HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • Calcio
  • CONFEDERATIONS CUP .SENZA ALESSANDRO DEL PIERO ITALIA UNA SQUADRA DI LUCCIOLE E LANTERNE....

CONFEDERATIONS CUP .SENZA ALESSANDRO DEL PIERO ITALIA UNA SQUADRA DI LUCCIOLE E LANTERNE.

Johannesburg 19 Giugno 2009(Corsera.it)

Marcello Lippi ieri sera aveva perso la beatitudine del volto e appariva incanutito,più Paul Newman ultimi film che George Clooney Nespresso.Un ritratto di un sosia che ammirava la palla andarsene ovunque,tranne che in porta.La sua squadra affaticata inseguiva lucciole per lanterne.Tony pezzo di legno in cerca dell'incornata giusta sembrava un bufalo con la diarrea,e il piccolo Rossi che aveva incantato nella sfida contro l'America un bufalino senza corna.Rino Gattuso ha stonato tutta la serata,un ritratto del cinghiale sempre arrapato in mezzo al campo di pallone.Gli è rimasto il cuore ma non le gambe.Buffon stordito dall'incornata dei Faraoni è ...

...avvizito anche lui,un dracula redivivo e senza speranza di tornare nell'Olimpo dei sogni di gloria.Il campionato del mondo di quattro anni fa appare lontano e non basta Iaquinta,la sua generosità dozzinale a farlo campione.De Rossi mugugna in mezzo al campo,come imbastardito dalle sconfitte della Roma,tira a vanvera e dove gli capita,aggredito dai Faraoni che gli piombano addosso da tutte le parti,sembrano api impazzite.Per non parlare di Pirlo che su quattro punizioni,la migliore ha sfiorato Marte e poi la Luna.Una mitica pippa in mutande di calcestruzzo.Monteolivo o come si chiama ha sbagliato una botta secca,un rigore a porta vuota,forse rattrappito dalla paura.

Quella di ieri sera è una mezza squadretta di pippe,che va rivista quasi del tutto,richiamando forse alla svelta un certo Alex Del Piero e un certo Cassano.Marcello Lippi sigla con questa avventura Suafricana la fine della sua carriera di allenatore.Il Brasile ci farà a pezzi domenica.Si cambia giostra.

JOHANNESBURG (SUD AFRICA) - Italia battuta dall'Egitto per 1-0 e qualificazione alle semifinali di Confederations cup ormai appesa ad un filo. Sarà decisiva l'ultima giornata con l'Italia che affronterà il Brasile, che è già in semifinale e l'Egitto che se la vedrà con gli Stati Uniti. Partita da dimenticare per gli azzurri che subiscono la rete decisiva alla fine del primo tempo e poi sprecano almeno 3 nitide palle-gol nella ripresa.

 

LA GARA - Un gol di Homos condanna l'Italia ad una sconfitta storica contro l'Egitto. Lippi ritrova Cannavaro e cambia il tridente anti-Usa per due terzi: fuori Gilardino e Camoranesi, dentro Iaquinta e Rossi. Ritmi bassi, gli africani si chiudono bene e l'Italia è costretta a provarci dalla distanza con Rossi e Iaquinta, ma nel finale di tempo l'Egitto comincia ad alzare il proprio baricentro mettendo in difficoltà gli azzurri. Al 39' un destro di Rabbou costringe Buffon in angolo. Sul corner successivo Homos viebe abbandonato dai difensori azzurri e, di testa, batte il portiere della Juve firmando l'1-0 con cui si chiude il primo tempo. Nella ripresa sembra buono l'impatto con la gara degli azzurri, ma la difesa egiziana rischia soltanto al 9' quando su un lancio di Quagliarella, Iaquinta aggancia a due passi da El Hadary e tira. ma non riesce a superarlo. L'Italia fatica a costruire, Lippi inserisce prima Montolivo e Toni, poi Pepe. Al 18' gran punizione di Pirlo, palla fuori di un soffio. Negli ultimi 25 minuti l'Italia crea, ma El Hadary per due volte nega il gol a Iaquinta che salva anche sul piatto destro di Montolivo. All'86' tiro-cross di Iaquinta che si stampa sulla traversa. Inutile l'assalto finale degli azzurri. Finisce 1-0 per l'Egitto


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.