Giovedi' 02 Luglio 2020
HOTLINE: +39 335 291 766
CORSERA ROMA IN GINOCCHIO PER GEORGE FLOYD. A PIAZZA DEL POPOLO ANCHE LE SARDINE

CORSERA ROMA IN GINOCCHIO PER GEORGE FLOYD. A PIAZZA DEL POPOLO ANCHE LE SARDINE

07 Giugno 2020

Il momento clou è stato tra le 12.03 e le 12.11 quando tutti i manifestanti si sono inginocchiati, con il pugno alzato, per 8 minuti e 46 secondi, il tempo in cui Floyd rimase schiacciato dal ginocchio dell'agente. Durante questi lunghi minuti, la piazza ha urlato "I can't breathe" e alla fine tutti si sono alzati urlando "George è qui, no al razzismo". Poi, un altro slogan ritmato con l'applauso: "Siamo tutti antifascisti".

Dopo le iniziative di ieri in tante città italiane (oltre che d'Europa), la protesta che sta infiammando gli Stati Uniti sbarca anche a Roma: a migliaia, soprattutto ragazzi e famiglie, stanno manifestando a piazza del Popolo contro ogni razzismo.

In tantissimi, infatti, hanno accolto l'appello lanciato sui social da un vasto cartello di organizzazioni tra cui i Giovani Europeisti Verdi, Fridaysforfuture-Roma, Nibi: Neri italiani - Black italians, 6000 sardine, Extinction Rebellion Rome International, American Expats for Positive Change e Women's March Rome.

Distanziati e tutti con la mascherina, i manifestanti, tra i quali molti ragazzi di colore, hanno cartelli fatti in casa con scritte le parole d'ordine della campagna esplosa dopo l'omicidio di George Floyd, a Minneapolis. Tante le scritte anche in inglese come, "No justice, no peace", "I can't breathe", "Defund the police", "fuck racism". Ma anche alcuni cartelli che chiedono "ius soli" e diritti per i migranti; su uno si legge: "Muoiono a casa nostra e non sappiamo nemmeno i loro nomi: black lives matter".

Non c'è un palco, ma solo un microfono dal quale si alternano gli interventi degli organizzatori, alcuni in inglese.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DECRETO RILANCIO IL TESTO INTEGRALE SALUTE E SICUREZZA

CORSERA CORONAVIRUS DECRETO RILANCIO IL TESTO INTEGRALE SALUTE E SICUREZZA

14 Maggio 2020

ROMA 14 MAGGIO 2020 CORSERA.IT ( redazione romana info@corsera.it ) 

Titolo I Salute e sicurezza Art. 1 Disposizioni urgenti in materia di assistenza territoriale 1. Per l’anno 2020, al fine di rafforzare l’offerta sanitaria e sociosanitaria territoriale, necessaria a fronteggiare l’emergenza epidemiologica conseguente alla diffusione del virus SARS-Cov-2 soprattutto in una fase di progressivo allentamento delle misure di distanziamento sociale, con l’obiettivo di implementare e rafforzare un solido sistema di accertamento diagnostico, monitoraggio e sorveglianza della circolazione di SARS-CoV-2, dei casi confermati e dei loro contatti al fine di intercettare tempestivamente eventuali focolai di trasmissione del virus, oltre ad assicurare una presa in carico precoce dei pazienti contagiati, dei pazienti in isolamento domiciliare obbligatorio, dimessi o paucisintomatici non ricoverati e dei pazienti in isolamento fiduciario, le regioni e le province autonome adottano piani di potenziamento e riorganizzazione della rete assistenziale. I piani di assistenza territoriale contengono specifiche misure di identificazione e gestione dei contatti, di organizzazione dell’attività di sorveglianza attiva effettuata a cura dei Dipartimenti di Prevenzione in collaborazione con i medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e medici di

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS DECRETO RILANCIO ART. 22 MISURE FUNZIONALITA' FORZE ARMATE OPERAZIONE STRADE SICURE

CORSERA CORONAVIRUS DECRETO RILANCIO ART. 22 MISURE FUNZIONALITA' FORZE ARMATE OPERAZIONE STRADE SICURE

14 Maggio 2020

ROMA 14 MAGGIO 2020 CORSERA.IT 

Misure per la funzionalità delle Forze armate - Operazione “Strade sicure” 

«1. Al fine di garantire e sostenere la prosecuzione, da parte delle Forze armate, dello svolgimento dei maggiori compiti connessi al contenimento della diffusione del COVID-19 fino alla data di cessazione dello stato di emergenza deliberato dal Consiglio dei ministri il 31 gennaio 2020, si dispone che: a) l’incremento delle 253 unità di personale di cui all’articolo 74, comma 01, del decretolegge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, è ulteriormente prorogato fino al 31 luglio 2020; b) l’intero contingente di cui all’articolo 74-ter, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, è integrato di ulteriori 500 unità dalla data di effettivo impiego fino al 31 luglio 2020. 2. Allo scopo di soddisfare le esigenze di cui al comma 1, è autorizzata per l’anno 2020 l’ulteriore spesa complessiva di euro 9.404.210, di cui euro 5.154.191 per il pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario ed euro 4.250.019 per gli altri oneri connessi all’impiego del personale. 3. Alla copertura degli oneri di cui al presente articolo si provvede … .». Relazione illustrativa L’intervento regolatorio permette di: − prorogare fino al termine dello stato di emergenza deliberato dal Consiglio dei Ministri in data 31 gennaio 2020, l’impiego del contingente incrementale di 253 unità di cui all’articolo 74, comma 01, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27. Tale contingente, infatti, fin dall’insorgere dell’emergenza epidemiologica è stato affiancato al “tradizionale” dispositivo di 7.050 unità e posto a disposizione dei Prefetti in ragione delle incrementate esigenze di sostegno alle Forze di polizia nell’ambito delle attività di contrasto alla diffusione del COVID-19, ed è, allo stato, previsto e finanziato fino al 14 giugno p.v., in ragione di quanto stabilito all’articolo 74-ter, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27; − integrare, a decorrere dalla data di effettivo impiego e fino al termine dello stato di emergenza (31 luglio 2020), con ulteriori 500 unità – che si affiancano, quindi, alle 7.303 (7.050 + 253) già autorizzate, il dispositivo delle Forze armate a disposizione dei Prefetti, in ragione delle incrementate esigenze di sostegno alle Forze di polizia nell’ambito delle attività finalizzate ad assicurare il rispetto delle misure di contenimento della diffusione del COVID-19; − finanziare gli oneri connessi.

Leggi la notizia
CORSERA NEWS FRIULI BATTAGLIA PER LA RIAPERTURA. MASSIMILIANO FEDRIGA SFIDA FUORI LEGGE

CORSERA NEWS FRIULI BATTAGLIA PER LA RIAPERTURA. MASSIMILIANO FEDRIGA SFIDA FUORI LEGGE

08 Maggio 2020

TRIESTE 8 MAGGIO 2020 CORSERA.IT by dr.MATTEO CORSINI (info@corsera.it)

Emergenza coronavirus, ma gli italiani non erano tutti compatti e solidali? Nella Fase 2, quella definita della ripartenza , le cose pare non siano esattamente così. La polemica politica ridisegna il passo delle vicende amministrative delle regioni. Il presidente del Friuli Venezia Giulia cerca di affrancarsi dalle disposizioni governative, e impone la sua linea, la spaccatura del fronte statalista : "Andrò alla Conferenza delle Regioni e porterò la posizione della Regione Friuli Venezia Giulia, ovvero la riapertura l'11 maggio", con il rispetto di tutti i protocolli nazionali per la sicurezza, "del commercio e il 18 maggio delle restanti attività, come i servizi alla persona, se servono ulteriori approfondimenti". Lo ha detto il presidente del Fvg, Massimiliano Fedriga. "Si tratta di una proposta di buon senso - ha spiegato - la riapertura non può essere uno scontro tra istituzioni ma una collaborazione". Per Fedriga, la proposta "non vuole essere provocatoria, ma responsabile". "Il mio scopo - ha aggiunto durante una conferenza stampa a Trieste - è dare risposte, non voglio andare allo scontro, ma trovare soluzioni". Rispondendo poi a una domanda sulla possibilità di riapertura dei centri commerciali, ha precisato: "Se ci sono delle regole chi le rispetta può aprire, si dovrà organizzare in modo differenziato rispetto alla tipologia" dell'attività.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS RIAPERTURA 4 MAGGIO 2020 LE NUOVE DISPOSIZIONI

CORSERA CORONAVIRUS RIAPERTURA 4 MAGGIO 2020 LE NUOVE DISPOSIZIONI

26 Aprile 2020

Dal 4 maggio ci si potrà muovere per andare a trovare i propri parenti, ma con le mascherine. E' questa una delle principali novità contenute nel nuovo dpcm illustrato dal premier Giuseppe Conte, nella conferenza in cui ha illustrato la fase 2 dell'emergenza coronavirus.  La 'fase due' - ha detto -"non è un liberi tutti. Ci sarà comunque sempre bisogno di un motivo di spostarsi" e quindi "dell'autocertificazione", ha detto il premier che ha insistito sul distanziamento sociale, aggiungendo che chi ha la febbre dovrà restare a casa.

Sempre dal 4 maggio potrà rientrare nei luoghi di domicilio o di residenza chi è rimasto bloccato dal 'lockdown'. "Saranno consentiti gli allenamenti ma senza alcun assembramento e a porte chiuse".  "Sin qui - ha precisato Conte - era possibile svolgere una attività motoria e sportiva nei pressi delle abitazioni, ora ci si potrà allontanare ma rispettando la distanza di due metri". Dal 18 maggio "permetteremo il via libera agli allentamenti" per quanto riguarda le società sportive e lo sport non a livello individuale". 

Via libera dal 4 maggio "sulle attività produttive abbiamo operato una svolta, sarà aperta tutta la manifattura, le costruzioni e il commercio all'ingrosso funzionale alla manifattura e costruzioni, sempre rispettando i protocolli di sicurezza sui luoghi di lavoro". Poi ha aggiunto: "Abbiamo già un indirizzo chiaro del governo, il 18 maggio abbiamo in programma una riapertura anche del commercio al dettaglio e alle costruzioni".

Il 27 riapriranno solo le aziende strategiche e l'edilizia pubblica. La ristorazione lavorerà solo attraverso il servizio d'asporto, "bisognerà mettersi in fila e si entrerà uno alla volta e il cibo si consumerà non nel posto di ristoro". Mentre "il 1 giugno - ha spiegato Conte - vorremo riaprire i ristoranti, i bar, i centri estetici e i parrucchieri"

 Dal 18 maggio riapriranno musei, mostre e luoghi culturali non ancora chiusi. 

Ancora non saranno possibili le celebrazioni religiose ma ci sarà la possibilità di celebrare i funerali alla presenza al massimo di 15 persone.

Quanto alle scuole,  "rimarranno chiuse fino alla fine dell'anno scolastico. C'è il rischio di scatenare una nuova curva di contagio", ha detto il premier, aggiungendo che: "Il governo ha assunto un impegno ben preciso per una situazione che si trascina da anni, far svolgere i concorsi per assumere 24mila insegnanti precari e 36mila giovani aspiranti. Noi siamo convinti che sia importante portare a termine questo impegno per potenziare l'offerta didattica". Al riguardo "c'è qualche dubbio ma io invito a non perdere questa occasione". 

 

 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS GIUSEPPE CONTE BUFALA EUROBOND  LOCK-DOWN FINO AL 3 MAGGIO. PATRIMONIALE E RISCHIO IMPENNATA INFLAZIONE. ELENCO DELLE ATTIVITA' CHE POTRANNO RIAPRIRE

CORSERA CORONAVIRUS GIUSEPPE CONTE BUFALA EUROBOND LOCK-DOWN FINO AL 3 MAGGIO. PATRIMONIALE E RISCHIO IMPENNATA INFLAZIONE. ELENCO DELLE ATTIVITA' CHE POTRANNO RIAPRIRE

10 Aprile 2020

ROMA 10 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright 2020

Il premier Giuseppe Conte, ha presieduto la conferenza stampa del 10 aprile 2020. Lock-down fino al 3 maggio, altre 3 settimane di tortura. Molte attività potrano comunque riaprire. I soldi ottenuti dall'Unione Europea sono molti, ma saranno soldi da restituire. La leva che si intende esercitare sarà da 1 a 200 o da 1 a 30. Non si capisce bene. Il PD lancia sul tavolo anche l'idea di una patrimoniale per i redditi superiori a 80 mila euro. L'inflazione si impennerà oltre il 5% per i prodotti al consumo (ne parliamo adesso con un altro articolo). Il premier italiano promette che si batterà per arrivare a concordare un piano per gli eurobond, ma sa di mentire, messo anche sotto torchio dall'opposizione, che sostiene Gualtieri abbia firmato l'accordo per il MES.Non ci vedo chiaro, sembra la solita frittata all'italiana. Noi dovremo rimboccarci le maniche, versare i soldi della patrimoniale e sperare che qualcuno di noi riceva i finanziamenti da restituire in 6 anni. Ci indebiteremo ancora per uscire dalla crisi. Ho questa idea ma aspetto anche da voi lettori una vostra opinione. 

CorSera.it Copyright 

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS ROBERTO SPERANZA, LA STRAGE DEGLI INNOCENTI. COVID-19 28 GENNAIO 2020 INTERROGAZIONE SEN. ENRICO AIMI

CORSERA CORONAVIRUS ROBERTO SPERANZA, LA STRAGE DEGLI INNOCENTI. COVID-19 28 GENNAIO 2020 INTERROGAZIONE SEN. ENRICO AIMI

06 Aprile 2020

ROMA 6 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright 2020 

(Nella fotorgafia Sen. Enrico Aimi ) 

La pandemia da Covid-19 si è sviluppata da un focolaio cinese, forse nella foresta vicino Wuhan, trasmessa da un morso di pipistrello ad un essere umano. Lo definiscono il salto di specie, spillover, in inglese. Nel giro di qualche settimana, ha costretto il governo di Pechino, al fine di contenerne la minaccia, a dare il via al più grande cordone sanitario che la storia conosca, ingabbiando nelle loro case 60 milioni di cittadini cinesi, in un confine a metà tra finzione e realtà, degno della penna del migliore sceneggiatore hollywoodiano. Nel giro di pochi giorni, le immagini sconvolgenti dei cinesi costretti in casa per la quarantena, le drammatiche e surreali sequenze dalle città deserte, echeggianti  canti e cori disumani dai grattacieli illuminati, si diffondevano in mondo visione, lasciando i popoli della Terra esterrefatti, increduli, come fosse venuto giù il diluvio universale, le astronavi aliene di Indipendece day. Quelle immagini impressionanti,  non lasciavano adito a ....

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS GIUSEPPE CONTE BAZOOKA DA 400 MILIARDI. LUNA PIENA D'AMORE CON IL POPOLO ITALIANO. DPCM ITALIA SALVA IMPRESE

CORSERA CORONAVIRUS GIUSEPPE CONTE BAZOOKA DA 400 MILIARDI. LUNA PIENA D'AMORE CON IL POPOLO ITALIANO. DPCM ITALIA SALVA IMPRESE

06 Aprile 2020

ROMA 6 APRILE 2020 CORSERA.IT 

CorSera.it Copyright

aggiornamento in diretta ....

Finalmente è arrivato il bazooka da 400 miliardi nel DPCM salva imprese . Coì Giuseppe Conte nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi, insieme al miistro dell'economia Gualtieri, la ministra dell'istruzione Lucia Azzolina...sempre seducente, capelli neri corvini sul volto, labbra rosso fuoco. E' una luna piena d'amore con il popolo italiano. Giuseppe Conte ha vinto su tutta la linea, ha convinto l'Europa, e ha messo in campo una

Leggi la notizia
CORSERA CORONOAVIRUS 756 MORTI CONTINUA LA STRAGE DEL POPOLO ITALIANO. BOLLETTINO 29 MARZO 2020 IL COVID-19 FLAGELLA L'ITALIA

CORSERA CORONOAVIRUS 756 MORTI CONTINUA LA STRAGE DEL POPOLO ITALIANO. BOLLETTINO 29 MARZO 2020 IL COVID-19 FLAGELLA L'ITALIA

29 Marzo 2020

ROMA 29 MARZO 2020 CORSERA.IT 

Bollettino Protezione civile 756 morti, sta parlando Borrelli. Purtroppo la pandemia non si placa. 

Prima di Borrelli ha parlato anche Garella, molte chiacchiere, due consulenti per spiegare i numeri, ma la realtà e che siamo nel pieno della bufera con altri 1500 positivi soltanto nella Regione Lombardia. C'è qualcosa che non funziona, di questo passo, alle fine di Aprile sarà ancora così. Un bollettino di guerra estenuante, che diventa un incubo. E' una guerra contro un nemico che non si può combattere viso a viso, ma da cui ci dobbiamo sottrarre. L'idea di stare chiusi in casa come dei conigli, davvero mette l'angoscia. Ma dobbiamo resistere, siamo in trincea, prima o poi, finirà. Ma quando ?

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS QUARANTENA SENZA FINE?  LE REGOLE PER FARE LA SPESA, DISPOSITIVI E INDUMENTI DI PROTEZIONE

CORSERA CORONAVIRUS QUARANTENA SENZA FINE? LE REGOLE PER FARE LA SPESA, DISPOSITIVI E INDUMENTI DI PROTEZIONE

25 Marzo 2020

ROMA 25 MARZO 2020 CORSERA.IT by dr.Matteo Corsini 

CorSera.it Copyright Pianeta Terra, pandemia da Covid-19. I cinesi usciranno dalla qurantena imposta dallo Stato intorno all' 8 di aprile, dopo circa tre mesi. Noi italiani, siamo il fronte avanzato in Europa, e ci siamo dentro da appena due settimane. Non possiamo tornare indietro, non possiamo forzare i vincoli benefici di questo accordo sociale.Ma oggi ci domandiamo, che cosa avrebbe potuto fare di più l'Italia per arginare la trasmissione del Coronavirus? La domanda che ci facciamo è lecita, perchè gli standard igienici sanitari italiani sono di gran lunga superiore a quelli cinesi. Per aggirare l'invisibile untore della malattia, ovvero il positivo asintomatico, dobbiamo prendere le distanze dagli altri consociati, anche dai famigliari che non vivono con noi. Questo è un bene, chiarissimo, intellegibile.

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS L'ITALIA SERRANDE CHIUSE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE. SI INASPRISCONO LE MISURE DEL GOVERNO

CORSERA CORONAVIRUS L'ITALIA SERRANDE CHIUSE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE. SI INASPRISCONO LE MISURE DEL GOVERNO

21 Marzo 2020

ROMA 21 MARZO 2020 CORSERA.ITIN LOMBARDIA CONTINUA LA STRADA E IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE OGGI POMERIGGIO, DIRAMATO ALLE ORE 18.12, FACEVA PRESAGIRE UN CAMBIO DI ROTTA IN SENO ALL'ESECUTIVO. QUELLO CHE STIAMO FRONTEGGIANDO NON E' UN SEMPLICE VIRUS DI UN PIPSTRELLO MA QUALCOSA CHE VA ALDILA' DELLA COMPRENSIONE DEGLI SCIENZIATI, FORSE E' UNA CONNESSIONE DI QUALCOSA CHE SI è IMPLEMENTATO PASSANDO IN QUALCHE LABORATORIO SCIENTIFICO MILITARE O BATTERIOLOGICO, POI HA PRESO VIGORE, E' SCESO NEL CORPO DEGLI UOMINI E POI HA COMINCIATO A GIRARE PER IL MONDO E FORSE AD OGNI TAPPA, CREANDO NUOVI CEPPI SI INCATTIVISCE SEMPRE DI PIU' .

Leggi la notizia
CORSERA CORONAVIRUS GENOCIDIO GRAVI OMISSIONI  MINISTRO ROBERTO SPERANZA, L'ITALIA SULL'ORLO DEL BARATRO

CORSERA CORONAVIRUS GENOCIDIO GRAVI OMISSIONI MINISTRO ROBERTO SPERANZA, L'ITALIA SULL'ORLO DEL BARATRO

20 Marzo 2020

MILANO 20 MARZO 2020 CORSERA.IT BY ALAN PARKER nostro corrispondente ai confini del mondo conosciuto 

Corsera.it Copyright 2020 

(redazione mobile 335291766 ) Coronavirus ormai è un genocidio tra Bergamo e Brescia, enclavi autoctone di popolazioni rurali e semirurali. L'Italia è flagellata come nel corso della Morte Nera del 1330, la struttura amministrativa dello Stato italiano è stata presa contropiede, ma per acclarata incapacità del ministro della Salute Roberto Speranza e dell'intero Consiglio dei Ministri.

Leggi la notizia
CorSera Vittorio Feltri allibito dopo il voto in Senato:

CorSera Vittorio Feltri allibito dopo il voto in Senato: "Hanno vinto gli imbroglioni"

14 Agosto 2019

Roma 14 agosto 2019 CorSera.it  Vittorio Feltri addita pubblicamente quelli che sconod lui sono " gli imbroglioni " , ovvero i parlamentari del PD che hanno votato compatti con quelli del Movimento Cinque Stelle , per respingere la sfiducia presentata da Matteo Salvini al Governo. Il leader leghista ha forse commesso un errore strategico, convinto che il richiamo alle elezioni anticipate, avrebbe risucchiato verso di se i vecchi alleati. Appare evidente che all'interno di Forza Italia, esiste una frangia di oppositori a Matteo Salvini, un drappello di audaci,che ha tutte le intezioni di fargliela pagare,per essere stato scaricato. "Mai rimescolare le carte, con chi hai fregato una volta". Questo ci dice l'esperienza. Matteo Salvini è caduto nel tranello dei forzisti, forse dello stesso Silvio Berlusconi. Il leader leghista è al centro di una congiura politica di ampio respiro,tutti vogliono azzopparlo, toglierlo di mezzo, con qualsiasi misura. Il suo primo nemico è il re del Bunga Bunga, al secolo Alibabà coni i suoi 40 predoni del deserto, i peones, gli sconfitti, che si agitano dietro la coda del Pavone di Arcore e cercano un pò di gloria, come l'Oca Bernini, improbabile portavoce di un partito del popolo. (CorSera.it)

Nessuna speranza. Vittorio Feltri assiste sconsolato al dibattito in Senato sulla calendarizzazione della sfiducia al premier Giuseppe Conte. Per molti quelle di martedì sera erano le prove generali della nascita di una nuova maggioranzaPd-M5s e alla fine è andata proprio così: si voterà il 20 agosto, contro la volontà di LegaFratelli d'Italia e Forza Italia

Leggi la notizia
CorSera Crisi di governo, giornata decisiva sui tempi.  Casellati: «Senza unanimità decide l’Aula»

CorSera Crisi di governo, giornata decisiva sui tempi. Casellati: «Senza unanimità decide l’Aula»

12 Agosto 2019

Roma 12 agosto 2019 CorSera.it Free! La crisi in diretta sulla versione gratuita del CorSera. 

Nel pomeriggio la conferenza dei capigruppo in Senato deciderà tempi e modalità del dibattito sulle mozioni di sfiducia. In mattinata si riuniranno i gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle, Lega e Partito Democratico

Leggi la notizia
CORSERA GRI SUMMIT, MATTEO CORSINI : UN CONSORZIO DA CENTO MILIARDI  DEDICATO ALL'APERTURA DI 150 ISLAND CASINO & LUXURY RESORT

CORSERA GRI SUMMIT, MATTEO CORSINI : UN CONSORZIO DA CENTO MILIARDI DEDICATO ALL'APERTURA DI 150 ISLAND CASINO & LUXURY RESORT

08 Giugno 2018

Milano 8 Giugno 2018 GRI SUMMIT si è aperta oggi la rassegna internazionale del settore immobiliare italiano. Roma Milano , dove si deve investire. 

Intervistiamo Matteo Corsini presidente del fondo Global capital .

"Siamo difronte a grandi prospettive, perchè Luigi di Maio e Matteo Salvini stanno facendo un bel lavoro e non tradiranno le aspettative degli italiani. Per spingere il turismo di elite in Italia c'e' bisogno di rinnovare l'offerta turistica, che noi vediamo concentrata nelle Island Casino con servizi alberghieri avveniristici. Ci piacerebbe aprire il primo Island Casino a Genova, con un investimento di circa 400 milioni, che si potrebbe legare anche all'Acquario. La bellezza della costa ligure, con Portofino in testa, dovrebbe rivaleggiare con Montecarlo e Cannes. Ci sarebbero circa 2000 nuovi addetti e nell'indotto aereoportuale e turistico, circa 15 mila persone. "

"Che cosa sono le ISLAND CASINO & RESORT ? " 

" Il concept nasce a Dubai con le Palm Island, ma era una vecchia idea di Donald Trump , per rinnovare l'offerta dei Casino della costa atlantica. Purtoppo le condizioni atmosferiche in quella parte del mondo non sono le migliori, ma in Italia, ci sono zone esclusive, molto riparate dalle intemperie, che si adatterebbero benissimo a queste isole del  Paradiso del gioco d' azzardo, vera grande attrattiva dei ricchi di tutto il mondo. Isole che dovrebbero essere facilmente raggiungibili con le imbarcazioni , come degli atolli vicino alle coste . Sarebbe bello aprire un ISLAND CASINO & LUXURY RESORT difronte a Fregene a Roma, con accesso diretto dalla spiaggia e dal mare. la vicinanza dell'aereoporto consentirebbe l'accesso ad una clientela di fascia superiore , quelli che dispongono di jet personali . Un giro d'affari per circa 2  miliardi di euro all'anno, per circa 9000 addetti , tra dipendenti diretti e nell'indotto aereoportuale e turistico. La tenuta di Maccarese, di proprietà dei Benetton, si presterebbe a questa nuova iniziativa. "

"Quale vantaggi avrebbe il nostro paese? "

" L'apertura di 150 ISLAND CASINO & LUXURY RESORT per un investimento di circa 30 miliardi di euro , potrebbe generare un giro d'affari di circa 75 miliardi annui e dalle imposte, ricavare denaro per il reddito di cittadinanza e flax tax. "

"Sembra un'idea semplice da realizzare e molto lucrosa. "

" Daremmo da lavorare  circa 250 mila persone e il giro d'affari è talmente elevato da produrre tasse per coprire un'intera manovra finanziaria. In  Italia abbiamo bisongo di idee semplici, che possano attrarre gli investitori stranieri "

"Chi vedrebbe a capo del consorzio delle ISLANd CASINO MADE IN ITALY? "

" Che domanda, il numero uno degli italiani nel mondo: Flavio Briatore " 

 

corsinicase@gmail.com 

Leggi la notizia
Luigi Di Maio :

Luigi Di Maio :

24 Marzo 2018

Poche ore dopo l'annuncio di Matteo Salvini di far convergere i voti della Lega su un candidato diverso rispetto a Paolo Romani scatenando la dura reazione di Silvio Berlusconi, Luigi Di Maio apre alla possibilità di un'intesa con il leader del Carroccio.

"Per la Presidenza del Senato siamo disponibili a sostenere Anna Maria Bernini o un profilo simile", ha scritto il capo politico del Movimento Cinque Stelle sui suoi account social.

Leggi la notizia
Migranti IUS SOLI Conferenza dei paesi del Mediterraneo Abdelhamid Senouci Bereksi

Migranti IUS SOLI Conferenza dei paesi del Mediterraneo Abdelhamid Senouci Bereksi "l'Algeria assolve pienamente la sua responsabilità nella lotta contro l’immigrazione illegale"

27 Settembre 2017

1° CONFERENZA MULTILATERALE DEI PAESI MEDITERRANEI

SUL FENOMENO MIGRATORIO

Università Guglielmo MARCONI, Roma,  27-30 Settembre 2017

Cari colleghi e care Colleghe, Signore e Signori Ambasciatori,

- Onorevole pubblico,

Innanzitutto, vorrei ringraziare il Rettorato dell'Università degli Studi Guglielmo MARCONI, in particolare l'Onorevole Professore Massimiliano BARBERINI, per la scelta del tema di questa importante conferenza nonché per il suo invito.

In effetti, il fenomeno migratorio è una priorità per l'intera comunità internazionale e, richiede anche la mobilitazione delle istituzioni universitarie sole al di là di ogni altra considerazione, che possono portare, in uno spirito scientifico illuminato, il loro contributo allo studio delle cause profonde di questo fenomeno e delle sue conseguenze politiche, economiche e sociali positive e/o negative sia per i paesi di destinazione che per i paesi di origine e di transito.

Leggi la notizia
Presidenza del Consiglio Conferenza Migranti Mediterraneo,Paolo Gentiloni ringraziamo il professor Massimiliano Barberini per gli sforzi compiuti e il successo della manifestazione

Presidenza del Consiglio Conferenza Migranti Mediterraneo,Paolo Gentiloni ringraziamo il professor Massimiliano Barberini per gli sforzi compiuti e il successo della manifestazione

25 Settembre 2017

Roma 25 Settembre 2017 .1° Conferenza multilaterale dei paesi del Mediterraneo sul fenomeno dell'immigrazione 27/28 Settembre del 2017 ore 9.00 18.00 Sala Vittoria Colonna Università degli Studi Guglielmo Marconi Roma.

Questa mattina il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha provveduto ad inoltrare al professor Avvocato Massimiliano Barberini un personale augurio per l'inaugurazione della Conferenza  a cui perteciperanno le rappresentanze diplomatiche dei 92 paesi accreditati presso lo Stato Italiano,la presidenza del CONI,la CGIL,la CISL,la UIL,la Coldiretti,INPS ,INAIL .Nel corso della cerimonia inaugurale parleranno l'On.Stefano Fassina,il neo presidente del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Roma Mauro Vaglio. La Conferenza è incentrata sulle problematiche del fenomeno dell'immigrazione ma sopratutto sulle soluzioni da adottare nel prossimo futuro.

per accrediti alla conferenza inviare mail con nome e cognome a press27office@gmail.com

Leggi la notizia
 Conferenza multilaterale paesi del Mediterraneo

Conferenza multilaterale paesi del Mediterraneo

23 Settembre 2017

Roma 23 Settembre 2017.Si apre a Roma il 27 e 28 Settembre la 1° Conferenza multilaterale dei paesi del Mediterraneo sul fenomeno dell'immigrazione che si terrà presso la Sala Vittoria di Palazzo Odescalchi dell'Università degli Studi Guglielmo Marconi.La Conferenza arriva subito dopo l'udienza che il Papa ha concesso ai direttori degli Uffici pastorali per la migrazione nel mondo. Il Professor Massimiliano Barberini,docente della prima cattedra sui diritti dell'immigrazione in Italia si mostra molto sodisfatto. "Siamo contenti della partecipazione della Santa Sede,siamo lieti che lo stesso Cardinal Ravasi abbia profuso parole di benedizioni per la nostra Conferenza e credo che sarà per tutti una grande occasione per confrontarci a livello internazionale con la speranza di trovare nuove soluzioni per milioni di persone in difficoltà."

Bergoglio riceve in udienza i direttori degli Uffici della pastorale per le migrazioni e si dice preoccupato per i sentimenti di intolleranza e xenofobia diffusi anche tra i cattolici e giustificati, spiega, «da un non meglio specificato “dovere morale” di conservare l’identità culturale e religiosa originaria»

Leggi la notizia
Elezioni amministrative comunali 2017 exit poll crolla il Partito Democratico di Matteo Renzi,Matteo Salvini oltre il 15% ,stravince il Movimento 5 Stelle con oltre il 35% dei consensi

Elezioni amministrative comunali 2017 exit poll crolla il Partito Democratico di Matteo Renzi,Matteo Salvini oltre il 15% ,stravince il Movimento 5 Stelle con oltre il 35% dei consensi

11 Giugno 2017 Roma elezioni amministrative 2017 exit poll during vote.Gli exit poll effettuati dal Corsera sugli elettori all'uscita dalle urne,parlano di una fortissima affermazione della Lega di Matteo Salvini oltre il 15% ,ma i vincitori sono quelli del Movimento 5 Stelle ben oltre i 30%.Crolla il Partito Democratico di Matteo Renzi che scende sotto il 22% dei consensi elettorali.Scompare Forza Italia ancorata all'8%.Il partito di Angelino Alfano Alternativa popolare sotto la soglia del 3%.Vedremo nelle prossime ore, con i primi dati ufficiali, se questa prima analisi degli exit poll sarà confermata. Leggi la notizia