joe, sei più morto che vivo. Io tornerò in qualche maniera, in un'altra forma... quando tu sarai andato via."Quello di oggi è sembrato l'insediamento di un capo tribù indiano, pronto a lasciare il mondo reale per l'oltretomba.L'atmosfera era irreale, danzante, lunatica, quasi icnredibile, vedere tanta folla ordinata che applaude, piange e si abbraccia, in modo ordinato, facendo sparire davanti agli occhi del mondo, le violenze di poche settimane orsono, con l'assalto del Congresso da parte degli sciamani sostenitori di Donald Trump. L'inferno ha lasciato infine la casa Bianca, e il sogno di un mondo migliore vi prende piede, peccato che forse la scena è in ritardo di venti anni. Joe Biden sembra una mummia di hollywood riesumata per la grande festa in onore del grande Gatsby.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS GRAN BRETAGNA BORIS JOHNSON ANNUNCIA TERZO LOCKDOWN NAZIONALE. EUROPA SI RISCHIA LA CATASTROFE

CORSERA CORONAVIRUS GRAN BRETAGNA BORIS JOHNSON ANNUNCIA TERZO LOCKDOWN NAZIONALE. EUROPA SI RISCHIA LA CATASTROFE

05 Gennaio 2021

London 5 gennaio 2021 CorSera.it
Europa si rischia il disastro infettivo come negli USA. Boris Johnson annuncia la terza fase di afflizione per i sudditi di Sua Maesta', un terzo lockdown dagli esiti ancora ignoti. Sappiamo soltanto che il ceppo inglese del Covid-19 fa paura e la sua dispersione in Europa potrebbe dare luogo ad un nuovo terribile assalto della pandemia nel mondo. L'Inghilterra si blinda e così facendo potrà dare una mano agli ex partner dell'Unione europea, che devono adesso correre ai ripari. Il terzo lockdown sarà inevitabile anche per tutti gli altri se non si vuole rischiare di seminare morte nel vecchio continente. Il 2021 sarà un anno di ulteriori sofferenze, anche se adesso siamo più abituati e la nostra quotidiana esistenza ha imparato a leggere la recrudescenza del coronavirus. La malattia è fuori dall'uscio di casa per tutti noi, pochi fino ad oggi sono riusciti a seminarla, altri ci sono cascati dentro con lo scafandro da palombaro calcato sulla testa. La civiltà dell' Homo Sapiens si sta confrontando con una sfida senza precedenti, un soffio di vento senza nè capo nè coda. Stone in the pond avevamo chiamato questo fenomeno, la dispersione concentrica della pandemia che si sviluppa inarrestabile da ogni cluster.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS INIZIATA LA VACCINAZIONE DI MASSA IN GRAN BRETAGNA. LA CIVILTA' UMANA CHIAMATA AD UN ALTRO SALTO NEL BUIO

CORSERA CORONAVIRUS INIZIATA LA VACCINAZIONE DI MASSA IN GRAN BRETAGNA. LA CIVILTA' UMANA CHIAMATA AD UN ALTRO SALTO NEL BUIO

08 Dicembre 2020

Milano 8 dicembre 2020 CorSera.it

Siamo sempre più vicini al vaccino. Oggi in Gran Bretagna sono cominciate le vaccinazioni sotto lo sguardo vigile di Boris Johnson, il premier bislacco che all'inizio della pandemia, non voleva riconoscerne la perciolosità.Il mondo oggi guarda alla Gran Bretagna come al faro della fase di prevenzione di massa del Covid-19. La civiltà umana si è gettata a capofitto nella sola direzione in cui poteva andare. I focolai infettivi sono ovunque ed aumentano in maniera esponenziale. Milioni di persone sono morte e tanti altri sono nelle terapie intensive a poche ore della loro vita sulla Terra. L'Homo Sapiens sta lottando contro un nemico estgremo, combattendo per la sopravvivenza e la tutela dei più deboli. Ma questo è il pianeta, alle prese con pericoli sempre in agguato e come questo che stiamo vivendo, quasi incontrollabili. La vaccinazione integrale della popolazione mondiale, rappresenta un altro scalino verso il progresso scientifico del terzo millennio, in cui forse saremo chiamati a superare i limiti umani.

Sono 14.842 i positivi al test sul coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo il bollettino del ministero della Salute. Le vittime sono 634. Sono 149.232 i test per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, in aumento di oltre 38mila rispetto a ieri, secondo i dati del ministero della Salute. Il rapporto tra positivi e tamponi è del 9,9% in netto calo rispetto a ieri (era del 12,3%).

 

Leggi la notizia
CORSERA EGITTO PATRICK ZAKI PROCESSO PER PROPAGANDA SOVVERSIVA. LA SUA LIBERAZIONE UN SEGNO DI CIVILTA'

CORSERA EGITTO PATRICK ZAKI PROCESSO PER PROPAGANDA SOVVERSIVA. LA SUA LIBERAZIONE UN SEGNO DI CIVILTA'

07 Dicembre 2020

Il Cairo 7 dicembre 2020 CorSea.it

Si è svolta al Cairo l'udienza per Patrick Zaki, lo studente egiziano dell'Università di Bologna in carcere in Egitto da febbraio per propaganda sovversiva: l'esito si conoscerà domani. Lo riferisce all'ANSA Hoda Nasrallah, legale di Zaki. La sua liberazione costituirebbe un segno di civiltà indiscusso per il regime militare del Cairo di Al Sisi. Non dimentichiamo che l'Egitto costituisce per l'Europa un baluardo contro il fondamentalismo islamico. Malgrado le discutibili modalità di gestionie del potere, il generale Al Sisi, assicura alla popolazione egiziana sufficiente tranquillità per condurre una vita pacifica, lontana dalle esasperazioni del terrorismo islamico, le feroci contrapposizioni religiose e politiche, che seminano distruzione e paura nel resto del Medioriente. Un regime dittatoriale che garantisce sviluppo economico all'intero paese, contribuendo a segnare il confine tra civiltà e barbarie. L'impegno di tutelare anche le opposizioni deve comunque diventare una priorità per l'Egitto , se immagina di diventare un paese leader e ben considerato dalla comunità internazionale. LIberare Patrick Zaki è l'occasione da non perdere per il governo del Cairo. Attendiamo pertanto fiduciosi l'esito della setenza per domani mattina. 

Zaki è in carcere in Egitto da febbraio. La seduta si svolge in un'accademia di polizia attigua al complesso carcerario di Tora, nella periferia sud della capitale ed ha partecipato all'udienza

Leggi la notizia
CORSERA AFGHANISTAN ESERCITO AUSTRALIANO BLOODING MASSACRATI 39 PRIGIONIERI

CORSERA AFGHANISTAN ESERCITO AUSTRALIANO BLOODING MASSACRATI 39 PRIGIONIERI

19 Novembre 2020

Sydney 20 novembre 2020 CorSera.it

Esercito australiano, scandalo blooding. Una mazzata per le temute forze speciali australiane dispiegate in Afghanistan tra il 2005 e il 2016, al centro di un'inchiesta dell'Ispettore generale delle Forze di difesa australiane, le cui conclusioni sono state presentato oggi dal capo delle forze Angus Campbell.

L'inchiesta durata quasi cinque anni, presieduta dal giudice militare Paul Brereton, raccomanda siano investigati dalla polizia federale 19 soldati coinvolti in 36 incidenti, per l'omicidio di 39 prigionieri e civili, e per 'trattamento' crudele di due altri. Un rapporto pesantemente secretato, senza nomi né descrizione di incidenti, è stato presentato da Campbell, che ha offerto scuse incondizionate al popolo afghano "per ogni crimine commesso da soldati australiani". 

Leggi la notizia
CORSERA USA TRIONFA JOE BIDEN, SCENE DI GIUBILO IN AMERICA PER LA SCONFITTA DI DONALD TRUMP

CORSERA USA TRIONFA JOE BIDEN, SCENE DI GIUBILO IN AMERICA PER LA SCONFITTA DI DONALD TRUMP

08 Novembre 2020

New York 8 novembre 2020 CorSera.it  by dr.Matteo Corsini (Enciclopedia Universale delle Scienze Giuridiche) 

Elezioni USA. E' la vittoria di Joe Biden o la vittoria per la sconfitta di Donald Trump?

Elezioni USA, vince Joe Biden, che diventerà il 46esimo Presidente degli Stati Uniti d'America. Una sconfitta cocente per Donald Trump, che perde male questa sfida elettorale. L'America festeggia, scene di giubilo per la vittoria di Joe Biden, ma sopratutto per la sconfitta dell'odiato tycoon newyorchese. Mi domando pertanto se Donald Trump ( di cui io non ho alcuna simpatia ben inteso) abbia davvero perso queste elezioni o sia sempre lui la vera star anche di queste elezioni. Nel suo vagone elettorale sono entrati quasi 71 milioni di americani, speranzosi che il loro leader sarà capace di ribaltare presso la Corte Suprema, il mefitico esito del voto.

Leggi la notizia
CORSERA ELEZIONI USA JOE BIDEN AD UN SOFFIO DALLA PRESIDENZA DEGLI STATI UNITI D'AMERICA . DONALD TRUMP RICORRE ALLA CORTE SUPREMA

CORSERA ELEZIONI USA JOE BIDEN AD UN SOFFIO DALLA PRESIDENZA DEGLI STATI UNITI D'AMERICA . DONALD TRUMP RICORRE ALLA CORTE SUPREMA

04 Novembre 2020

New York 5novembre 2020 CorSera.it Wandy Cassavetes 

Joe Biden è a un soffio dai 270 grandi elettori necessari per conquistare la Casa Bianca. Dopo la vittoria di Michigan e Wisconsin al candidato democratico basta vincere uno tra il Nevada, dove è in vantaggio, o degli stati chiave della Georgia, della North Carolina o della Pennsylvania dove è invece in vantaggio Donald Trump. Attualmente il candidato democratico è a quota 264 grandi elettori.Per conoscere il nome del Presidente degli Stati Uniti sarà necessario il conteggio definitivo delle schede elettorali e del voto postale degli stati ancora in bilico. Nel Michigan e in Pennsylvania la campagna di Donald Trump presenta un'azione legale.
 

Leggi la notizia
CORSERA ELEZIONI USA DONALD TRUMP VITTORIA SCHIACCIANTE, CAPPOTTO IN 50 STATI CONTRO JOE BIDEN

CORSERA ELEZIONI USA DONALD TRUMP VITTORIA SCHIACCIANTE, CAPPOTTO IN 50 STATI CONTRO JOE BIDEN

03 Novembre 2020

New York 3 novembre 2020 CorSera.it 

Kentuchy Donald Trump in vantaggio, recuperato il gap del 15% dei sondaggi rispetto a Joe Biden. La vittoria di Donald Trumpo si profila schiacciante e senza appello. Gli esiti dello spoglio dei primi voti ha lasciato di stucco gli americani e nel quartiere generale di Joe Biden si respira un'aria cupa. Ma era chiaro che il " vecchiaccio" non avrebbe mai vinto .

Donald Trump stravince le elezioni presidenziali negli USA, con un sonoro cappotto in tutti gli stati americani. Già dai primissimi exit poll, si intravedono i dati di una schiacciante vittoria, senza ma e senza appelli, con buona pace dei buonpensanti. Troppo vecchio Joe Biden per rassicurare il popolo americano, sempre in trincea Donald Trump, baldazoso ed eroe del coronavirus, avendolo provato di persona e sconfitto. Non era difficile capire che la baldanza , se vogliamo arrogante di Donald Trump, avrebbe fatto la differenza anche nel corso di questa tornata elettorale. Gli Americani sono come lui, vogliono vincere, ovunque e sempre, la forza, l'energia che Donald Trump ha dimostrato di avere per tutta la campagna elettorale, ha spinto in un angolo buio, proprio il suo avversario Joe Biden, vecchio, esile, emaciato, insomma la controfigura di un pensionato di Miami, imbacuccato con cappotto e berretto di lana. Joe Biden non avrebbe mai potuto battere Donald Trump, che ancora una volta ha dimostrato di incarnare lo spirito e carattere del popolo americano . Nessun passo indietro, anche difronte al coronavirus. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON WAR-GAME, GRAN BRETAGNA SWW SECOND WAR WAVE. VERSO IL SECONDO LOCKDOWN

CORSERA CORONAVIRUS BORIS JOHNSON WAR-GAME, GRAN BRETAGNA SWW SECOND WAR WAVE. VERSO IL SECONDO LOCKDOWN

19 Settembre 2020

London 19 settembre 2020 CorSera.it

The Second War Wave. La seconda ondata da COVID-19 è arrivata nel Regno Unito, lo ha affermato Boris Johnson. Il Primo Ministro britannico sembra rassegnato ma stupisce quando sottolinea che l’evento fosse inevitabile. La regola del sei, che prevede un numero massimo di persone in assembramento, introdotta oltre una settimana fa, non ha dato i frutti sperati.Il forte aumento di contagi in Gran Bretagna non consente tentennamenti nell’introduzione delle nuove restrizioni: dopo il nord-est dell’Inghilterra, anche Londra potrebbe essere coinvolta nel nuovo stress-test del Lockdown nazionale.

Come riportato dalla BBC, Boris Johnson non vorrebbe dover ricorrere a misure restrittive più severe, ma lo stesso ammette che sta seriamente prendendo in considerazione di metterle in atto. Le restrizioni dovrebbero essere composte da tre livelli.

Leggi la notizia
REGNO UNITO CORONAVIRUS MALEDETTO BORIS JOHNSON CONTAGI OLTRE 3000 NELLE ULTIME 24 ORE

REGNO UNITO CORONAVIRUS MALEDETTO BORIS JOHNSON CONTAGI OLTRE 3000 NELLE ULTIME 24 ORE

06 Settembre 2020

(ANSA) - LONDRA, 06 SET - Rimbalzo di contagi da coronavirus nel Regno Unito dove nelle ultime 24 ore censite il ministero della Sanità ha registrato altri 2.998 casi, con un'impennata di oltre mille in più rispetto a ieri e un picco inedito da maggio, su un numero di tamponi assestato attorno a 175.000 al giorno. I morti quotidiani sono tuttavia scesi ad 2 - minimo assoluto da inizio della pandemia salvo un singolo giorno di agosto - fino a una somma ufficiale pari a 41.551. E calano anche i ricoveri complessivi per Covid (756 al momento nell'intero Paese) nonché il ricorso alla terapia intensiva (69 pazienti totali). (ANSA).

Leggi la notizia
CORSERA RUSSIA ALEKSEI NAVALNAY EFFETTO SLUDGE SCEMO A VITA, AVVELENATO CON INIBITORE DELLA COLINESTERASI

CORSERA RUSSIA ALEKSEI NAVALNAY EFFETTO SLUDGE SCEMO A VITA, AVVELENATO CON INIBITORE DELLA COLINESTERASI

24 Agosto 2020

Berlino 24 agosto 2020 CorSera.it dall'inviato Martin Engfield 

I medici dell'ospedale di Berlino hanno riscontrato "segni di avvelenamento" sul corpo dell'oppositore russo, Aleksei Navalnay, ricoverato in Germania dopo un trasferito urgente dalla Siberia. "I risultati clinici indicano un avvelenamento con una sostanza che inibisce la colinesterasi", secondo l'ospedale che non ha precisato di che sostanza si tratti, ma ha assicurato che gli effetti tossici sono stati confermati da diversi laboratori indipendenti.Quasi certamente Aleksei Navalnay rimarrà scemo a vita ovvero affetto di una grave demenza senile, il sistema nervoso è come avesse preso fuoco, i circuiti elementari non esistono più. Con ogni probabilità non riuscirà a camminare e pensare, la sua vita è stata distrutta da un veleno molto sofisticato e chi l'ha usato contro di lui è diabolico.Il principale sintomo di esposizione agli inibitori della colinesterasi è detto SLUDGE, acronimo dall'inglese che indica una sindrome tossica con effetti combinati: aumento della salivazione, aumento della lacrimazione, perdita di controllo degli sfinteri con rilascio urinario e defecazione, disturbi gastrointestinali e vomito.

Leggi la notizia
CORSERA RUSSIA ALEXEI NAVALYN AVVELENATO CON IL BACIO DELLA MORTE, UN VELENO MORTALE USATO DAI SERVIZI SEGRETI MILITARI

CORSERA RUSSIA ALEXEI NAVALYN AVVELENATO CON IL BACIO DELLA MORTE, UN VELENO MORTALE USATO DAI SERVIZI SEGRETI MILITARI

20 Agosto 2020

Mosca 20 agosto 2020 CorSera.it

Bacio della morte o Covid-19? Che cosa è successo all'oppositoredi Vladimir Putin?

Il russo Alexei Navalny "è in coma" e "sotto ventilazione". Lo conferma il servizio stampa del ministero della Salute della regione di Omsk dove l'attivista è ricoverato, citato da Interfax.

I medici dell'ospedale di Omsk "stanno lottando per salvargli la vita". Lo ha detto, in immagini diffuse sui social dalla portavoce dello stesso Navalny, il vicedirettore del nosocomio Anatoly Kalinichenko.

 

Leggi la notizia
CORSERA MARCIA PER LA LIBERTA' LA BIELORUSSIA SCENDE IN PIAZZA CONTRO LA DITTATURA MILITARE DI ALEXANDER LUKASHENKO

CORSERA MARCIA PER LA LIBERTA' LA BIELORUSSIA SCENDE IN PIAZZA CONTRO LA DITTATURA MILITARE DI ALEXANDER LUKASHENKO

16 Agosto 2020

La Bielorussia scende in piazza, a una settimana dalla contestata sesta rielezione 'bulgara' di Alexander Lukashenko, nella speranza di radunare una folla enorme per sfidare il padre-padrone del Paese in quella che è stata anticipata come "Marcia per la libertà".
Nella stessa Minsk intanto, si sta raccogliendo anche una contro-manifestazione pro-Lukashenko, mentre circolano immagini su Twitter di file di pullman di presunti sostenitori del presidente convogliati verso la capitale.
Ieri Lukashenko ha rivolto un appello al presidente russo, Vladimir Putin: "Siamo giunti a un accordo con lui (Putin) e come da noi richiesto ci sarà fornita piena assistenza per garantire la sicurezza della Bielorussia", ha assicurato in serata il leader bielorusso.
 Sempre ieri a Minsk, migliaia di persone hanno partecipato ai funerali del manifestante d'opposizione Alexander Taraikovsky, ucciso negli scontri con la polizia lunedì scorso, funerale che si è trasformato in pacifica manifestazione di protesta.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS NEL MONDO OLTRE 19 MILIONI DI CONTAGI, NUMERO MOLTIPLICATO PER 7

CORSERA CORONAVIRUS NEL MONDO OLTRE 19 MILIONI DI CONTAGI, NUMERO MOLTIPLICATO PER 7

07 Agosto 2020

Coronavirus ha sfondato quota 19 milioni nel mondo, tra record di contagi e un ritorno dell'epidemia che non risparmia nessun angolo del Pianeta e che vede anche l'Africa superare il milione di infezioni. Intanto l'Oms ha pubblicato nuovi dati sulla pandemia, avvertendo che il numero di casi si è moltiplicato per sette tra bambini e neonati e per sei tra i giovani. Secondo il bollettino della Johns Hopkins University, i contagi accertati sono 19.111.123, mentre le vittime sono 715.163.

Al primo posto gli Stati Uniti al primo posto (4.883.646 contagi), il Brasile con quasi 3 milioni (2.912.212), l'India con piu' di due milioni, la Russia con poco più di 870 mila e il Sudafrica con poco più di 538 mila casi. Gli Usa sono anche il paese con più morti, 160.104, seguiti da Brasile (98.493) e Messico con 50.517.

Leggi la notizia
CORSERA RECOVERY URSULA VON DER LEYEN ECCITATA E SEXY AL MINI VERTICE A TRE CON GIUSEPPE CONTE E MARK RUTTE PER L'ACCORDO FINALE

CORSERA RECOVERY URSULA VON DER LEYEN ECCITATA E SEXY AL MINI VERTICE A TRE CON GIUSEPPE CONTE E MARK RUTTE PER L'ACCORDO FINALE

19 Luglio 2020

A sera, la strada è ancora in salita: si tratta a oltranza con Olanda, Danimarca, Svezia, Austria e Finlandia, che chiedono di tagliare 150 miliardi dalla proposta originaria di 500 miliardi di sussidi post-Covid. Per il premier italiano è imperativo portare a casa un Recovery fund non ridimensionato, mantenere le aspettative della vigilia. E il volto teso testimonia la difficoltà del momento. Al terzo giorno di negoziato Conte arriva dopo una nuova chiacchierata notturna, al bar dell'albergo che li ospita, con Angela Merkel e Emmanuel Macron. A un certo punto si unisce anche un'euforica presidente della Commissione Ue Ursula Von Der Leyen: «Giuseppe!», lo saluta con calore. È da lei che i negoziatori italiani si sarebbero aspettati un sostegno più forte nella battaglia sulla governance di Next Generation Eu, cioè sul meccanismo di valutazione dell'attuazione delle riforme da parte dei singoli Stati. Rutte vuole una decisione unanime del Consiglio europeo, Conte non intende transigere e spinge per una decisione a maggioranza, anche se vorrebbe che le decisioni fossero prese dalla Commissione europea. È scritto nei trattati, insiste, evocando ricorsi alla Corte di Giustizia Ue. 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS FLAGELLATO IL NUOVO MONDO DAL BRASILE AL PERU' FINO AL CILE E ALL'ECUADOR

CORSERA CORONAVIRUS FLAGELLATO IL NUOVO MONDO DAL BRASILE AL PERU' FINO AL CILE E ALL'ECUADOR

27 Giugno 2020

L'America Latina è in apprensione di fronte alla pandemia da coronavirus che l'ha investita e della quale per il momento non si registra alcuna attenuazione, mentre nelle ultime 24 ore i contagiati hanno raggiunto quota 2.279.146 (+58.789) e i morti confermati sono 104.785 (+1.800). E' quanto emerge da una elaborazione statistica realizzata dall'ANSA sulla base dei dati ufficiali di 34 nazioni e territori latinoamericani. Nella regione il Brasile continua la sua corsa solitaria da leader, secondo nel mondo solo agli Stati Uniti, sia per contagi (1.228.114, +39.483) che per morti (54.971, +1.141). Seguono il gigante sudamericano il Perù (268.602 e 8.761) ed il Cile (259.064 e 4.903). Sette paesi seguono con contagi superiori ai 20.000: Messico (202.951 e 25.060), Colombia (80.599 e 2.654), Ecuador (53.156 e 4.343), Argentina (52.457 e 1.150), Repubblica Dominicana (29.141 e 698), Panama (28.030 e 537) e Bolivia (27.487 e 876).

Leggi la notizia