Venerdi' 24 Settembre 2021
HOTLINE: +39 335 291 766

CRISI : BERLUSCONI LA RICETTA ALLA CARBONARA.

Roma 9.12.08(corsera.it)

Il governo guidato da Prodi e dal ministro dell’economia Ciampi, in carica nel 1996, riuscì con un enorme sforzo, pochi gli davano credito, a portare il disavanzo pubblico al di sotto del fatidico 3% conseguendo l’ammissione dell’Italia all’Europa della moneta unica. Un grande successo che diede stabilità al sistema monetario italiano  eliminando il rischio di cambio. Chi è oggi fuori dell’euro in questo momento di crisi soffre la svalutazione della moneta. Gli italiani e il governo attualmente in carica devono essere grati a Prodi e  Ciampi se l’Italia della lira non sia stata  spazzata via. Padri della Patria.

 

 Tremonti aveva già sforato il deficit al di sopra del  fatidico 3% nel precedente governo Berlusconi ricevendo i complimenti della commissione europea con una procedura d’infrazione. Prodi e Padoa Schioppa, ministro dell’economia, alla guida del nuovo governo , caduto quello di Berlusconi, con una pesante manovra finanziaria di 40 miliardi di euro, riuscirono a portare il disavanzo pubblico nuovamente al di sotto del 3% facendo rientrare la procedura d’infrazione. Le cose stanno così. Berlusconi ha definito patrioti i componenti del consiglio di amministrazione della Compagnia aerea italiana che ha rilevato la ex Alitalia, lasciando  a Tremonti l’onere di pagare i debiti pregressi del vettore nazionale. Di italiano rimarrà ben poco non appena entrerà nel capitale della Compagnia di Colaninno Air France  o  Lufthansa. Non vedo l’afflato patriottico in stile carbonaro, semmai in stile alla carbonara, di difesa della italianità. L’interesse dei partecipanti all’impresa fare salotto buono con Berlusconi. Costui , e dobbiamo dargli atto della sua genialità nel presentare la sua immagine al pubblico e ai suoi elettori, ha avuto l’idea, in tempo di crisi economica, di rifarsi a Mike Buongiorno, senatore a vita in pectore, quando apparendo in TV nei suoi spettacoli esordiva con un enfatico Allegria , Allegria, spandendo una ventata di sano ottimismo nel pubblico degli ascoltatori. Così Berlusconi sta usando lo stesso espediente con le parole Ottimismo, Ottimismo traslate da Allegria, Allegria. Mi domando che effetto faccia sugli italiani che hanno perso il lavoro, sono in cassa integrazione, lavorano in modo precario, si indebitano, oppressi dalla rate dei mutui, e sulle povere vedove dei morti ammazzati sul lavoro, l’ottimismo berlusconiano. Comprate i regali per le feste di Natale, investite i risparmi nei bot, consumate, entrate nei negozi e acquistate, pagate a rate, giocate al lotto. Fate come me che sorrido sempre alla vita. L’elogio della ricchezza sommersa già esclamato durante il suo precedente governo.Evasione fiscale, elusione, erosione, lavorare in nero.Tremonti come reagisce? Se è vero che la ricchezza sommersa cresce in ragione della durata e dell’ampiezza della crisi, il ministro dell’economia potrebbe approfittarne. Minori entrate compensate da minori spese in una situazione di stagnazione tecnica, come è stata definita. Per quale motivo premere sul disavanzo? Gli italiani campano lo stesso e forse meglio con le risorse della ricchezza sommersa. Per i poveri, quelli che non hanno lavoro, che non producono in nero che aggirano il sistema fiscale, e vivono di modeste pensioni, la soluzione geniale è la Card, un’idea da azzeccagarbugli, la pezza al culo. Allegria, Allegria. Non si vive di solo pane, ma  anche di un sano ottimismo. Come far fronte all’impegno di spesa per la Card? Un’altra idea da azzeccagarbugli di manzoniana memoria. Mettere le mani sui c/c dormienti, circa 800 milioni di euro, per tamponare anche i debiti nei confronti dei piccoli azionisti di Alitalia gabbati da Berlusconi. Cala il prezzo del petrolio, cala il costo del denaro, cala la produzione, calano i consumi, aumenta il tasso di disoccupazione e dell’indebitamento delle famiglie, cala l’inflazione, stagna la produzione. Allegria, Allegria.

Renato Corsini.

 


Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.