Martedi' 28 Maggio 2024
HOTLINE: +39 335 291 766
  • Home
  • News Italia
  • CONSULTA LODO ALFANO.SILVIO BERLUSCONI CONTRO TUTTI QUANDO IL GIOCO SI FA PERICOLOSO....

CONSULTA LODO ALFANO.SILVIO BERLUSCONI CONTRO TUTTI QUANDO IL GIOCO SI FA PERICOLOSO.

Roma 8 10 2009 (Corsera.it)

Silvio Berlusconi contro tutti.Da predatore è diventato preda.Ghigliottinato dalla Consulta che stronca il Lodo Alfano,adesso il suo futuro è diviso tra gli attacchi esterni e quelli che dovrà curare all'interno della sua stessa maggioranza,perchè è ormai evidente che la fronda degli alleati si muove trasversalmente,ondeggia,e' quasi un ....

.....sisma.Si lascia che il terreno frani sotto i piedi,quasi un paradigma della disastrata situazione idrogeologica del nostro paese.Chi di spada ferisce di spada perisce.Il Ministro Alfano è caduto nel tranello della sinistra,almeno di quello che appare agli occhi dei suoi leaders come un complotto,ordito dalle massime autorità dello Stato,Presidente della Repubblica compreso.Ogni baluginio,ogni effetto,tutti i riflessi sono la forma angosciante dello psicodramma italiano,la caduta dell'Imperatore,colui che per lunghissimi anni ha governato il paese.Nessuno crede che Silvio Berlusconi possa rimandare la decisione di dimettersi,perchè l'altra alternativa è una lunga agonia della sua vita politica.Alla congiura dei Cesari,Silvio berlusconi ha deciso di rispondre con fermezza ,anzi con la forza.Le parole veementi di Maurizio Gasparri incidono il disco in questa direzione,confortato anche dall'atteggiamento di Umberto Bossi che forse deciderà per una grandiosa anifestazione di protesta.Lega Nord e nostalgici fascisti predominano in questo scenario da incubo,dove il predatore ferito,barrisce,urla,si rivolta nella buca scavata per seppellircelo dentro.Una fine infausta,tremenda,che avrà risonanze anche a livello Europeo e forse anche internazinale.Quale sarà infatti il comportamento delle massime autorità degli altri paesi,quando riprenderanno i processi contro Silvio Berlusconi?

 

Altra Fonte il Corriere della Sera. ROMA - Berlusconi, dopo una delle giornate più difficili della sua carriera politica, rimessa in discussione dalla bocciatura della Consulta del Lodo Alfano, riparte alla carica di buon mattino, con un'intervista al Gr1. Il tono è ormai quello della sfida aperta: «Farò vedere agli italiani di che pasta sono fatto». E ancora, come già ribadito mercoledì: «Andremo avanti più forte di prima».

NUOVO AFFONDO SU NAPOLITANO - Il premier è poi tornato a battere il tasto forse più delicato dello scenario politico: il conflitto aperto con il Quirinale. «Il presidente della Repubblica è stato eletto da una maggioranza di sinistra - ha detto Berlusconi al Gr1 -. Ha radici totali nella sua storia di sinistra e anche il suo ultimo atto di nomina di uno dei giudici della Corte Costituzionale dimostra da che parte stia».

«MENO MALE CHE SILVIO C'È» - Anche alla radio ha ripetuto un "concetto" già espresso mercoledì: «Per fortuna che Silvio c'è. Altrimenti - ha spiegato alla radio il Cavaliere - il Paese sarebbe nelle mani della sinistra che ha una organizzazione di una minoranza della magistratura che usa il potere giudiziario ai fini di lotta politica, ha più del 70% della stampa che è tutta di sinistra con in testa Repubblica e gli altri giornali, ha tutti i programmi di cosiddetto approfondimento politico con la tv pubblica pagata con i soldi di tutti».

FRANCESCHINI - «Il Capo dello Stato ha operato in modo ineccepibile nel rispetto del ruolo di garanzia che ricopre» ha detto il segretario del Pd, Dario Franceschini, intervistato da Sky Tg24 . Franceschini, dopo le posizioni espresse ieri, è tornato a commentare le reazioni del premier alla sentenza della Consulta sul lodo Alfano, afferma: «Direi a Berlusconi: 'la smetta con questi toni, non vada avanti con questi attacchi a organi istituzionali. Se andrà avanti troverà un muro nel Pd, un muro di compattezza». Franceschini ha affermato che il suo partito è pronto al voto, ma «non credo si possano ottenere le elezioni solo gridando che serve andare al voto», «Berlusconi si deve battere sul terreno politico».



Comments (0)

DI' LA TUA SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO

Per commentare gli articoli è necessario essere loggati a Corsera Space. Fai log in oppure, se non sei ancora un utente della Community di Corsera, registrati qui.