HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA CORONAVIRUS NUOVO BOLLETTINO 18.627 NUOVI POSITIVI E 361 DECESSI. AUMENTANO I POSTI DI TERAPIA INTENSIVA

CORSERA CORONAVIRUS NUOVO BOLLETTINO 18.627 NUOVI POSITIVI E 361 DECESSI. AUMENTANO I POSTI DI TERAPIA INTENSIVA

10 Gennaio 2021

Roma 10 gennaio 2021

Italia oggi. secondo i dati del ministero della salute, si registrano 361 decessi (per un totale nazionale di 78.394 decessi) e ?18.627 nuovi positivi con 139.758 tamponi; tasso di positività al 13.3%. Il totale dei casi in Italia è di 2.276.491 mentre sono stati effettuati in tutto 27.891.393 tamponi. Ieri si sono registrati 19.978 casi con 172.119 tamponi e 483 morti con un tasso dei positivi su tamponi a 11,6%.  Inoltre oggi si registra un incremento di 7.090 casi negli attualmente positivi (totale nazionale 579.932), e un incremento anche tra i dimessi e i guariti di 11.174 casi per un totale nazionale di 1.617.804. I ricoverati con sintomi in Italia sono complessivamente 23.427, con un incremento di 167 casi rispetto a ieri. In terapia intensiva sono ricoverate 2.615 persone, 22 in più rispetto a ieri. In isolamento domiciliare 553.890, 6.901 in più rispetto a ieri. Dai prossimi giorni test rapidi in bollettino quotidiano A partire dai prossimi giorni, secondo quanto apprende l'Ansa, i dati nazionali relativi al computo dei casi positivi al SarsCov2 terranno conto anche del numero di casi rilevati con i test antigenici rapidi, come previsto dalla circolare del ministero della Salute. La circolare riconosce appunto la validità dei test antigenici rapidi di ultima generazione nella definizione di caso Covid-19, nel solco delle indicazioni Ue. Nella circolare approvata è richiesto alle Regioni di rendicontare separatamente il numero di test antigenici effettuati rispetto ai test molecolari. In Lombardia 3.267 nuovi casi e 59 decessi In Lombardia, a fronte di 25.011 tamponi effettuati, sono 3.267 i nuovi positivi (13%). I guariti/dimessi sono 847. I nuovi decessi sono 59, che portano il totale in regione a 25.787. Lo comunica la Regione Lombardia. Sono 459 i ricoverati in terapia intensiva (+3), i ricoverati non in terapia intensiva sono 3.598 (+21).

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS VARIANTE INGLESE, ITALIA SENZA UN TERZO LOCKDOWN NAZIONALE SI RISCHIA LA CATASTROFE. IL CEPPO INGLESE DEL COVID-19 MILLE VOLTE PIU' INFETTIVO

CORSERA CORONAVIRUS VARIANTE INGLESE, ITALIA SENZA UN TERZO LOCKDOWN NAZIONALE SI RISCHIA LA CATASTROFE. IL CEPPO INGLESE DEL COVID-19 MILLE VOLTE PIU' INFETTIVO

05 Gennaio 2021

Roma 5 gennaio 2021 CorSera.it

Roberto Speranza l'aveva già fatta grossa all'inizio della pandemia. Il suo ministero della salute, raccomandava di lavarsi le mani, non di usare la mascherina all'intero dei supermercati o negli autobus. Allora la pandemia si è diffusa in Italia, mentre Luigi di Maio inviava le nosgtre poche mascherine in Cina, per un atto nobile, che ha comportato il contagio di migliaia di medici e infermieri che lavoravano in trincea giornoe  notte e di cui tutti oggi si sono dimenticati. Due ragazzini alla prese con qualcosa più grande di loro. Ma ormai è chiaro che la variante inglese del coronavirus, è in grado di mietere molte più vittime del suo ascendente cinese. Questo virus tracina dentro di sè la natura ostile di altre forme di vita e quando muta diventa sempre più aggressivo. Probabilmente nel corso dei prossimi mesi assisteremo alla mutazione di altre forme di coronavirus, ancora più potenti e nocive. Adesso si mormora che anche il ceppo sudafricano sia micidiale, qualcosa da cui stare lontani. UN terzo lockdown nazionale sembra la sola alternativa per arginare l'arrivo della variante inglese , quella che qualcuno comincia a chiamare del Conte Dracula. Non scherziamo con chi ci vuole morti, con quel qualcosa programmato per sterminare la specie umana, senza condizioni.

 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS BOLLETTINO DATI SABATO 2 GENNAIO 2020.11.832 NUOVI CONTAGI DI CUI 364 DECESSI

CORSERA CORONAVIRUS BOLLETTINO DATI SABATO 2 GENNAIO 2020.11.832 NUOVI CONTAGI DI CUI 364 DECESSI

02 Gennaio 2021

Milano 2 gennaio 2020 CorSera.it

In Italia i dati aggiornati diffusi dal ministero della Salute: si registrano 11.831 nuovi contagi e 364 morti. Ieri si erano registrati 22.211 contagi e 462 morti.  Attualmente positivi in Italia sono 577.062 con un incremento di 2.295 rispetto a ieri. Tra dimessi e guariti in totale si contano 1.489.154 persone in Italia, con un incremento di 9.166 casi. I deceduti sono 74.985 dall'inizio della pandemia in Italia. Il totale dei casi è 2.141.201. Prosegue costante l'aumento del tasso di positività al Covid in Italia, che si attesta al 17,6% rispetto al 14,1% di ieri. Sono stati 67.174 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, mentre i tamponi ieri erano stati 157.524. I ricoverati con sintomi oggi in Italia sono complessivamente 22.948, rispetto a ieri +126. In terapia intensiva sono 2.569 (+16). In isolamento domiciliare 551.545, in aumento di 2.153 casi rispetto a  ieri.  In Veneto 3.165 casi e 46 morti Rallenta l'aumento di casi giornalieri di Covid-19 in Veneto ma si mantiene oltre i 3.000 contagi quotidiani, ritmo che prosegue dalla metà di novembre. Il Bollettino regionale segnala 3.165 nuovi positivi al Coronavirus, con il totale a 261.845, e 46 decessi, 6.675 dall'inizio della pandemia.

Leggi la notizia
CORSERA DPCM DECRETO NATALE 2020 ITALIA IN ZONA ROSSA, TUTTI I PROVVEDIMENTI, COSA SI PUO' FARE E COSA NO

CORSERA DPCM DECRETO NATALE 2020 ITALIA IN ZONA ROSSA, TUTTI I PROVVEDIMENTI, COSA SI PUO' FARE E COSA NO

24 Dicembre 2020

Milano 24 dicembre 2020 CorSera.it

Natale 2020, 12 mesi vissuti pericolosamente inseguiti dalla pandemia che ha cambiato per sempre le regole della convivenza civile.

Il decreto Natale, varato venerdì 18 dicembre dal Governo, parte oggi, giovedì 24 dicembre e termina mercoledì 6 gennaio. Ecco le regole: SPOSTAMENTI  IN ZONA ROSSA- Dieci giorni di zona rossa (24, 25, 26, 27, 31 dicembre e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio) dove sarà "vietato ogni spostamento in entrata e in uscita" sia tra le regioni sia tra comuni e  all’interno degli stessi “salvo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”. E’ sempre possibile rientrare alla propria abitazione o  domicilio. LE DUE DEROGHE PER GLI SPOSTAMENTI IN ZONA ROSSA Con il regime di lockdown a livello nazionale è possibile spostarsi anche all’interno dello stesso comune solo con l’autocertificazione e sempre solo per i motivi previsti dal modulo, compresa l’assistenza ad anziani e persone non autosufficienti. Nel nuovo decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale sono previste però due deroghe agli spostamenti. - Possibilità di invitare per pranzi e cene delle festività solo due congiunti non conviventi, con eventuali minori sotto i 14 anni o disabili a carico. Questi possono spostarsi "una sola volta al giorno" e "verso una sola abitazione". -

Leggi la notizia
CORSERA NUOVO DPCM CORONAVIRUS ROBERTO SPERANZA DIE HARDER 48 ORE PER MORIRE, TERRIFICANTE LA CURVA DEI CONTAGI

CORSERA NUOVO DPCM CORONAVIRUS ROBERTO SPERANZA DIE HARDER 48 ORE PER MORIRE, TERRIFICANTE LA CURVA DEI CONTAGI

01 Novembre 2020

Milano 1 novembre 2020 CorSera.it by dr.Matteo Corsini EUSGU (Enciclopedia Universale delle Scienze Giuridiche e Urbanistiche)

Nuovo DPCM che cosa accadrà. La regola dei giorni alterni e del numerus clausus. Un lascia passare totale per i contribuenti virtuosi con dichiarazioni superiori a 500 mila euro.Ricordiamoci che gli spartani per fermare l'esercito persiano, inviarono alle Termopili soltanto l'elite dei loro guerrieri, il cui sacrificio consentì alle poleis greche di organizzarsi e poi vincere la guerra.

 Nuovo DPCM, il Governo pronto a varare misure restrittive, che prevedono limitazioni allo spostamento tra regioni, chiusura di negozi, limitazione accesso alle scuole . Le regioni Liguria, Lombardia e Piemonte, chiedono di limitare gli spostamenti agli over 70. Chiudere nei lager famigliari gli anziani. Il ministro della Salute Roberto Speranza, nei panni di un redivido John McLane, il poliziotto newyorchese interpretato da Bruce Willis, intervistato dal CorSera, ha lanciato il suo monito anatema alla popolazione italiana : " I contagi sono troppo alti, terrificante la curva dei contagi, abbiamo soltanto 48 ore per decidere". In effetti i dati dei contagi in tutta Italia non lasciano scampo ad ulteriori interpretazioni e comportamenti tolleranti nei confronti dell'epidemia da Covid-19.

Leggi la notizia
CORONAVIRUS RAFFAELE BRUNO SONO MOLTO PREOCCUPATO PER AUMENTO POSITIVITA' COVID-19

CORONAVIRUS RAFFAELE BRUNO SONO MOLTO PREOCCUPATO PER AUMENTO POSITIVITA' COVID-19

05 Settembre 2020

"Non possiamo nascondere le nostre preoccupazioni per l'aumento dei casi di positività registrato negli ultimi giorni. Però, rispetto a quanto è avvenuto nello scorso febbraio quando l'arrivo dell'epidemia ci colse all'improvviso, stavolta possiamo dire di essere preparati". Lo ha dichiarato il professore Raffaele Bruno, direttore di Malattie Infettive al San Matteo di Pavia, intervenendo alla presentazione del libro "La Storia del Coronavirus a Pavia" (Typimedia editore) scritto dal giornalista Alessandro Repossi. "Non abbiamo dati scientifici certi per prevedere cosa accadrà nei prossimi mesi - ha sottolineato l'infettivologo pavese -. Certo, non si può negare che nelle ultime settimane il virus abbia ripreso a circolare. Se crescono i contagi di conseguenza aumentano anche i ricoveri compresi quelli nelle terapie intensive, anche se la situazione per fortuna resta sotto controllo. Per prevenire la diffusione del virus, restano fondamentali le regole conosciute: portare la mascherina, il distanziamento sociale, lavarsi o disinfettarsi le mani più volte al giorno. Certamente si può normare tutto, ma non il senso di responsabilità che dipende dai comportamenti delle persone".

Leggi la notizia
CORSERA MINISTRO ROBERTO SPERANZA CONSIGLIAVA DI LAVARSI LE MANI, ADESSO PROROGA USO MASCHERINE FINO AL 31 LUGLIO

CORSERA MINISTRO ROBERTO SPERANZA CONSIGLIAVA DI LAVARSI LE MANI, ADESSO PROROGA USO MASCHERINE FINO AL 31 LUGLIO

14 Luglio 2020

ROMA 15 luglio 2020 CorSera.it

Il ministro Roberto Speranza nel corso della prima fase della emergenza da Covid-19, al fine di prevenire il contagio, consigliava di lavarsi le mani, perchè le mascherine non c'erano. Avrebbe dovuto dimettersi come più volte noi del CorSera.it avevamo richiesto. Adesso lo zombie del ministero della Salute, intenderebbe prorogare l'uso delle mascherine fino 31 luglio. Il ministro Roberto Speranza conferma con i suoi propositi che nel corso della prima crisi pandemica, il ministero della Salute non aveva capito cosa fare, anzi andava nella direzione opposta. Le preziose mascherine che oggi vengono tanto raccomandate a tutti per una efficace prevenzione, venivano spedite in Cina. Un gesto umanitario apprezzabile, così come la deficienza cronica del ministro Speranza e dell'altro genio Luigi Di Maio.


"Questo  Governo vuole prorogare il Dpcm con le misure anti Covid fino al 31 luglio: resta l'obbligo delle mascherine". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza al Senato, illustrando in Aula al Senato il nuovo dpcm di proroga al 31 luglio delle misure anti Covid. La "partita per sconfiggere il Covid - ha aggiunto - è tutt'altro che terminata, serve prudenza". 

Oggi i contagiatI sono 13 milioni e mezzo milione i morti, è evidente che non possiamo abbassare la guardia. non dividiamoci su questo , anche nella comunità scientifica sui dibatte ma nessuno dice che non bisogna mettere le mascherine , mantenere le distanze o lavarsi le mani". 

Leggi la notizia